Menù Notizie

Udinese, Sottil: "Dobbiamo fare di più. Ebosse? Era la prima. Beto lo aspettiamo al 100%"

di Ivan Cardia
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Vittoria di misura per l'Udinese di Andrea Sottil, che ai canali ufficiali del club analizza il successo per 2-1 sulla Feralpisalò in Coppa Italia: “Prendiamo il risultato, ma bisogna crescere consapevoli che dovremo fare meglio. All’inizio del secondo tempo eravamo in controllo totale della gara. Stavamo facendo molto bene, il gol subito ci ha tolto un po’ di sicurezza, poi è subentrata anche la stanchezza. Tutto sommato è stata una discreta partita, quella di oggi era un’Udinese che giocava con il solo Perez dei titolari dello scorso anno in difesa. Giocatori nuovi come Bijol, Masina ed Ebosse devono trovare i sincronismi. Giocando trovi la forma e la sintonia”.

Cinque tiri in porta sono troppi da subire?
"È stato bravo Silvestri a farsi trovare pronto, come sempre. Questo dato però mi preoccupa tra virgolette, perché c’è la disponibilità di un gruppo di calciatori forti che vogliono migliorarsi, ed aiutarli a farlo è il mio compito”.

Anche il centrocampo era rimaneggiato, con Lovric a dover adempiere a compiti diversi dai soliti.
“Lovric, nell’assenza contemporanea di Walace e Jajalo, ha dovuto giocare da play. Ha caratteristiche più da inserimento, ma è un centrocampista completo. Poteva trovare qualche cambio di fronte in più ma è stato a disposizione, so benissimo che lui è un interno ma può ricoprire anche quel ruolo. Rimane un elemento molto valido”.

All’esordio oggi Ebosse.
"Era alla sua prima partita, i quinti sono fondamentali in entrambe le fasi. Dobbiamo crescere negli scivolamenti difensivi. Dovremo lavorare tanto anche in fase offensiva, qualche volta si potevano fare scelte migliori, anche negli uno contro uno. Nella parte centrale del secondo tempo siamo cresciuti, ma dobbiamo fare di più”.

Oggi entrambi gli attaccanti titolari hanno timbrato il cartellino. “È sempre importante quando vanno a segno le punte, oggi Deulofeu e Success hanno segnato, ma anche Pereyra ha mostrato una straordinaria condizione, così come Makengo. Anche chi è subentrato ha dato tutto quello che aveva. Dobbiamo migliorare ma c’è disponibilità e qualità, tramite il lavoro di questa settimana non possiamo far altro che crescere”.

Davanti Beto sarà senz’altro una soluzione.
“Stiamo seguendo alla lettera il suo programma di rientro. Oggi era in panchina ma sapevamo che non l’avremmo utilizzato, deve fare il passaggio tra gestire qualche allenamento ed entrare al 100%. Ha lavorato, lavorerà domani e da lunedì si allenerà senza differenziazioni. Lo monitoreremo perché viene da un infortunio difficile”.

Altre notizie
Venerdì 9 Dicembre 2022
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena dell'8 dicembre 00:56 I fatti del giorno Le operazioni sotto accusa, le date, la carta Ronaldo e il nuovo Cda: il punto sulla Juventus 00:53 I fatti del giorno Buon ritiro per l'Inter a Malta: le parole di Gosens, Dzeko e Dimarco suonano la carica 00:49 I fatti del giorno Il Milan lavora al colpo Ziyech. E intanto proseguono le trattative con Leao e Bennacer 00:45 I fatti del giorno Dopo due giorni di stop torna il Mondiale: oggi via ai quarti, il programma completo
00:41 I fatti del giorno Portogallo, CR7 è di nuovo un caso. Ma la FPF smentisce: "Mai minacciato di lasciare il Qatar" 00:38 I fatti del giorno Luis Enrique non è più il ct della Spagna: finisce un'era durata 4 anni, De la Fuente il sostituto 00:34 I fatti del giorno Serie B, risultati e classifica dopo la 16^: il Frosinone vince e allunga. Sorrisi per Genoa e Bari 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Inter su Van de Beek, Roma su Depay. Il piano anti-Mbappé di Southgate 00:26 Calcio estero L'OM vuole regalare una freccia a mister Tudor: contatti per il colpo Zaha a parametro zero 00:23 Serie A Inter sempre su Musah del Valencia. Ma la concorrenza inglese complica i piani nerazzurri 00:19 Serie B Bojinov sul Parma: "Gli manca un finalizzatore ed è troppo dipendente da Vazquez" 00:15 Serie A Al Khelaifi attacca la Superlega: "Tutti contrari, nessuno guarderebbe un torneo di 3 squadre" 00:11 Calcio estero Mertesacker può tornare a casa: la Federcalcio tedesca l'ha contattato per il dopo-Bierhoff 00:08 Serie A Roma, Pellegrini: "Annuncio arrivo Mourinho eccitante. Neanche la squadra lo sapeva" 00:04 Serie C Avellino, D'Agostino jr: "Noi in Serie C siamo fuori contesto, ma nessuno ci regalerà la B" 00:00 A tu per tu …con Darío Canovi 00:00 Editoriale Comunque vada, con Tite il Brasile è tornato il Brasile. Storia di una metamorfosi nata guardando a storia, cultura e valori 00:00 Accadde Oggi... 9 dicembre 2020, l'Italia piange Pablito Rossi, icona del nostro calcio ed eroe a Spagna '82
Giovedì 8 Dicembre 2022
23:59 Serie A Perché Dumfries non ride mai? Gosens: "Me lo chiedo anche io, ma resta il più simpatico" 23:56 Calcio estero Scamacca non basta, il West Ham lavora per prendere un altro attaccante a gennaio 23:53 Serie A Salernitana, torna di moda Djuricic? Possibilità a gennaio solo in caso di addio di Coulibaly 23:49 Serie B Parma, Sits: "Cristiano Ronaldo il mio idolo, mi piacerebbe giocare in Premier League" 23:47 Serie A Benevento, Glik in campo dopo il Mondiale: "Aereo e poi treno per Reggio Emilia" 23:45 Serie A Massimo Mauro: "La Juventus faccia un patto coi tifosi. Pogba e Di Maria bravi ma non affidabili" 23:41 Qatar 2022 Giappone, Nagatomo e compagni accolti come degli eroi al rientro in patria dopo il Mondiale 23:38 Serie A Milan, già avviati i contatti col Real Madrid per ottenere lo sconto sul riscatto di Brahim Diaz 23:34 Calcio femminile Serra: "Noi pioniere del calcio femminile, ci chiamavano deviate. Ora finalmente è un lavoro" 23:30 Serie A Fiorentina, conferme inglesi: Liverpool e Tottenham su Amrabat già per gennaio 23:26 Calcio estero UFFICIALE: Lo storico nazionale ucraino Roman Zozulya finisce in terza divisione spagnola