Menù Notizie

LIVE TMW - Milan, Giampaolo: "Servirà mettere i 3 davanti in condizioni migliori"

di Pietro Mazzara
Fonte: Inviato a Udine
Foto Articolo

Esordio amarissimo per Marco Giampaolo, che perde la sua prima partita ufficiale da allenatore del Milan.. La sua squadra ha dato una bruttissima impressione sul campo della Dacia Arena, apparendo inchiodata al terreno di gioco, senza idee e senza quel calcio offensivo e qualitativo che il nuovo tecnico milanista predica da inizio luglio a Milanello. Tudor gli ha incartato la partita togliendo linee di passaggio e soffocando le fonti del gioco milanista. Tra poco le parole dell'allenatore rossonero in conferenza stampa.
Mi dica dove l’Udinese ha messo in difficoltà il Milan?
“L’Udinese ha giocato la partita sui nostri errori. Ci ha aspettato ed è ripartita. Noi siamo stati meno bravi. I movimenti offensivi dei tre non mi sono piaciuti, perché forse non sono nelle corde di quei tre attaccanti. L’Udinese ha fatto la partita che mi aspettavo che facesse. Noi abbiamo avuto un predominio territoriale, ma sterile”.

Sta pensando al cambio di modulo?
“I numeri lasciano il tempo che trovano. Sono le caratteristiche dei giocatori che permettono di fare una cosa rispetto ad un’altra. È emersa una difficoltà nell’interpretare le cose che gli chiedo, per caratteristiche dei giocatori. Bisogna capire su quali dinamiche bisogna spostarsi meglio”.

I giocatori non hanno espresso il suo calcio perché?
“Nelle soluzioni offensive abbiamo avuto difficoltà. Devi avere più soluzioni per sovvertire avversari che fanno densità. Forse bisogna mettere i tre davanti nelle condizioni migliori per loro. Dobbiamo avere una pericolosità offensiva diversa”.

Suso, questa estate, è stato spesso celebrato. Può essere una partita a rimettere tutto in discussione?
“Castillejo è quello che interpreta meglio le cose che gli chiedo. Fa le cose per bene. Bisogna mettere gli altri due, soprattutto Piatek, nelle condizioni migliori. Forse da solo gioca meglio. Dobbiamo costruire qualcosa di diverso la davanti. Vado oltre la partita di oggi. So quelli che sono gli sviluppi offensivi di una squadra che deve andare in verticale. Mi immagino già che cosa si deve fare. Devo spostare qualcosa”.

La spinta dei terzini se la sarebbe aspettata più incisiva?
“Bisogna allenarli tutti. Bennacer ha fatto un allenamento, Leao tre. Kessie e Paquetà li ho forzati. Non conosco bene le caratteristiche. È qualcosa che sapevo già e che vanno oltre la partita di oggi, La spinta dei terzini, quando tu hai una squadra che si chiude la, è dura. Abbiamo sbagliato le soluzioni in uscita, abbiamo preso contropiedi a squadra aperta. Devo metterli in condizione di esprimersi meglio”

Come mai la squadra non è stata quella delle amichevoli estive?
“La squadra sa fare le cose fino ad un certo punto. Abbiamo avuto un buon predominio, ma non siamo stati pericolosi. È li che dobbiamo rivedere alcune cose”.


Altre notizie
Mercoledì 18 Settembre 2019
05:30 Altre Notizie Oggi in TV, continua la Champions: in campo Juve e Atalanta 05:00 Accadde Oggi... 18 settembre 1963, l'Inter fa il suo esordio in Coppa dei Campioni 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e ufficialità del 17 settembre 00:57 Europa Lipsia, Nagelsmann: "Iniziare con una vittoria era fondamentale" 00:55 Europa Galatasaray, Terim: "Vogliamo sentire a lungo la musica della Champions" 00:52 Europa Benfica, Lage: "La mia preoccupazione è di non aver conquistato punti" 00:50 Serie B Venezia, Lezzerini: "Le prestazioni ci sono, arriveranno anche i punti" 00:45 Serie A Fiorentina, Pezzella: "Felice di essere rimasto. Presto risultati migliori" 00:42 Europa Genk, Mazzù: "Fa male perdere così. Mi assumo la piena responsabilità" 00:40 Altre Notizie Cagliari, tweet di complimenti per prima con gol di Barella in Champions
00:37 Europa Salisburgo, Marsch: "Vittoria di cuore, coraggio e grande mentalità" 00:35 Europa Stella Rossa, Milojevic: "Bayern? Daremo tutto, fino all'ultimo atomo" 00:30 Serie A Napoli, Koulibaly: "Possiamo fare grandi cose. Felice per Llorente" 00:25 Altre Notizie Fiorentina, il monito di Commisso a Nardella: "Si deve fare lo stadio!" 00:23 Serie A Napoli, Llorente: "Segnare al San Paolo è incredibile" 00:20 Serie C Ad Catania: "Marchese, Bucolo e Biagianti verso la risoluzione" 00:18 Serie A Napoli, Ancelotti: "Non ho rivisto il rigore. Parole di Klopp? Lo ringrazio" 00:15 Serie A Inter, Conte: "Non ho la bacchetta magica, dobbiamo lavorare" 00:13 Serie A TMW RADIO - Napoli, Manolas: "Gara perfetta, abbiamo dato il massimo" 00:10 Europa Tottenham, Pochettino: "Possiamo dominare il gioco con l'Olympiacos" 00:09 Serie A Lo strano caso di Dries. In scadenza e sempre più al centro del progetto 00:08 Europa Barcellona, riecco Messi 115 giorni dopo l'ultima ufficiale in blaugrana 00:05 Serie B Pescara, Vitturini: "Gruppo solido, lo abbiamo dimostrato" 00:01 Serie A Fiorentina, Barone: "Le nostre scelte renderanno ma il processo è lungo" 00:00 Nato Oggi... Ronaldo, semplicemente il Fenomeno 00:00 A tu per tu ...con Situm 00:00 Editoriale Conte mai così: che succede? Inter quasi fuori. A Napoli c’è squadra e società: non c’era invece il rigore, e un po’ di tifosi... Juventus: contro l’Atletico già decisiva, ecco perché. Atalanta con obbligo di qualificarsi
Martedì 17 Settembre 2019
23:57 Serie A Questo è il vero Kalidou Koulibaly 23:56 Europa Borussia Dortmund, Favre: "Gara eccellente, vogliamo passare il turno" 23:55 Altre Notizie Inter, Politano: "Il nostro cammino in Champions è ancora lungo"