Menù Notizie

Whatsapp, messaggi e gol: Dany Mota Carvalho is back

di Luca Cilli
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Dany c’è. Si è fatto attendere (forse anche troppo) ma nell’ultimo successo sul Milan chi ha brillato più degli altri è stato proprio Mota Carvalho. Per tutto il tempo in cui è stato in campo nessuna giocata è stata fine a se stessa, la qualità poi è andata di pari passo con la quantità. Intelligente l’occupazione degli spazi e l’attacco della profondità, roba di alto livello alcuni cambi di passo nell’uno contro uno. Totale: un calcio di rigore procurato; un gol meraviglioso costruito in un paio di secondi in cui la palla è passata rapidamente dal sinistro al destro e poi alle spalle di Maignan che l’ha vista girare ma solamente quando era troppo tardi; finte e magie assortite, sufficienti per mandare in tilt Thiaw e Gabbia. Uno show. Peccato che come Paganini anche Mota Carvalho a volte non (si) ripete.

Genio a chiamata Come il famoso Niccolò da Genova, fuoriclasse del violino e per atteggiamenti rockstar dell’800, anche Dany ha in se l’indole dell’artista consapevole di possedere un talento fuori dal comune (o comunque superiore agli altri) che lo porta a riservare il meglio del repertorio non in modo continuo. Si accede quando e come vuole lui, e se è in vena c’è davvero da divertirsi. Altrimenti passa a loop il lato B: stonature varie e l’indole di quello che c’è ma è come se non ci fosse. La controindicazione dell’artista – e poliedrico trequartista - del Monza, che al momento ha vissuto una stagione ondivaga. Lampi di classe e partite insufficienti, giocate da top player e sbagli neanche pensabili per uno con un bagaglio tecnico come il suo. Mota Carvalho non è più giovanissimo, a 25 anni è a ridosso della maturità calcistica. Più che dagli altri il suo futuro dipende da se stesso. Per potenzialità può tranquillamente rientrare nelle rotazioni di un top club, un obiettivo ancora perseguibile se riuscisse a fare andari di pari passo abilità tecniche e mentalità. Skill fondamentale per compiere lo step decisivo.

Whatsapp, gol e meme Chissà che il bellissimo gol al Milan non possa aver svoltato definitivamente la sua stagione. A volte basta una scintilla per andare in hype e restarci a lungo. Ma anche uno come Raffaele Palladino che è lì, osserva e pungola sia nel bene che nel male. Mota Carvalho è un chiodo fisso dell’allenatore che da quando è a Monza ha lanciato – o rilanciato – diversi calciatori. Il suo obiettivo è rendere Dany il prototipo del top player, cioè continuo e forte prima mentalmente e solamente dopo in campo. Fuori da Monzello il rapporto è fatto di battute e messaggi, con annesse previsioni via Whatsapp peraltro esaudite. “Mi ha detto che avrebbe fatto gol”, ha raccontato Palladino subito dopo l’exploit con il Milan. E chissà che a differenza di Paganini questa volta Mota Carvalho non possa ripetersi.

Altre notizie
Domenica 21 Aprile 2024
11:15 Serie A Le pagelle di Pereyra: non è quello visto contro la Roma, ci si attende di più da lui 11:08 Serie A Roma, De Rossi: "Lukaku non sarà della partita. Dybala falso nove mi piacerebbe" 11:04 Serie C Atalanta U23, Modesto: "Playoff? C'è grande soddisfazione, si è vista gran crescita" 11:00 Serie A Le pagelle di Coppola: segna nel recupero e diventa l'eroe del "Bentegodi" 10:59 Serie ALive TMW Roma, De Rossi: "Serie A non ci ha tutelato. Parole Lotito? Ha sbagliato"
10:57 Calcio estero PSG, flop Skriniar. E Luis Enrique chiede un altro difensore centrale 10:53 Serie A Milan, Pioli via a fine stagione ma serve accordo sulla buonuscita: Napoli è una possibilità 10:49 Serie B Ascoli, esplode la rabbia: lancio di oggetti e monetine, una bottiglia contro Vasquez 10:45 Serie A Le pagelle di Cerri: in 20 minuti decide il match e sfiora il bis di testa, esce per infortunio 10:38 Serie A Napoli, tensione dopo il ko a Empoli: non solo la contestazione, volano stracci in spogliatoio 10:34 Calcio femminile Serie A Femminile, Poule Retrocessione: oggi due match. Alle 12:30 Samp-Milan 10:30 Serie A Le pagelle di Anguissa: lontano parente di quello dell'anno scorso, solo una sufficienza 10:27 Calcio estero Il Real Madrid alza l'asticella: fari puntati su Bernardo Silva, c'è una clausola da 60 milioni 10:23 Serie A Parolo: "Sarebbe una pecca per l'Inter non vincere lo scudetto nel derby" 10:19 Serie C Serie C, il, programma della 37ª giornata: oggi in campo i gironi B e C 10:15 Serie A Le pagelle di Osimhen: isolato, si impegna ma sbaglia tutto quello che c'è da sbagliare 10:12 Serie B Spezia-Samp, non mancano le polemiche. Gazzoli: "Sul secondo gol annullato c'è stato un errore" 10:08 Serie A Hellas Verona, Lazovic: "È una bella vittoria che ci porta più vicini al nostro obiettivo" 10:04 Serie B Il punto sulla B: il Como accorcia sul Parma, Venezia in scia. Aquilani delude 10:00 Serie AVideo Un gol di Coppola a tempo scaduto fa esultare l'Hellas: 1-0 all'Udinese. Gli highlights 09:57 Rassegna stampa Stasera PSG-Lione, l'apertura de L'Equipe: "Prenderete una prima coppa?" 09:53 Rassegna stampa Milan, Cardinale: "Non siamo in testa al campionato, ma non smetteremo mai di puntare a vincere" 09:51 Serie AProbabili formazioni 33^ di Serie A, LIVE! Giroud titolare nel derby, turnover per la Fiorentina 09:49 Rassegna stampa Albertosi: "Pioli ha fatto bene al Milan. Chi può decidere il derby? Leao o Giroud" 09:45 Serie A Hellas Verona, Baroni: "Siamo contenti ma non abbiamo ancora fatto niente" 09:41 Serie ATMW Udinese, Cioffi verso l’esonero: ecco le possibili soluzioni per la sostituzione 09:38 Rassegna stampa Stellone: "Juric ha fatto un ottimo lavoro in questi tre anni. Zapata è un top player" 09:34 Rassegna stampa Milan, nessuno al sicuro: il Bayern sonda il terreno per Theo e Maignan 09:30 Serie A Udinese ko a Verona, Balzaretti: "Dura per tutti. Bisogna avere grande forza d'animo" 09:28 Rassegna stampa Lazio, Luis Alberto segna e indica l'Aquila sul petto: ma non è pentito del suo sfogo