Le pagelle del Valencia - Guedes, gol qualificazione. Male Gayà e Mina

di Antonino Sergi
Foto Articolo

Neto 5,5 - Nessuna grande parata da segnalare, non può nulla sulla magia di Suleymanov per il vantaggio del Krasnodar. Si prende qualche rischio nel primo tempo, prima dribbling e poi rinvia sulla schiena di un avversario.

Wass 6 - Non è sicuramente un terzino ma non demerita, soffre soltanto sui cambi passo di Ramirez. Per il resto prestazione attenta, prova anche a rendersi pericoloso con il destro sulle palle inattive.

Gabriel Paulista 5,5 - L'ex centrale dell'Arsenal va spesso in affanno, quando puntato da Ari nel primo tempo perde quasi sempre il duello. Leggermente meglio nella ripresa con Claesson da marcare.

Diakhaby 6 - Sul gioco aereo ha pochi rivali, i lanci provenienti dalle retrovie del Krasnodar sono preda del francese. Nella prima parte di gara soffre leggermente le sfuriate degli avanti di casa.

Gayà 5 - Partita quasi da dimenticare per il capitano del Valencia, sulla sua corsia viene puntato e saltato a ripetizione da Wanderson. Come se non bastasse si fa sfuggire sempre Petrov in sovrapposizione.

Soler 6 - Ordinaria amministrazione per il giovane spagnolo, quando chiamato in causa risponde presente senza strafare. Dal suo destro nasce anche qualche traversone interessante per le torri della squadra di Marcelino. (Dal 88' Gameiro 6,5 - Gli bastano pochi minuti per metterci la firma, grande giocata e assist qualificazione per Guedes).

Coquelin 5 - Ad una marcia ridotta rispetto al compagno di reparto, non riesce mai a tessere gioco. Offuscato dalla pressione asfissiante degli ospiti, perde il duello con il collega avversario Gazinskij.

Kondogbia 6,5 - Tra i migliori in campo del Valencia per impegno e sacrificio, si prende un giallo per troppa foga ma è il cuore della mediana spagnola. Un calciatore sicuramente diverso a quello ammirato all'Inter.

Cheryshev 6 - Sente aria di casa, davanti ai connazionali dimostra di che pasta è fatto. Sfrutta qualche vuoto nella difesa del Krasnodar, i suoi cambi passo sempre pericolosi. Si divora però la rete che poteva sbloccare prima la sfida.

Santi Mina 5 - L'uomo più pericoloso nel primo tempo ma poteva fare meglio in più di una conclusione. Calcia addosso a Safonov a pochi metri dalla porta, poteva veramente sicuramente di più per incidere nell'economia della sfida. (Dal 70' Guedes 7 - Un gol che pesa come un macigno, la rete qualificazione per gli spagnoli. Finta di corpo e mancino chirurgico nell'ultimo minuto della sfida).

Sobrino 5,5 - Non una bocciatura ma tanta fatica. L'ex Alaves si sacrifica per creare spazio in zona offensiva, sgomita con i centrali avversari ma non viene praticamente mai servito a dovere dai compagni. (Dal 58' Rodrigo 5,5 - Non un grande impatto con la sfida, non trova spazi per rendersi pericoloso).


Altre notizie
Giovedì 21 Marzo 2019