Menù Notizie

LIVE TMW - Barcellona, Quique Setien: "Qui per vincere giocando bene"

di Gaetano Mocciaro
Foto Articolo

Alle ore 14 Quique Setién verrà presentato alla stampa come nuovo allenatore del Barcellona. Il tecnico, 61 anni, era fermo dopo aver guidato dal 2017 al 2019 il Betis, conducendo gli andalusi al ritorno in Europa League e valorizzando elementi come Fabian Ruiz (oggi al Napoli) e Junior Firpo, che ritrova proprio al Barcellona. 61 anni, il nuovo allenatore ha firmato in questi minuti il contratto che lo legherà ai blaugrana fino al 30 giugno 2022. Amante della filosofia barcelonista, è un dichiarato ammiratore di Johann Cruijff e ha speso in tempi non sospetti parole di elogio per Leo Messi. Recentemente Sergio Busquets, altra bandiera del Barcellona, ha regalato una maglia autografata e la scritta: "Per Quique con stima e ammirazione per la tua maniera di vedere il calcio".

13.58 - Galeotto fu il 3-4 al Camp Nou - Una delle motivazioni che hanno spinto il Barcellona a puntare su di lui è stata la partita dell'11 novembre 2018, quando il suo Betis andò a espugnare Camp Nou con uno spettacolare 4-3. I catalani non perdevano un incontro casalingo da due anni e mai avevano perso una partita con una doppietta di Leo Messi.

14.04 - Tre collaboratori - Tre collaboratori di Quique Setién arrivano a Barcellona: Jon Pascua, Eder Sarabia e Fran Soto.

14.12 - Parla Bartomeu - Arriva Quique Setién, assieme al presidente Josep Maria Bartomeu e il direttore sportivo Eric Abidal. Prende parola il presidente: "Buongiorno, grazie per essere venuti alla presentazione di Quique Setien come nuovo allenatore. Il suo modo di allenare piace al Barcellona, il suo stile di condurre la partita si sposa pienamente alla nostra filosofia. Ringrazio Ernesto Valverde per questi due anni e mezzo. Abbiamo trionfato, abbiamo vinto e ringraziamo Ernesto di questo".

14.14 - Bartomeu sull'esonero di Valverde: "Siamo a metà stagione ed era necessario un impulso per affrontare la seconda metà della stagione. Gli obiettivi sono come sempre i più alti e pensiamo che con questo impulso possiamo aspirare alla Liga, alla Champions certamente e la Copa del Rey. Avrei voluto che le cose andassero in modo diverso. Abbiamo parlato con molti allenatori, non solo con Setién".

14.17 - Il segretario tecnico del Barcellona, Eric Abidal: "Sono sicuro che sia un allenatore che ha la filosofia di gioco perfetto per noi. Ci piace la sua maniera di allenare, è attento ai dettagli e mi ricordo quando giocavo al Barcellona quanto fossero importanti i dettagli. Insieme possiamo fare grandi cose, mi è piaciuto cosa Quique ci ha detto quando abbiamo parlato".

14.22 - Prende parola Quique Setien: Ringrazio prima di tutto l'istituzione per avermi dato l'opportunità di allenare qui. Sono una persona emotiva e non nascondo che questo per me è un gioco speciale. Voglio trasmettere il mio entusiasmo e la mia voglia alla squadra, normalmente non è complicato per me farlo. Ieri passeggiavo al mio paese e oggi mi trovo nella sede del Barcellona, allenando i migliori giocatori al mondo, in una squadra enorme che non si può migliorare perché è il massimo. Voglio spendere una parola su Ernesto Valverde e apprezzo il lavoro che ha fatto, il suo principio e molte cose. Ho parlato con lui perché molte cose del suo lavoro saranno per me preziose. Un dato di fatto è che mi lascia una squadra che è prima in classifica. Questo mi fa pensare che non sempre nel nostro lavoro raccogli una squadra nei bassifondi della classifica. Per il lavoro che ha fatto merita solo ringraziamenti. Ho parlato con i giocatori, hanno una predisposizione straordinaria".

14.25 - Via alle domande: qual è l'obiettivo? "Vincere tutto quello che si può vincere. Questo dev'essere sempre l'obiettivo di questa squadra. E giocare bene. Il miglior modo per vincere è giocare bene".

14.28 - Emozionato di allenare Messi? "Non sono cosciente al momento di cosa significhi oggi sedermi e allenare il miglior giocatore al mondo e i suoi compagni. Una cosa è l'ammirazione per un giocatore, un'altra è la realtà, relazionarmi con tutti questi giocatori. Sono certo che avremo una relazione straordinaria, vedranno che sono una persona sincera, diretta e con cui si può parlare".

14.33 - Per Bartomeu: si è parlato molto della continuità di Valverde. Dove si è persa la fiducia in Valverde? "L'anno scorso c'erano delle petizioni affinché Valverde non continuasse ma a me è sempre piaciuto come allenatore e come persona. Abbiamo deciso di andare avanti, poi nelle ultime settimane ci sono state delle dinamiche che ci hanno fatto pensare che le cose non stessero andando bene e abbiamo cercato una soluzione e abbiamo ritenuto fosse necessario dare un impulso al club, ai giocatori".

14.35 - Ancora Setien: "Ogni volta che subentra un nuovo allenatore c'è uno stimolo fra i giocatori che si nota e l'ho visto già nel primo allenatore. Noi allenatori siamo tutti diversi, abbiamo modi diversi per approcciarci e allenare, non so se i miei modi siano migliori o peggiori, ma sono miei. E credo che si possa far meglio. Arrivo con una energia enorme e credo che sappiamo bene cosa dobbiamo fare".

14.36 - Per Bartomeu: qual è stata la reazione della squadra? "Sono professionisti, conoscono il valore di Quique come allenatore e sono contenti".

14.38 - Per Setién: ha una rosa adatta per la sua idea di gioco? E come pensa di sostituire Suarez? "Uno può avere una idea, ma la verità è che bisogna prima conoscere la squadra. Abbiamo idee chiare sulla filosofia, su altre cose e andremo a vederle insieme. Questo club ha una Cantera straordinaria e i giovani verranno ad allenarsi con noi, parteciperanno per lanciare un messaggio ai giovani e per stimolare anche i più anziani".

14.41 - Per Bartomeu: Xavi scartato per la prossima stagione? "Quique Setién ha un contratto fino al 2022, però ha una clausola nel 2021 che è l'anno delle elezioni". Interviene Abidal: "Ogni allenatore ha un piano, il suo modo di lavorare e al momento di prendere una decisione noi dobbiamo pensare al club, al momento e al progetto. Quique ci ha mostrato il suo e il suo modo di lavorare ci piace. Nel calcio le cose possono cambiare, ma noi abbiamo fiducia in lui e nel suo staff. Massimo rispetto per gli allenatori con cui abbiamo parlato ma per noi l'allenatore perfetto è Quique Setién".

14.45 - Chi al posto di Suarez? "Vediamo, abbiamo tempo sufficiente per valutare. Sono una persona del club, convinto che ognuno farà il suo lavoro al meglio".

14.46 - Quale schema? "L'importante è la filosofia, aver chiaro come giocare e valuteremo anche dei cambi, 4-3-3 o 4-4-2 che ultimamente va di moda. Dobbiamo valutare molte cose, parlare con i giocatori ma la filosofia non cambierà".

14.48 - Cosa promette alla squadra? "Normalmente garantisco solo una cosa: il bel gioco".

14.50 - Si sarebbe mai aspettato di allenare il Barcellona? "Non ho un currioculum ampio, titoli. Ho dato un bel gioco al Lugo, al Las Palmas e al Betis ma non pensavo potesse essere sufficiente. Mai avrei pensato che sarei stato scelto per allenare il Barcellona".

14.51 - Termina qui la conferenza stampa.

Barça, comicia l era Setién: firma e foto
Altre notizie
Martedì 25 Febbraio 2020
10:00 Serie A Olympique Lione-Juventus, nessun veto alla trasferta per i tifosi bianconeri 10:00 Serie A Sette vittorie, due sconfitte, un altro modulo. Così è cambiato il Barça con l'arrivo di Setién 09:57 Serie B Corriere dello Sport: "Beffa Perugia. Colpo Empoli". La decide Frattesi 09:53 Serie A Allarme Coronavirus. Da Roma a Torino: Serie A tra porte aperte e chiuse. Udine e Genova in dubbio 09:49 Calcio estero Le aperture in Inghilterra - Liverpool inarrestabile. Grazie anche a Fabianski
09:45 Serie A Talles Magno, la stellina brasiliana piace a Juve, Roma e Lazio 09:42 Serie B Serie B, il Consiglio di Stato respinge il ricorso contro il mancato ripescaggio del 2018 09:38 Rassegna stampa L'apertura del Corriere dello Sport (ed. Campania): "I marziani a Napoli" 09:34 Serie B FOCUS TMW - La Top 11 di Serie B: Benevento e Frosinone dominano. Longo protagonista 09:30 Serie A Le aperture in Spagna - Messi nel tempio di Diego. Coronavirus, Italia in sospeso 09:27 Rassegna stampa Gazzetta di Modena: "Sassuolo-Brescia si gioca domenica a porte chiuse" 09:23 Rassegna stampa La Nuova Ferrara: "La SPAL tenta almeno di allenarsi" 09:18 Rassegna stampa Il Secolo XIX: "Il calcio sotto vuoto. La Serie A in campo, ma a porte chiuse" 09:15 Serie A Torino, sosta al momento giusto: Longo studia soluzioni e l'impiego dei giovani 09:13 Rassegna stampa Corriere dello Sport, parla Agnelli: "Questa Lazio fa paura" 09:08 Rassegna stampa Tuttosport sul Milan: "Ci pensa Pioli. Chiamatelo potenziatore" 09:06 Serie A TMW - Braida e il ritorno al Milan: “Ho l’entusiasmo di sempre, chi vuole sa dove trovarmi” 09:03 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport: "Ibra, MIlan è casa" 09:00 Serie C FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 del girone C: doppietta per Murano 09:00 Serie A ESCLUSIVA TMW - Freixa, storico dirigente del Barcellona: "Clima di guerra, ma a Napoli noi favoriti" 08:58 Rassegna stampa La Repubblica (ed. Genova): "Genoa e Samp rebus partite a porte chiuse" 08:55 Serie C FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 del girone B: Spagnoli-gol piega il SudTirol 08:53 Rassegna stampa Gazzetta di Parma: "Torino-Parma, due date possibili: 11 o 18 marzo" 08:50 Serie C FOCUS TMW - Serie C, Top 11 gir A: Martignago regala 3 punti d'oro all'Alessandria 08:48 Rassegna stampa Il Messaggero sulla Roma: "Fiducia dal senato" 08:45 La Giovane Italia Milan, è qui la festa: stagione da record per Maldini e compagni 08:43 Rassegna stampa Corriere Torino: "Izzo, ritorno alle origini" 08:38 Rassegna stampa La Stampa, Agnelli: "Felici con Sarri: il dogma è vincere" 08:33 Rassegna stampa Corriere di Roma, parla Fonseca: "Vorrei tenere Smalling e Mkhitaryan" 08:30 Serie A La Lazio non rischierà Acerbi