Il mercato (quasi) perfetto della Samp. Da Tonelli a Gabbiadini

di Marco Conterio
Foto Articolo

L'arrivo di Manolo Gabbiadini, che prenderà il posto del partente Dawid Kownacki che sta sfogliando la margherita del futuro tra Fortuna Dusseldorf, Empoli e non soltanto, regala a Marco Giampaolo nuovamente una Sampdoria con sei uomini per tre maglie. Una rosa ampia, completa, doppia. Questo per quel che riguarda intanto l'attacco, dove le gerarchie continuano a ribaltarsi: oggi il titolare è Gaston Ramirez, dietro scalpita Riccardo Saponara. Davanti è partito come titolarissimo Gregoire Defrel, Gabbiadini si prospetta invece come partner di Fabio Quagliarella ma l'ex Sassuolo e Roma dietro è un lusso e figuriamoci un Gianluca Caprari in spolvero come nell'ultimo periodo. Abbondanza, l'augurio della Genova blucerchiata è che faccia rima pure con un'intatta serenità e che non ci siano malumori e mal di pancia a campionato e a panchine in corso. Il lavoro dei dirigenti del club di Massimo Ferrero, però, è stato ben più che importante. Stona, semmai, la querelle legata al riscatto di Lorenzo Tonelli: che ha dimostrato di essere degno di un posto da titolare, a suon di convincenti prestazioni, ma la cifra pattuita con il Napoli è legata a un obbligo dopo un tot di presenze. Vederlo partire, o non giocare, sarebbe un peccato, quel che è certo è che il Doria avrebbe potuto pensarci prima e ora non è scontato nè obbligatorio per il Napoli abbassare la cifra. Una pecca in sessioni importanti di mercato per Osti e Sabatini. Dalla riscoperta di Nicola Murru al ritorno di Manolo Gabbiadini. Sognando l'Europa.


Altre notizie
Mercoledì 16 Gennaio 2019
 00:00  ...con Amelia
Martedì 15 Gennaio 2019