Menù Notizie

Torino a quota 0 dopo 3 gare, Giampaolo: "Mi aspettavo qualche punto, ma non mollo"

di Emanuele Pastorella
Foto Articolo

Ai microfoni di Torino Channel, il tecnico del Torino Marco Giampaolo risponde alle domande dei giornalisti alla vigilia della delicatissima trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Che partita sarà?
“Ci sarà un alto livello di contenuti, il Sassuolo è forte e si è consolidato. E’ all’università del calcio, quindi per noi è un test impegnativo. Abbiamo cercato di prepararla al meglio, dobbiamo essere minuziosi nei particolari.

Izzo sarà arruolabile?
“E’ infortunato da una settimana, non è a disposizione”.

Su cosa conterà il Toro?
“Atalanta e Sassuolo sono due bellissime realtà, noi dovremo avere la capacità di stare sulla stessa percentuale di possesso palla dei nostri avversari. Loro fanno sempre la partita e si creano i presupposti per vincere, noi dovremo metterci una grandissima attenzione. I dettagli spostano il risultato”.

Quando pensa di vedere il Toro di Giampaolo?
“Tutti i percorsi di rivoluzione si pagano con sacrificio e sofferenze, sono difficili e tortuosi. Noi lavoriamo per inseguire quel tipo di idea di calcio: ora lo facciamo a volte bene e altre meno bene, dobbiamo fotocopiare quelle situazioni per un minutaggio più alto. Lo sapevo prima di venire al Toro e ne sono consapevole adesso, l’unica fiducia che ho sono l’applicazione dei calciatori e il lavoro quotidiano. E’ un momento delicato, ma lavoriamo per migliorare”.

Da cosa derivano i gol subiti?
“Possono dipendere da tante cose, contro il Cagliari sono arrivate su situazioni sulle quali lavoriamo. A volte sono disattenzioni, a volte è quella cura del particolare di cui parlavo prima. Spazio e tempo sono fondamentali. La rivoluzione consiste nell’apprendimento di questi principi”.

Si aspettava di essere in una situazione così complessa dopo tre partite di campionato?
“Mi aspettavo di fare qualche punto, siamo arrivati male alla prima e alla seconda abbiamo avuto l’Atalanta. Dobbiamo fare il mea culpa contro il Cagliari, ma la sconfitta è immeritata. I punti e la classifica trasmettono fiducia e crea entusiasmo, fidelizza i calciatori e tutto l’ambiente, e se vengono meno è più difficile. Ma io non mollo nulla”.

Che messaggio manda ai tifosi?
“Ci stanno preoccupazione e inquietudine, in tre partite non abbiamo raccolto nulla. Bisogna avere fiducia, anche se è un concetto astratto. Noi lavoriamo dal mattino alla sera, il tempo sarà giudice: i tifosi del Toro sono abituati a soffrire, speriamo che le sofferenze possano diventare soddisfazioni”.

Quanto mancano i tifosi?
“Senza quell’elemento, le partite sono diverse sul piano emozionale. Il mio riferimento sono le partite giocate qui a Torino, so quanto spingano la squadra: è un valore aggiunto per quelle squadre che tentano di giocare con un obiettivo offensivo. Mi auguro che possa finire questa situazione, anche se siamo entrati in un tunnel buio. Sarà un giorno di gioia quando riapriremo gli stadio.

Ha mai allenato un giocatore forte come Belotti?
“Per caratteristiche e nella peculiarità, no. Ma ho avuto altri attaccanti forti”.

C’è gerarchia tra Lyanco e Bremer?
“Nkoulou è un giocatore affidabile, come lo sono i due brasiliani e come spero lo diventi Buongiorno. Ognuno ha le sue caratteristiche con sfumature diverse. C’è un gruppo di calciatori utili alla causa, qualcuno è affidabile e qualcuno un po’ meno”.

Quali sono le loro caratteristiche?
“Sono forti ma con caratteristiche diverse, abbiamo bisogno di entrambe le caratteristiche”.

Verdi può aggiungere qualità?
“Tutti gli attaccanti devono aggiungere qualità, senza quella non vai da nessuna parte. E’ un giocatore affidabile che potrebbe giocare dall’inizio o no, lo vedrò domani. Contro il Cagliari ha avuto un rigore in movimento, le situazioni e le opportunità capitano sempre. L’ho visto meglio ultimamente, deve essere un giocatore determinante per il Toro".

Gojak può partire titolare?
“Deve migliorare l’inserimento, deve capire un po’ meglio l’italiano, ci stiamo lavorando. Fa le cose per bene, ci sarà modo per valutarlo meglio. E’ stata una settimana atipica, tra recuperi e preparazione è stata una settimana corta. Miglioreremo il suo inserimento, ma è un giocatore vivo e attento”.

Altre notizie
Sabato 05 Dicembre 2020
04:00 Serie A Sky o DAZN? Il programma televisivo dalla 10^ alla 16^ giornata di Serie A 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 4 dicembre 00:57 I fatti del giorno Dal volersi ritirare l'estate scorsa all'essere più storia del Duomo di Milano. A tutto Ibrahimovic 00:53 I fatti del giorno La Serie A torna in campo: tutte le probabili formazioni della 10^ giornata 00:49 I fatti del giorno La tregua momentanea fra Gasperini e Gomez. Almeno fino all'Ajax
00:45 I fatti del giorno Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio 00:42 I fatti del giorno Sinisa Mihajlovic contro le talpe, i giornalisti... E Barrow, voluto da lui stesso 00:38 I fatti del giorno Caso Suarez, Paratici raggiunto da un avviso di garanzia. Ecco cosa rischia la Juventus 00:34 I fatti del giorno Sospesa la rettrice dell'Università di Perugia per l'esame Suarez. Le tappe dell'indagine 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Allegri strizza l'occhio alla Premier. Juve-Napoli, ricorso degli azzurri 00:26 Calcio estero Da un van Hooijdonk all’altro. Il Nottingham Forest punta Sydney, figlio di Pierre 00:23 Serie A Allegri celebra CR7: "Ho allenato tanti campioni, ma neanche Ibra ha la mentalità di Ronaldo" 00:19 Calcio estero Valencia, Musah dopo il rinnovo: "È la ricompensa per anni di lavoro" 00:17 Serie A Ibra: "Qui c'è troppa positività. Prendere a scarpate gli altri? Non posso, sono l'esempio" 00:15 Serie A Napoli in corsa per lo scudetto? Ghoulam: "A livello calcistico, visto il 2020, non chiedo niente..." 00:12 Serie B Ardemagni e Dionisi, due esclusioni che fanno pensare all'addio al Frosinone a gennaio 00:08 Serie A Brunetta racconta l'arrivo in Serie A: "Stavo andando all'Atletico Mineiro, poi è arrivato il Parma" 00:06 Serie A Ibra: "Importante che il Duomo veda me. Io faccio la storia, non guardo le altre" 00:06 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - Tutte le ultime sul 10° turno di A LIVE! Scatta l'ora di Dybala 00:05 Serie B Pescara, gioia Breda: "Atteggiamento giusto, ma piedi per terra" 00:04 Calcio estero Paris Saint-Germain, Neymar ha le idee chiare sul futuro: resta e rinnova solo se arriva Messi 00:00 A tu per tu ...con Robert Acquafresca 00:00 Accadde Oggi... 5 dicembre 2000, Vincenzo Scifo annuncia l'addio al calcio 00:00 Editoriale Juventus, occhi puntati su Camavinga. Il Tottenham lavora su Khedira e Skriniar. Milan, vicino il rinnovo di Donnarumma fino al 2024. E per il futuro è calda la pista Thauvin
Venerdì 04 Dicembre 2020
23:59 Serie A Ibrahimovic: "Quando ero allo United pensavo di smettere. Volevo farlo al top, ora è diverso" 23:59 Serie A "Bravi a tapparci le orecchie". Rivedi le parole di Antonio Conte sul momento della sua Inter 23:56 Calcio estero Tusquets, pres. ad interim del Barça corregge il tiro: "Mai detto che avrei venduto Messi" 23:55 Serie A Ibrahimovic: "A fine campionato ho detto a Pioli che volevo ritirarmi. Contratto non importante" 23:55 Altre Notizie LIVE TMW - Coronavirus, otto Regioni e una Provincia cambiano colore. Kolarov e Prandelli negativi 23:53 Serie A "Contro la Dinamo risposta importante dalla squadra". Rivedi Pirlo sul momento della sua Juve