Menù Notizie

LIVE TMW - Napoli, Garcia: "Ho sentito due volte De Laurentiis, come al solito. Mi sembra sereno"

di Pierpaolo Matrone
Foto

Domani il Napoli esordirà in Champions League sul campo dello Sporting Braga e, come di consueto, si terrà la conferenza stampa della vigilia. Rudi Garcia incontrerà i media direttamente al Municipal de Braga e sarà in compagnia di Mario Rui. L'appuntamento è per le ore 22.

22:30 - Arriva Garcia, subito la prima domanda. Qual è il problema? Perché non va?
"Siamo solo quinti, volevamo fare meglio ma è solo l'inizio della stagione. Nella sconfitta abbiamo giocato benissimo un tempo, l'altro no. Nel pareggio bene solo nel secondo tempo. Dobbiamo essere più continui, ma il campionato è il campionato e la Champions è la Champions. Sono solo sei partite, vuol dire che ogni partita conta molto di più rispetto al campionato. Siamo qui per vincere, arriviamo con ambizione, determinazione e fiducia".

Ha sentito De Laurentiis?
"Né più né meno rispetto al solito. L'ho sentito domenica e anche stamattina. Io sono sereno e tranquillo. Il presidente? Lo sembra anche lui, chiedetelo a lui".

Cosa dovrete fare?
"Dobbiamo essere più efficaci sotto porta. E dobbiamo essere in grado di finire le partite senza prendere gol. In quattro partite abbiamo subito cinque gol, però analizzando le statistiche abbiamo subito otto tiri nello specchio. Vuol dire che non difendiamo così male e che non siamo fuori posizione. Abbiamo subito un rigore, due palle inattive col Genoa, due contropiedi con la Lazio. Non è mai la stessa cosa: se concediamo poco, come all'inizio, faremo dei clean sheet e sarà più semplice vincere le partite".

Come sta vedendo Osimhen e Kvaratskhelia?
"Tutta la rosa è importante, chi inizierà è importante, ma il risultato si fa non solo con gli undici che iniziano. Osimhen ha iniziato bene, con due gol in tre partite, poi non ha segnato ma speriamo che lo faccia domani. Kvara invece è stato frenato durante la preparazione da un infortunio, ha saltato la prima partita, la seconda solo nel secondo tempo. Poi ci ho parlato perché io lo voglio tranquillo, deve essere decisivo. Non segna da un po', ma non deve pensarci, avere sempre il piacere di giocare. Sarebbe già molto buono se facesse un assist come col Sassuolo. Domani si gioca la Champions, il sogno di tutti noi, vogliamo andare il più lontano possibile. Queste serate sono fatte anche per i grandi calciatori e Khvicha ne è uno".

E' cambiato qualcosa nella preparazione?
"Le statistiche non vogliono dire tutto, ma nell'ambito della preparazione fisica sì. Nel secondo tempo col Genoa ci sono stati dati più alti rispetto al primo tempo. Una squadra che è stanca non può fare questa cosa".

Che avversario si aspetta? Che partita bisognerà fare?
"Noi veniamo per vincere, con determinazione, ambizione e fiducia. Il Braga ha delle qualità, conosciamo bene alcuni giocatori, ci sono tanti che hanno giocato in Francia e conosciamo bene, da Fonte a Moutinho. Hanno qualità, Bruma, Ruiz e non solo. Bisognerà essere continui, fin dal primo minuto dobbiamo mostrare determinazione, dare tutto e cominciare bene questa Champions League".

E' deluso dall'andamento? O sorpreso?
"Deluso per niente, neanche sorpreso. Dobbiamo imparare, sia io che la squadra. Nel primo tempo con la Lazio abbiamo fatto meglio di tutta la stagione, ma poi ci serve continuità. Da domani è questo che proveremo a ottenere".

A che punto è Natan
"Vi avevo spiegato che abbiamo avuto la sosta per farlo lavorare. Ora pare non abbia più problemi fisici, aveva un problema al ginocchio. E' più vicino a entrare in questa squadra, ma voglio far sì che ci siano buone condizioni".

C'è il rischio di sottovalutare l'avversario?
"Ho giocato qui col Marsiglia in Europa League. Torno qua con piacere, è uno stadio particolare. Il Braga è cresciuto tanto visto che ora è in Champions League. Noi rispettiamo gli avversari e faremo in modo di giocare al 100%".

22.58 - Termina la conferenza stampa

Altre notizie
Martedì 25 Giugno 2024
00:42 I fatti del giorno La Spagna B domina contro l'Albania e trionfa nel Gruppo B: la coppa è pubblicamente nel mirino 00:38 I fatti del giorno Zaniolo vuole l'Italia e può tornare dove tutto è iniziato: anche Amrabat nell'affare? 00:34 I fatti del giorno Mister Baroni vuole veronizzare la sua Lazio: si lavora al doppio colpo Noslin-Cabal 00:32 Serie A Como, il ds Ludi: "Penso sempre a Modric, ma nessuna trattativa. Belotti è vicinissimo" 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - L'Italia pareggia al 98' e va agli ottavi. Tutte le voci da Lipsia
00:27 Euro 2024 Ungheria, Csoboth: "Ho rivisto il gol con la Scozia mille volte, mi vengono i brividi" 00:23 Serie A Milan e almeno 3 club esteri su Luca Pellegrini. Ma per la Lazio non è in vendita (per ora) 00:21 Serie A La Lazio si congratula con Zaccagni: "Il momento migliore per la prima rete azzurra" 00:20 Serie ATMW Udinese, striscione dei tifosi contro i Pozzo: "Ora o spendi o vendi" 00:19 Serie C Faccioli saluta il Legnago: "Grazie per quello che hai significato in questo percorso" 00:18 Euro 2024Live TMW Croazia, il ct Dalic recrimina: "Otto minuti di recupero non si possono vedere..." 00:16 Serie A Bonucci ammette: "Ripetere quanto fatto tre anni fa non è facile, ma la Spagna insegni" 00:15 Euro 2024 Italia, Jorginho: "Non ci siamo accontentati, ma abbiamo sbagliato. Ora è il momento di godere" 00:11 Euro 2024 Polonia, Lewandowski: "Mi sentivo impotente per l'infortunio. Con la Francia non sarà l'ultima gara" 00:10 Serie A Genoa, individuato il possibile sostituto di Martinez: piace Kotarski del PAOK 00:08 Serie A Capello: "Italia non abituata a questa velocità di gioco. Calafiori fuoriclasse alla Sergio Ramos" 00:06 Serie A Bologna, accelerata decisiva per Holm: sarà rossoblù per 7 milioni di euro 00:04 Serie CTMW Radio Altamura, Grammatica: "Di Donato tecnico equilibrato con idee importanti" 00:03 Euro 2024Live TMW Spalletti sbotta in conferenza stampa: "Avessi avuto paura avrei fatto il vostro lavoro!" 00:00 Accadde Oggi... 25 giugno 1978, Kempes abbatte l'Olanda: l'Argentina vince 3-1 ed è campione del mondo 00:00 A tu per tu …con Beppe Iachini 00:00 Editoriale Miracolo Zaccagni e l’Italia esce da un incubo. Per puntare a un Europeo da protagonisti dobbiamo alzare il livello. Fantastico Donnarumma, prezioso Calafiori. E ora la Svizzera
Lunedì 24 Giugno 2024
23:59 Serie A Marcolin: "Mi aspetto Kvaratskhelia ancora a Napoli. Lavorare con Conte gli farà bene" 23:58 Serie A Uno dei grandi protagonisti azzurri out con la Svizzera: Calafiori sarà squalificato 23:56 Calcio estero Il Bayern fa la spesa in Premier: nel mirino Bernardo Silva, i tedeschi vogliono pagare la clausola 23:53 Euro 2024 Calafiori: "Avevo bisogno di dare qualcosa a questa Nazionale e rifarmi dell'autogol" 23:51 Serie ATMW Zaccagni fa esplodere l'Italia, la Croazia piange. Le immagini più belle dell'1-1 di Lipsia 23:49 Serie C Catania, Faggiano: "L'80% dei nomi accostati a noi non sono veritieri. Tante uscite" 23:47 Serie A Croazia, Modric: "Questo è il calcio... Grazie tifosi italiani per gli applausi" 23:46 Euro 2024 Albania, Sylvinho: "Siamo orgogliosi, eravamo in un girone di ferro"