Menù Notizie

TMW - Cittadella, Gorini: "Vittoria che dà prestigio alla società. Ma dovevamo chiudere la partita"

di Andrea Piras
Foto

Dopo il successo contro il Genoa, il tecnico del Cittadella Edoardo Gorini ha parlato in conferenza stampa dallo stadio "Luigi Ferraris".

La vittoria di oggi.
"E' stata una partita nella quale abbiamo sofferto, soprattutto la prima mezz'ora la vitalità del Genoa. Siamo stati bravi a giocare da squadra e soffrire tutti insieme. Poi dopo mezz'ora siamo stati bravi a prendere il pallino del gioco e siamo stati bravi e cinici e fare gol dopo un quarto d'ora nel secondo tempo. Poi se non chiudi le partite e le lasci in bilico, giocatori di qualità come quelli del Genoa rischiano di farti gol. E' un aspetto che dobbiamo migliorare ma è chiaro che sono contento della vittoria e della prestazione della squadra. E' una vittoria che dà prestigio alla società".

Da esterno, il Genoa è veramente la corazzata del campionato?
"Ho visto una squadra un po' impaurita. Il Genoa arriva da un momento dove non riescono ad ottenere risultati, è chiaro che sia un po' preoccupata e giochino col freno a mano tirato. Noi siamo stati bravi ad approfittarne. Nella prima mezz'ora abbiamo sofferto rischiando solo sul tiro di Strootman. Hanno avuto più possesso palla ma non abbiamo sofferto tantissimo. Dal punto di vista dell'aggressività abbiamo fatto una grande partita perché noi anche nel secondo tempo siamo riusciti a tenere la pressione alta. Alla fine credo che la vittoria sia meritata. La nostra voglia di vincere ha prevalso su quella del Genoa".

C'è rammarico per stagione che state facendo?
"Sì. E' l'aspetto su cui dobbiamo crescere. Nelle ultime due gare casalinghe contro Cosenza e Modena, nella prima abbiamo sbagliato un rigore alla fine e nell'altra abbiamo subito gol. E' un aspetto su cui dobbiamo crescere e già oggi sia stata una vittoria da una parte un po' fortunata ma voluta fortemente e questo va dato merito alla squadra di averci creduto fino alla fine e aver tenuto botta fino alla fine. Il Cittadella non può pensare di andare su tutti i campi e dettar legge ma deve essere una squadra che dà fastidio a tutti con l'aggressività e la pressione. La difficoltà è mantenerla tutte le partite. Poi è chiaro che parlano sempre i risultati. Oggi è una vittoria per noi molto importante. Giovedì abbiamo un'altra partita, dobbiamo essere bravi a ricarica e sommare un'altra vittoria a questa. Il campionato è livellato, se fai due vittorie ti alzi in classifica, se perdi ripiombi dov'eri prima. Dobbiamo esser bravi a ricaricare le forze".

Uno dei valori aggiunti è Kastrati.
"Magari col Cosenza sabato sul gol loro ha avuto un'incertezza ed è stato il primo ad ammetterlo. Ma lui ha un carattere molto forte ed è un giocatore molto freddo oltre ad essere allenato da un preparatore dei portieri fra i migliori che ci sono, anche se poco pubblicizzato. Ed è aiutato da Maniero e Manfrin che giocano meno ma si allenano a duemila e gli permettono di crescere e migliorare".

Altre notizie
Giovedì 22 Febbraio 2024
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 21 febbraio 00:56 I fatti del giorno Torna Osimhen, Calzona si aggrappa a lui e strappa un pareggio al Barcellona 00:53 I fatti del giorno Un cambio tattico per ripartire, dal 3-5-2 al 4-3-3: Allegri prova un'altra Juventus 00:49 I fatti del giorno Magic Inter: oggi la verità sulle condizioni di Thuram. Barella vuole rinnovare 00:45 I fatti del giorno Un Milan con poco turnover vola in Francia per affrontare un Rennes irrazionale e folle
00:41 I fatti del giorno Il Feyenoord, Lukaku, Dybala, l'endorsement su Huijsen: primo bivio per De Rossi 00:38 I fatti del giorno Non gioca da oltre un anno. Deulofeu: "So che potrei non giocare mai più..." 00:34 I fatti del giorno Tuchel-Bayern, un addio a fine stagione deciso da tempo. E che ora è ufficiale 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Napoli, Calzona soddisfatto. Italiano, senza Europa niente opzione 00:27 Serie A "Chiudere la carriera nella Roma? Qui mi trovo bene". Rivedi Cristante in conferenza stampa 00:23 Serie A Lazio, Isaksen: "Sono stato vicino al Feyenoord. Ero intimorito dalla Serie A 00:19 Serie D Cavese, il Dott. Giampaolo Corea nominato Vice Presidente del club 00:15 Serie A "Non sono una riserva. Mi sento titolare". Rivedi Florenzi prima di Rennes-Milan 00:11 Serie A Champions League, la classifica marcatori: Galeno balza al comando 00:08 Serie A Quali mercati sono ancora aperti? Domani si chiude in Russia e Polonia 00:06 Serie A Lewandowski: "Torniamo a casa con poco, ma a Barcellona abbiamo una grande opportunità" 00:04 Serie C Ds Legnago: "Il settimo posto bella soddisfazione, ma la classifica va guardata al 28 aprile" 00:02 Calcio estero Porto, Conceicao analizza l'1-0 all'Arsenal. Poi aggiunge: "Lasciatemi dire forza Lazio" 00:00 Accadde Oggi... 22 febbraio 2010, Mourinho viene squalificato per 3 giornate dopo le manette a San Siro 00:00 A tu per tu …con Massimo Taibi 00:00 Editoriale I luoghi comuni del calciomercato
Mercoledì 21 Febbraio 2024
23:59 Serie A Cannavaro: "Kvara arrabbiato al momento del cambio? Serve rispetto per i compagni" 23:56 Serie A Araujo mastica amaro: "Credevamo di vincere. Ma Osimhen ha sfruttato l'unica occasione avuta..." 23:53 Serie A Napoli-Barcellona 1-1, Zola: "Segnali incoraggianti per il finale di stagione degli azzurri" 23:51 Serie A Napoli, Calzona: "Kvara arrabbiato? Io non guardo i nomi. Resta in campo chi fa bene" 23:49 Serie A Napoli, Calzona: "Già ritrovato lo spirito vincente. Kvara? Una serata storta può starci" 23:49 Serie A Arsenal: 7° ko di fila all'andata degli ottavi. E nei precedenti 6 non si è mai qualificato 23:45 Serie A Condò: "Osimhen ha pagato il debito e regalato 3 settimane a Calzona" 23:43 Serie A Gundogan: "Lewandowski si adatta al nostro gioco, Osimhen sa essere aggressivo" 23:41 Calcio estero Colpo dei Los Angeles Galaxy: dal Genk ecco il ghanese Paintsil