Menù Notizie

...con Fabrizio Ferrari

di Alessio Alaimo
Foto Articolo

“Spero fortemente in una ripresa del numero dei trasferimenti di calciatori rispetto a gennaio dove c’è stato davvero poco”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Fabrizio Ferrari.

Dunque sarà un mercato più vivace?
“Credo che ci sarà una leggera ripresa. Gennaio è stato il punto più basso. Bisognerà però vedere le dinamiche del mercato. Ci saranno meno soldi per i trasferimenti ma più mercato interno. Visto che nessuno è andato a vedere calciatori all’estero o ti fidi dei video o non li prendi”.

L’Empoli di La Mantia intanto prova a conquistare la Serie A.
“Merita la Serie A per la costanza delle prestazioni. Scalata la montagna del Covid l’Empoli facendo punti nelle prossime partite potrà pensare alla Serie A. Andrea ha sposato il progetto Empoli mettendosi a disposizione della squadra. Meno gol ma risultati e prestazioni”.

Tra i giovani a Roma brilla Providence.
“È il giocatore più interessante tra i Primavera del campionato. Spero che Fonseca gli dia l’opportunità di giocare in Serie A, lo merita per il percorso fatto e la fiducia che gli ha dato De Rossi”.

Coulibaly è protagonista a Salerno.
“Nella parte finale del campionato di B dell’anno scorso a Trapani ha fatto cose importanti, a Salerno con altre ambizioni si sta confermando ad ottimi livelli”.

Dalla B alla A: chi saranno le promosse?
“La squadra più in forma del momento è il Lecce. Davanti gioca un calcio in moderno, veloce, tecnico, che mi piace molto. Per le prime due posizioni dico Empoli e Lecce. Per il terzo posto lavorando con Coulibaly spero che vada su la Salernitana”.

Ci si aspettava di più dal Monza.
“Se devo fare una critica al Monza che ha costruito una squadra imperiale in ogni reparto direi che potrei farla al reparto avanzato. Avrei preso attaccanti che conoscono meglio il campionato. Un La Mantia, Coda o Mancuso”.

Balotelli arranca.
“Ogni volta che diciamo che è morto fa un gol decisivo. Non lo darei per morto anche se inevitabilmente tutti si aspettavano un impatto diverso”.

Butic?
“Il Pordenone ha risentito della vendita di Diaw. Mi piace molto la compattezza del club e dei calciatori dimostrata anche con il cambio di allenatore. Butic sta facendo il campionato che mi aspettavo, con qualche difficoltà, mostrando però di essere veramente forte. Il prossimo anno mi aspetto un’esplosione totale”.

Tiritiello intanto s’è consacrato a Cosenza.
“Ha cambiato totalmente le sue prestazioni diventando un titolarissimo con un’abilità in fase offensiva che è difficile vedere”.

Giovani talenti: Diakité del Teramo verso il salto di categoria?
“Dopo le vicissitudini di gennaio in cui è saltato il possibile trasferimento a Napoli ci sono tante squadre che mi hanno chiesto informazioni. Mi aspetto che faccia come è giusto che sia il salto di qualità”.

Giovani della B: su chi puntare?
“Oltre Coulibaly che è un 99 e lo ritengo uno dei giovani più importanti, merita una menzione Hjulmand del Lecce”.

Altre notizie
Lunedì 12 Aprile 2021
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena dell’11 aprile 00:58 I fatti del giorno Serie A, la classifica aggiornata: vola l'Inter, è bagarre per l'Europa. Male il Cagliari in coda 00:56 I fatti del giorno Atalanta, doppio Zapata e Ilicic dagli 11 metri. A Firenze tre punti per la Champions 00:54 I fatti del giorno Fiorentina ai piedi di Vlahovic. Ma contro l'Atalanta non basta. Al Franchi finisce 2-3 00:52 I fatti del giorno Questo Bologna è tanto fumo e poco arrosto: Mihajlovic infuriato per la sconfitta di Roma
00:50 I fatti del giorno Fonseca batte il Bologna, scopre il suo giovane americano a Roma e crede nella Champions 00:48 I fatti del giorno Genoa, la sveglia nel secondo tempo non basta. Ko indolore, +10 sulla zona rossa 00:46 I fatti del giorno La Juve c'è, mette pressione sul Milan e ritrova Kulusevski. CR7 nervoso getta la maglia 00:44 I fatti del giorno Il Napoli reagisce dopo il ko con la Juventus e trionfa contro la Samp. Gattuso ritrova Osimhen 00:42 I fatti del giorno La Sampdoria resta sospesa tra presente e futuro. Punto interrogativo sul rinnovo di Ranieri 00:40 I fatti del giorno Milinkovic infiamma la corsa al quarto posto. Per la Champions c'è anche la Lazio 00:38 I fatti del giorno Hellas beffato dalla Lazio. Ma in questo finale si può iniziare a programmare la prossima stagione 00:36 I fatti del giorno Cagliari a San Siro a testa alta. Ma per la salvezza Semplici chiede qualcosa in più 00:34 I fatti del giorno L'Inter batte il Cagliari nel segno dell'11: Conte fra amore per i suoi e sassolini tolti dalla scarpa 00:32 I fatti del giorno Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Zapata e Ilicic lanciano l'Atalanta. Gasperini: "Juve e Inter davanti a noi" 00:29 Serie A Fiorentina, Pradè: "Rigore rivedibile. Senza avremmo potuto vincere la partita" 00:27 Serie C Juventus U23, Zauli: "Ottimo esordio per Anzolin. Peccato per il gol subito nel finale" 00:23 Calcio estero Tottenham, Mourinho: "Non meritavamo la sconfitta. Pogba forse era da espellere" 00:19 Serie A Genoa, Perin: "Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni, serve più attenzione" 00:15 Serie A Juventus, Pirlo: "Bene Kulusevski e Morata, avevano bisogno di trovare il gol" 00:11 Calcio estero Barcellona, Dembele si racconta: "Nello spogliatoio mi chiamano Eto'o, per il futuro si vedrà" 00:08 Serie B Reggina, Baroni: "Adesso restiamo concentrati. Denis è una risorsa" 00:06 Calcio estero Il Covid falcidia la squadra: il Rionegro Aguilas scende in campo con sette uomini 00:03 Calcio estero Gabigol ancora decisivo: l'ex Inter in rete e il Flamengo vince la Supercoppa 00:01 Calcio estero Pelé: "Il nome non mi piaceva. Con Maradona scherzavamo sempre su chi fosse il migliore" 00:00 A tu per tu ...con Santiago Garcia 00:00 Accadde Oggi... 12 aprile 1970, il Cagliari è campione d'Italia 00:00 Nato Oggi... Marcello Lippi, dalla Champions con la Juve al tetto del Mondo con l'Italia nel 2006 00:00 Editoriale Ronaldo, il tramonto di un fenomeno viziato. Napoli, rimpiangerai Gattuso. Milan, e se Tonali non restasse? In bocca al lupo Totò