Menù Notizie

Settimana importante (non decisiva) per lo stadio: il Milan vira su La Maura senza l'Inter

di Antonello Gioia
Foto
È stata un'altra settimana importante, ma non decisiva, sul tema nuovo stadio di Milano. Approfittando della sosta, Gerry Cardinale, proprietario del Milan, è stato a Milano tra mercoledì e venerdì, facendo visita al Sindaco della città meneghina Beppe Sala, al governatore della Lombardia Attilio Fontana e a Federico Consolandi, manager di F3A Green, società che avrebbe firmato un preliminare di vendita per l'acquisto dell'area dove sorgerebbe lo stadio.

Su La Maura
Tale area, come già noto da circa un mese, è quella de La Maura; si tratta di una vasta zona molto vicina all'attuale San Siro, nella quale il Milan costruirebbe il nuovo impianto e gli uffici del club, ammodernando l'intero ippodromo senza, a quanto filtra anche delle dichiarazioni dei politici, eliminare più di tanto il verde già presente: "L’idea è bella, vedremo - ha spiegato Fontana - come si realizzerà a livello progettuale. Penso che dobbiamo confrontarci ed entrare più nei dettagli. Posso dire che gran parte di questo grande parco, rimarrà un grande parco. Dopo aver parlato con il proprietario del Milan credo che la sua volontà sia di mettere in 2-3 anni la prima pietra".

Almeno due settimane
Il Milan, dunque, sta virando deciso su La Maura e senza l'Inter. Dopo tantissimi anni a giocare insieme al "Meazza" e dopo tanti anni di progetto condiviso sul nuovo San Siro, il club rossonero sembra aver rotto gli indugi: nuovo stadio da soli e in un'altra zona, con un investimento complessivo da oltre 600 milioni di euro, senza escludere opzioni fuori Milano in caso di addio a La Maura; le prime ipotesi recitano di una capienza di 70mila posti su tre anni. È ancora presto, ovviamente: il Milan ha chiesto almeno due settimane per mettere a punto un progetto di massima e presentarlo alla politica. Come detto, è stata una settimana importante, ma non decisiva. Presto nuovi aggiornamenti.
Altre notizie Milan
Mercoledì 19 Giugno 2024
Martedì 18 Giugno 2024