Lazio, Immobile: "Non sarò Chinaglia ma la mia maglia è sempre sudata"

di Daniel Uccellieri
Foto Articolo

Non si sblocca, ma il sacrificio di Ciro Immobile non manca mai. L’attaccante biancoceleste porta a casa il secondo trofeo con la Lazio e a Lazio Style Channel può sorridere dopo settimane difficili: “Questa gente se lo merita. Sergio non ha vissuto un buon momento, ha chiuso il cerchio e se lo merita. In tre anni ho vinto due coppe. Non sarò Giordano, Chinaglia, Klose o Signori ma la maglia sudata ce l’ho sempre ed esco a testa alta. Per me parlano i numeri: ci sono momenti di crisi, ce l’hanno tutti. Non conta chi segna, il resto sono chiacchiere. Sono entrato nella storia di una società orgogliosa, ho fatto più di 80 gol, vinto due coppe, fatte tre finali. Forse si pensano che siamo macchine da 40 gol a stagione, sono felice per la squadra. Se c’è una squadra che alza i trofei insieme alla Juve è la Lazio. I compagni mi aiutano, io non ce l’ho coi tifosi”, riporta lalaziosiamonoi.it


Altre notizie
Giovedì 23 Maggio 2019