Menù Notizie

LIVE TMW - Mourinho: "Qui c'è gente che vuole imparare. Mercato? Acquisti ci migliorano"

di Dario Marchetti
Fonte: Dal nostro inviato a Roma, Dario Marchetti
Premi F5 per aggiornare la diretta!
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

13.45 - Josè Mourinho torna a parlare in vista della sfida di domani con il Cagliari. L'imperativo in casa Roma è invertire un 2022 iniziato con due sconfitte contro Milan e Juventus, ma gli assenti tra le fila giallorosse saranno ancora tante. Di seguito le parole dello Special One in conferenza stampa:

13.56 - Inizia la conferenza

Che partita si aspetta domani?
"Penso che la classifica sia un momento. A fine stagione il Cagliari non sarà lì. L'allenatore e i giocatori hanno esperienza, la squadra ha trovato modo di fare punti. Vengono a Roma per cercare di fare punti. In un momento difficile per loro hanno vinto all'Olimpico contro la Lazio, significa che sono in grado di giocare contro squadre più forti. Per noi è importante perché abbiamo perso le ultime due e fatto un punto nelle ultime tre. Come minimo dobbiamo fare 4 punti nelle ultime 4 gare. E' un numero non sufficiente, ma è il massimo che possiamo fare. Abbiamo lavorato tutta la settimana. Dopo una gara persa come quella con la Juve bisogna anche motivare. Bisogna far rialzare la gente, bisogna trovare il coraggio di giocare dopo che abbiamo perso in quel modo. Il pubblico con 5 mila spettatori è vuoto, mi dispiace per noi ma mi dispiace soprattutto per la gente che viene sempre e che deve rimanere a casa. Cerchiamo di fare di questo una motivazione extra, dando qualcosa a chi è innamorato della Roma".

In che ruolo può giocare Oliveira? Può essere il nuovo rigorista?
"Non ho ancora pensato al rigorista, non lo so. Dobbiamo ancora decidere. Abbiamo lavorato tante cose questa settimana, non i rigori. Abbiamo cercato di dare a Sergio Oliveira e a Maitland un po' più di conoscenza tattica della squadra. Lo stesso abbiamo fatto anche con gli altri che sono qui da sei mesi. Oliveira non pensavo si potesse prendere in prestito, non lo avevo messo nella lista del mercato. Non avevo fatto questo nome perché, conoscendo le nostre possibilità a gennaio e conoscendo un club importante come il Porto, non pensavo che sarebbe stato possibile prenderlo. Quando Tiago Pinto mi ha detto che era una possibilità concreta ho detto subito di sì ma non perché sia un regista, non perché sia un centrocampista centrale che può migliorare l'organizzazione, lui è un giocatore diverso. Ha un carattere di cui abbiamo bisogno, personalità, esperienza di cui abbiamo bisogno. Lui è cresciuto in un club di cui conosco molto bene la mentalità. Ho subito pensato sarebbe stato importante per noi. Questa finestra di mercato per noi è stata positiva perché abbiamo preso due calciatori presto ed è merito del direttore. In più sono due calciatori che migliorano tanto le nostre opzioni. Fino a oggi abbiamo fatto sette mesi con un terzino destro. Ora con Maitland se Karsdorp non c'è non è un problema. Ci dà una mano anche in diverse posizioni se giochiamo a tre. Oliveira può fare tutto in mezzo al campo. Non è un play, ma per il resto può fare tutto. Questi due giocatori ci danno più equilibrio. Con sei mesi di competizione davanti sperando di andare avanti in Conference e Coppa, avere questi due calciatori diventa importante".

Come sta El Shaarawy?
"Non si è allenato con noi mai una volta, se lo farà oggi sarà in panchina. Penso che non avremo i soliti dodici in panchina. Avremo 4-5 Primavera in panchina, per questo se uno che non si è allenato come Stephan arriva all'ultimo allora andrà in panchina".

Chi sono gli indisponibili?
"Ti posso dire chi non si è allenato con noi, il motivo per cui ci alleniamo alle 17 è per dare più tempo al dipartimento medico. El Shaarawy, Smalling e Karsdorp non si sono allenati".

Veretout lo vede un po' appannato?
"La nostra rosa, se guardi il numero di minuti giocati, può essere grande nei numeri ma, alla fine, sono 13-14 giocatori che giocano praticamente sempre. Quante più opzioni abbiamo, meno i giocatori diventano imprescindibili. Con Cristante, Oliveira, Pellegrini, Veretout, con Bove che sta arrivando, con Mkhitaryan, che stiamo trasformando in un giocatore di centrocampo, siamo equilibrati. Veretout sarà sempre importante per noi, è di qualità, ma sono d'accordo sul fatto che non ha reso benissimo nelle ultime gare, per le qualità che ha".

La rosa è completa con questi due innesti? E' concluso il mercato della Roma?
"Penso che abbiamo fatto un buon mercato in funzione di quello che siamo noi. A gennaio è sempre complicato anche per chi ha tanto da spendere, immaginate per noi. Prendere due giocatori in prestito in un momento così e che sono già pronti è stato importante. Abbiamo trovato due opzioni che migliorano il profilo della rosa. Se mi aspetto un terzo giocatore? No, penso che abbiamo fatto il possibile e il direttore lo ha fatto presto. Siamo al 15 e abbiamo fatto quello che serviva. Sono contento".

Come sta Spinazzola?
"Mi piacerebbe sapere chi è il fenomeno che diceva che a novembre sarebbe tornato in campo. Lo ha detto lui? Allora è un pazzo (ride, ndr). E' una lesione super difficile e impossibile da recuperare in così poco tempo. Sembra che ogni settimana che passa da novembre sia una in più. Io dal primo momento ho pensato: "Questa stagione non ho Spinazzola". Ogni partita che mi gioca in più è un guadagno. Ogni momento che lui arriva io sarò contento. Il recupero non è mai una linea retta. Per questo sono tranquillo, quello che dico a lui è che manca un giorno in meno. Deve essere tranquillo".

Come ha preso la squadra le sue parole dopo Roma-Juve? Come si migliora l'attitudine mentale?
"Penso che loro abbiano preso bene. Non è facile da leggere e sentire, ma per gente per bene e che vuole migliorare e che si fida della mia esperienza, io vedo sempre loro molto molto aperta e positiva quando noi parliamo. Quello che dico alla stampa non è che non lo dico a loro. Anzi, con loro vado anche più nel profondo. Non c'è gente permalosa e che non è contenta della critica, c'è gente che vuole migliorare. Per questo dico che mi fa piacere lavorare con loro. Nei sette minuti che abbiamo preso tre gol abbiamo fatto un fallo, se fossi stato io in campo da solo ne avrei fatti 4. Siamo ancora un po' troppo naïf. Anche Oliveira mi diceva come ci fossero tanti giocatori giovani, lo stesso Pellegrini non ha 28 anni. Serve pazienza".

Il focus della settimana qual è stato? Lavorare sul Cagliari? Sugli errori commessi?
"Il risultato contro la Juve offusca al di fuori i primi 70 minuti, non qui all'interno. Abbiamo analizzato quei 70. Nella riunione tecnica, abbiamo analizzato molto più quelli rispetto al disastro dei 10 minuti. Non possiamo dimenticarlo. La stampa può dimenticarlo, i tifosi anche, il risultato è importante ma per 70 minuti abbiamo fatto tante cose belle: la gestione della palla, la gestione dopo l'1-1, la costruzione, la pressione. Abbiamo analizzato poi gli errori fatti e la prospettiva mentale. Ci sono stati anche errori tattici o individuali. Sul terzo gol, ho subito detto che Shomurodov non ha chiuso ma ci sono stati altri errori all'interno dell'area. Abbiamo lavorato bene. Il Cagliari lo conosco, così come il suo allenatore. Loro verranno per prendere un punto ma, a volte, quando vieni per fare un punto puoi avere la possibilità anche di prenderne tre".

14.30 - Termina la conferenza

Altre notizie
Mercoledì 26 Gennaio 2022
23:40 Serie A Di Chiara su Vlahovic: "La Fiorentina ha fatto un affare. Gli unici che ci hanno rimesso sono i tifosi" 23:39 Serie A TMW - Lazio, proposto Maxi Gomez. Può lasciare il Valencia negli ultimi giorni di mercato 23:38 Serie A TMW - Genoa, a un passo il giovane croato Kacavenda: è in arrivo dall'NK Lokomotiva 23:36 Serie A TMW - Cagliari-Samp, lavori in corso: sardi su Askildsen, Lykogiannis nel mirino dei liguri 23:36 Serie A Chabot lascia la Samp e passa al Colonia: "Spero di cogliere questa opportunità"
23:34 Serie C Reggiana, sirene dalla Serie B per Radrezza. Ma il club non vuole privarsi del trequartista 23:30 Serie A Inter, si parla anche del rinnovo di Handanovic: c'è distanza sulle cifre 23:27 Calcio estero Dopo il Valencia, anche il Bordeaux fa un tentativo per Mingueza. Secco no del giocatore 23:23 Serie A Fiorentina, Pulgar dal ritiro del Cile: "Sto bene fisicamente, non vedo l'ora di giocare" 23:21 Serie A Balbo su Vlahovic: "La Juve ha preso la miglior punta possibile. Con Dybala coppia perfetta" 23:19 Serie C Cesena, Bortolussi sulla B: "Magari ci arrivo con questa maglia. Sognare non costa nulla" 23:17 Calcio estero Coppa d'Africa, gli accoppiamenti dei quarti di finale: Egitto-Marocco, la sfida più affascinante 23:15 Serie A TMW - Amiri-Genoa, intesta totale ma non c'è via libera Bayer: aspetta quello del PSG per Ebimbe 23:12 Calcio estero Belgio, 24ª giornata: tonfo Anderlecht col Cercle Brugge. Hoedt espulso dopo 25' 23:12 Calcio estero Bayern, il CEO Kahn su Lewandowski: "Faremo di tutto per trattenerlo il più a lungo possibile" 23:08 Serie A Ceferin torna all'attacco: "No ai super campionati egoistici e a idee stravaganti sui Mondiali" 23:06 Calcio estero Scozia, stasera si è giocata la 22ª giornata di Premiership: Rangers e Celtic avanti di misura 23:06 Serie A TMW - Salernitana scatenata: Izzo, Fazio e Verdi i più vicini. Saranno giorni di fuoco 23:04 Serie B Bosi (vicesindaco di Parma): "Lavori al Tardini non prima del '23. Da escludere l'ipotesi Mapei" 23:00 Serie A Sepe carica la Salernitana: "C'è un obiettivo. Tutti sulla stessa barca, seguiamo il mister" 22:57 Calcio estero PSG, problema al polpaccio per Donnarumma. Neymar ha ripreso a correre sul campo 22:56 Calcio estero Coppa d'Africa, Guinea Equatoriale ai quarti di finale. Eliminato il Mali ai rigori 22:53 Serie A Roma, per l'attacco del futuro gli scout sono al lavoro: piace il gioiellino Benjamin Sesko 22:49 Serie C Potenza, sorpasso sulla Viterbese per il centravanti Sueva del Cosenza 22:48 Calcio estero UFFICIALE: Torna Wilfried Bony. L'ivoriano ha firmato per il NEC Nimega 22:47 Serie A TMW - Stallo nella trattativa per Morata: il Barcellona punta il prestito gratuito di Aubameyang 22:46 Calcio estero Portogallo, Coppa di Lega: lo Sporting batte il Santa Clara e vola in finale 22:45 Serie A Pirateria, operazione Gfd. De Siervo: "Colpo importante. Criminali non devono rimanete impuniti" 22:42 Calcio estero Ajax, Mazraoui ha la valigia in mano: "C'è il 5% di possibilità che rimanga" 22:38 Serie A Cagliari, lavoro personalizzato per Nandez. Contusione al ginocchio destro per l'uruguaiano