Menù Notizie

Roma, De Rossi: "Serie A non ci ha tutelato. Parole Lotito? Ha sbagliato"

Live TMW
di Dario Marchetti
Premi F5 per aggiornare la diretta!
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

10.20 - Daniele De Rossi torna a parlare e lo fa alla vigilia della sfida con il Bologna. Queste le sue parole in conferenza stampa:

10.33 - Inizia la conferenza stampa

Hanno recuperato tutti i giocatori?
"Con il Milan è stata una gara difficile, è servivo un grande sforzo fisico e mentale. I ragazzi hanno fatto uno sforzo incredibile, ma abbiamo recuperato e siamo pronti per giocare".

Come sta Lukaku?
"Lukaku non sarà della partita. Ha avuto un problema muscolare di lieve entità, ma siamo fiduciosi che non sia nulla di grave. Giocherà uno tra Azmoun e Abraham, oggi capiremo bene. Non escludo che potremo usarli entrambi".

Che partita sarà contro il Bologna?
"L'ho detto già tante volte, è la squadra più affascinante del campionato. Il Milan ha giocato bene, l'Inter gioca bene, la Fiorentina gioca bene, ma sono squadre con giocatori di qualità alta. Il Bologna invece è una squadra costruita per la metà classifica e sta facendo un capolavoro. Motivo per cui i miei complimenti sono sempre sinceri, a Thiago e alla società. Tatticamente è una squadra molto fluida, i centrali si inseriscono molto. Noi facciamo una cosa simile. È affascinante vederli, è difficile studiarli e affrontarli. Faccio i complimenti a Thiago. Per noi sarà un vantaggio l'assenza di Ferguson ma gli mando un abbraccio perché salterà anche l'Europeo e mi dispiace".

Su Udinese-Roma rinviata al 25 aprile. C'è una mancanza di tutela verso la Roma?
"Si mi trovo allenato con le parole della società. Ne avevamo parlato con Lina, Maurizio e presidenti. La stessa Serie A ha sempre aiutato noi e le squadre impegnate in Europa per gestire queste gare nel modo migliore. Qui si è creato un precedente particolare, a mia memoria è la prima volta che non viene accordato un giorno e un orario per aiutare una squadra impegnata in una semifinale così importante. Mi dispiace che Casini non abbia ascoltato le nostre richieste legittime e sacrosante. Mi dispiace per Butti che è un uomo di calcio, è stato nell'Inter del Triplete, non ci abbia capito. Sa benissimo quanto un giorno in più o in meno possano essere determinanti. Detto ciò, punto. Sennò si innesca l'effetto Florida, le parole ripetute ti fanno sentire stanchi. Ripetere che siamo stanchi e non ci hanno tutelato può essere controproducente. E' vero che non ci hanno tutelato, ma ora basta. Ai ragazzi non lo dirò più".

Come cambia l'attacco senza Lukaku? Dybala falso nove?
"Tammy l'ho visto poco, lo voglio scoprire. È una forza della natura, ha grande entusiasmo. A volte perde energie con arbitri e tifosi. Noi dobbiamo incanalare la sua energia e la sua rabbia repressa per i 9 mesi di assenza, noi riusciamo ad avere un grande giocatore. Dobbiamo essere noi a capire lui, lui sta già capendo noi. È un giocatore affascinante da allenare, non è troppo diverso da Lukaku. Hanno molti anni di differenza di età, Romelu è più esperto. Lavorandoci molto può diventare devastante. Dybala falso nove mi piacrebbe, a volte ci ho pensato. Per giocare con un falso nove come Paulo servono giocatori di grande gamba sulle fasce, giocatori esplosivi. Anche a centrocampo servono giocatori che si inseriscono. Mi piacerebbe tanto, ma serve anche l'attacco di profondità e non è una nostra grande caratteristica".

Le parole di Lotito su Ndicka?
"Mi ero preparato a questa domanda. Qui c'è un tweet delle 20:42 della SS Lazio che dice Forza Evan ti siamo vicini. Erano le 8 e 42, quindi c'era la sensazione fosse qualcosa di molto grave. Per fortuna non lo è stato, ma penso nessuno debba rinfacciarcelo. Penso che nessuno debba rinfacciarci che il nostro amico e ragazzo non sia morto o non sia ancora in ospedale con i postumi di un infarto. Quando ho parlato di gente che vede il marcio... sui social alcuni mandano i messaggi "eh ma non c'ha niente, l'hai fatto per guadagnare 20 minuti". Ma la Roma non aveva nessun vantaggio a non finire la partita. L'inerzia della gara in quel momento era a vantaggio della Roma. Se proprio dovessimo giudicere l'utilità di quello stop, noi abbiamo fatto una cosa che andava contro il nostro interesse. Ripeto, se lo mandano per messaggio dei ragazzini tifosi sfegatati e vedono solo il calcio, dà fastidio 30 secondi e poi passa. Ma se lo facciamo anche noi nel mondo del calcio... anche nelle chiacchiere con Butti e Casini è uscita questa cosa. Come se il fatto che poi non fosse grave era una nostra colpa. Un nostro errore. Come se non bastasse il fatto che fossimo spaventati e che poteva succedere qualcosa di grave. È un peccato perché perdiamo qualcosa. Mi spiace che lo faccia anche Lotito. Io con lui ho un buon rapporto, ma sta volta ha sbagliato. Forse gli è sfuggito un colpo a vuoto. Perdiamo sempre occasioni per fare passi avanti. Se qualcuno mette avanti l'interesse e la vita di un giocatore, dovremmo essere tutti d'accordo. Come è stato l'Udinese e tanti altri che ci hanno mostrato solidarietà non solo alle 20:42 ma anche fino a oggi".

Il nuovo ruolo di Pellegrini?
"È inevitabile che si trovi più avanti sulla sinistra e che poi si accentri. Bove e Cristante giocano dall'altra parte e vanno sull'esterno, Lorenzo gioca a sinistra ed è portato ad accentrarsi. Tatticamente mi stupisce, i miei collaboratori non pensavano fosse così forte e intelligente. L'ho trovato un altro giocatore anche a livello atleticamente, è un giocatore incredibile".

Altre notizie
Lunedì 27 Maggio 2024
14:12 Calcio estero B. Dortmund, Terzic non teme il Real: "In una singola gara possiamo battere chiunque" 14:08 Serie A Le pagelle di Okoye: Davis segna ma lui para. La salvezza dell'Udinese è soprattutto sua 14:06 Serie A In Francia sono sicuri, Massara sarà il nuovo direttore sportivo del Rennes 14:04 Serie C Il 'Del Duca' torna in Serie B? La Juve Stabia lo ha scelto per le gare interne 14:00 Serie A Serie A, i migliori 10 portieri: decisiva Atalanta-Fiorentina. Maignan fuori dalla graduatoria
14:00 Serie A TOP NEWS ore 14 - Di Lorenzo-Napoli: la storia è finita. Milan, volata finale per Fonseca 13:56 Calcio estero De la Fuente pronto al rinnovo con la Spagna: "Tranquillo, definiamo la prossima settimana" 13:53 Serie A Le pagelle di Juric: la speranza europea è l'unica consolazione. Brutta prestazione 13:49 Serie A Serie B, Giudice Sportivo: due turni a Brignola. Ammenda da 6mila euro per il Catanzaro 13:45 Serie A Serie A, la Flop 11 della stagione 2023/24: nell'undici iniziale, 8 sono della Salernitana 13:43 Serie A Brahim Diaz: "Stagione pazzesca col Real. Ho sentito Pioli e l'ho ringraziato..." 13:43 Serie A La Juve prova a inserirsi per Di Lorenzo. Intreccio di mercato con il Napoli: piace Dorgu 13:41 Calcio estero Manchester City, l'Al-Ittihad si muove per Ederson: pronti 25 milioni per il brasiliano 13:39 Serie A Milan, venerdì amichevole a Perth con la Roma: c'è Giroud. Assente Leao 13:38 Serie A Le pagelle di Scamacca: un gol pazzesco e un segnale a Spalletti per l'Europeo 13:34 Serie B Il Torino su Vanoli? Lui risponde così: "Nel calcio non sai mai cosa succederà domani" 13:32 Serie A Udinese, Okoye festeggia la salvezza: "Un bel regalo al paron Pozzo" 13:30 Serie A Serie A, la formazione della stagione 2023/24: 7 interisti nell'undici titolare 13:26 Serie A Le pagelle di Lookman: un gol da falco e due annullati. Altra prestazione clamorosa 13:23 Serie A Milan, a destra in crescita l'opzione Tiago Santos. Fonseca è il suo sponsor 13:19 Serie B Quale sarà la Serie B del futuro? Sono 18 i club sicuri. Mancano solo gli ultimi due 13:15 Serie A Serie A, la Flop 11 della 38ª giornata: il Toro dorme a Bergamo, 4 giocatori nel nostro 4-3-3 13:13 Serie A La Juventus saluta ufficialmente Alex Sandro: "Da oggi ancora più parte della nostra storia" 13:11 Serie A Le pagelle di Nicola: firma l'ennesima rimonta salvezza, compiuta un'altra impresa 13:08 Serie A Thiago Motta e Juventus, intesa blindata. L'incontro con Giuntoli però è rinviato 13:04 Serie BTMW Palermo, niente riscatto per Henderson. Ritorno al Milan anche per Chaka Traoré 13:00 Serie A Serie A, la Top 11 della 38ª giornata: Okoye e Niang eroi salvezza. Alex Sandro, addio con gol 12:56 Calcio estero Il Lipsia dei giovani in porta riparte da un veterano, il ds: "Ecco perché rinnoviamo Gulacsi" 12:53 Serie A J.Jesus torna sul caso Acerbi: "L'ho tutelato, ma lui voleva farmi passare per bugiardo" 12:49 Serie C Vis Pesaro, avanti con Stellone in panchina. Venerdì la conferenza del presidente