Menù Notizie

Non solo la vittoria, alla Salernitana ora manca anche l’apporto dei tifosi

di Luca Esposito
Foto Articolo

Sarà pur vero che collezionare sconfitte in serie nell’anno del centenario ha comprensibilmente allontanato un buon numero di spettatori dagli spalti ed è altrettanto legittimo che in tempi di crisi economica sia prioritario per un padre di famiglia mettere il piatto a tavola piuttosto che spendere 200 euro al mese per le partite di calcio. Nel pieno rispetto delle opinioni di tutti, però, siamo convinti che il vero tifoso vada sempre allo stadio. Salerno, quando vuole, è in grado di fare la differenza e non è spiegabile che una squadra a -3 dalla zona promozione diretta sia stata abbandonata da chi popola quotidianamente i social per alimentare la caccia alle streghe sminuendo tutto ciò che fa la società. Certo, manca il bomber, forse un regista, è arrivata una sola vittoria negli ultimi due mesi e Ventura non sta fornendo quel contributo determinante che ci si aspettava. Ma proprio nel momento del bisogno si vedono gli amici e in passato, con 30 anni di fila in serie C, la curva era sempre piena e trascinava il cavalluccio marino. 5500 spettatori contro Entella e Ascoli, nemmeno ai tempi del dilettantismo. E’ così che si dimostra di meritare di più? A cosa serve scendere in piazza in 30mila il 19 giugno per il grande evento se poi la “festeggiata” non può contare sull’apporto della gente?

Il campionato è ancora lungo e, senza torti arbitrali e con un piccolo sforzo in più, la Salernitana poteva essere già seconda. Con tutti i suoi limiti e le lacune da colmare obbligatoriamente a gennaio a suon di investimenti concreti. Un Arechi così vuoto, però, è un danno per tutti. Per la squadra che perde il dodicesimo uomo, per una società che andrebbe stimolata diversamente, per chi eventualmente dovrebbe venire nel mercato di riparazione e non vuole imbattersi in un contesto ostile, freddo e caotico. La diserzione dell’anno scorso sia da insegnamento. Non appena la gente ha abbandonato la Salernitana, sono arrivate sconfitte in serie in uno stadio che deve tornare ad essere un fortino. Solo con l’unità di intenti e con analisi maggiormente equilibrate si potrà fare il salto di qualità auspicato da tempo. Le potenzialità della tifoseria sono enormi, incredibilmente importanti. Ma ora bisogna dimostrarlo con i fatti, come fanno gli ultras, i club organizzati e quei tifosi che partono da ogni regione d’Italia senza aggrapparsi a scusanti di ogni tipo. Chi ti ama ti segue, chi milita merita.

Altre notizie
Venerdì 13 Dicembre 2019
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 12 dicembre 00:55 Serie A Inter-Verona, asse caldo: i gialloblù vogliono tenere Eddie Salcedo 00:50 Europa Leicester, pronto il rinnovo per il nazionale James Maddison 00:45 Serie A TMW - Napoli, difficile il rinnovo per Mertens. Contatti con Inter e United 00:40 Europa UFFICIALE: Chelsea, rinnovato il contratto di Tomori fino al 2024
00:35 Serie A Milan, Piatek ci crede: "Champions? Tutto è possibile nel calcio" 00:30 Serie A Inter, Gravillon cresce in B con l'Ascoli: piace al Genoa 00:25 Europa Real Madrid, Jovic è verso l'uscita: possibilità prestito 00:20 Serie C UFFICIALE: Rieti, Palma saluta e passa alla Turris 00:15 Serie A TMW - Lazio, l'esclusione in EL non cambia nulla: Milinkovic rimane 00:14 Serie A Roma, Fonseca accusa i suoi e il mercato si apre con largo anticipo 00:10 Serie A Roma, Veretout: "Non so cosa sia successo. Pensavamo fosse fatta" 00:08 Serie A Roma, Diawara: "Noi non bene ma l'importante era qualificarsi" 00:07 Serie A FOTO - La Roma pareggia con il Wolfsberger: i migliori scatti di TMW 00:06 Serie A Roma, Perotti: "Devo aumentare i minuti nelle gambe" 00:05 Serie A Roma, Fonseca: "Abbiamo pensato che la partita fosse troppo facile" 00:04 Serie A Roma, Spinazzola: "Atteggiamento sbagliato, specie nel primo tempo" 00:01 Serie A Roma, "inaccettabile" e "inspiegabile": una prestazione da dimenticare 00:00 Editoriale Ronaldo vuole il tridente con Dybala e Higuain, ma Sarri dice no. Tonali sempre più vicino. Delusione Rabiot. Inter chiede Alonso in prestito, tutto su De Paul e Kulusewski. Ibra al Milan, in arrivo l’annuncio. Gattuso vuole Rodriguez 00:00 Accadde Oggi... 13 dicembre 2004, Shevchenko vince il Pallone d'Oro 00:00 A tu per tu ...con Caliendo
Giovedì 12 Dicembre 2019
23:59 Serie A Real Madrid, Carvajal: "Finale Champions contro CR7? Ci metto la firma" 23:55 Serie A TMW - Spinazzola: "Basaksehir? Ho letto ora che han segnato al 90'" 23:50 Altre Notizie Lazio, domani pomeriggio la ripresa degli allenamenti in vista del Cagliari 23:49 Serie A LIVE TMW - Roma, Fonseca: "La squadra non mi è piaciuta per niente" 23:47 Europa Arsenal, Ljungberg: "I nostri giovani hanno più fiducia in loro" 23:45 Serie A Coppe europee, 19 nazioni in corsa. En plein inglese e spagnolo 23:40 Serie A Europa League, gruppo L: Man United scatenato, 4 gol in 11 minuti 23:35 Serie A Europa League, gruppo K: Wolves e Braga calano il poker 23:34 Europa LIVE TMW - Wolfsberg, Sahli: "Scritta una pagina di storia: potevamo vincere"