Menù Notizie

La Juve precisa la sua posizione e sonda il “mercato” per trovare il sostituto di Nedved

di Simone Dinoi
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

La Juventus prosegue nel suo processo di cambiamento dopo aver avviato quella che è una vera e propria rivoluzione societaria. Conferme per la parte di campo, che fino a qualche settimana era quella più a rischio, tanti cambiamenti invece in quella dirigenziale. Non c’è più Andrea Agnelli, non c’è più Pavel Nedved. E se per il primo il cambio della guardia è già stato avviato, non vale lo stesso per il secondo.

Torna a parlare Agnelli e la Juve precisa la sua posizione.
È ancora freschissimo, e non potrebbe essere altrimenti, l’addio di Andrea Agnelli alla presidenza della Juventus dopo quasi 13 lunghi anni di direzione. Quello che ormai è l’ex presidente bianconero è tornato a parlare in occasione del consueto appuntamento natalizio in Senato con lo Juventus Club Parlamento: “La Juve è più grande di ogni uomo che la potrà mai guidare. Una scelta presa di comune accordo con John Elkann. Io resto il primo tifoso e non cambia nulla per i programmi e gli obiettivi della squadra: è all’altezza della situazione, può vincere qualsiasi cosa”. Andrea Agnelli non è contento di aver salutato, ma l’azione è stata necessaria per il bene del club. Club che ha diffuso una nota nella giornata di ieri per puntualizzare in merito alle ultime notizie di cronaca: “Juventus confida che, proprio in ragione della ritenuta assenza di qualsivoglia alterazione dei bilanci contestati, le conclusioni delle autorità sportive (che già si sono espresse, con riguardo al tema plusvalenze, in senso favorevole a Juventus) non cambieranno: in assenza di alcuna alterazione contabile, ogni sanzione sportiva risulterebbe del tutto infondata. Nella convinzione di aver operato sempre correttamente, Juventus FC intende far valere le proprie ragioni e difendere i propri interessi, societari, economici e sportivi, in tutte le sedi”. Questa volta sì, la Juventus si difenderà.

Nessun aumento di capitale. La Juve cerca un sostituto di Nedved.
Tra le varie voci che si sono rincorse in queste giornate ricche di indiscrezioni, una di quelle prontamente smentite dai diretti interessati è che Exor potesse promuovere un ulteriore aumento di capitale (già 700 i milioni versati negli ultimi 10 anni in tre “rate”) in Juventus. Non sarà così come confermato da John Elkann durante l'annuale Investor adn Analyst Call: “Non sono necessari nuovi aumenti di capitale. Ci troviamo in una situazione in cui c’è una chiara direzione davanti. Sarà nominato il nuovo consiglio di amministrazione a gennaio e il presidente sarà Gianluca Ferrero, che saprà affrontare le varie questioni. La società avrà un Direttore Generale (Maurizio Scanavino n.d.r.) molto capace nelle aree in cui la Juventus è presente”. Ciò che cercherà invece la Vecchia Signora è un sostituto di Pavel Nedved che raffigurava il vero collante fra società e squadra. L’ormai ex vicepresidente non si perdeva infatti nessun allenamento e rappresentava quella figura, per via del passato da calciatore, capace di comprendere entrambi i lati del rapporto. La Juventus ha intenzione di trovare un altro interprete del ruolo, con la lista dei candidati che sarà a breve al vaglio.

Altre notizie
Giovedì 29 Febbraio 2024
12:23 Serie A Monza, Pessina: "Palladino farà una grande carriera. La Roma? Sono da Champions" 12:19 Serie C Catania, Vanigli: "Dimostrata la giusta mentalità, ora risaliamo anche in classifica" 12:15 Serie A Le pagelle di Kvaratskhelia - È tornato e fa quello che vuole. Si va al 7.5 all'8.5 12:14 Serie A Sabato il Borussia Dortmund a Terni: occhi su Dennis Man del Parma 12:12 Calcio estero Davies piace al Real ma fu vicino al Barça: "Bartomeu disse no perché sono canadese"
12:10 Serie A Il Sassuolo tra Bigica e un nuovo allenatore, ore decisive per la panchina 12:08 Serie A I giocatori dell'Inter cantano "la capolista se ne va"? Dimarco: "Non abbiamo ancora fatto nulla" 12:04 Serie B Venezia, Niederauer: "Non solo Cerberus, parliamo con altri investitori. Ambiamo alla A" 12:01 Editoriale Un’Inter inarrestabile e lampi del “vecchio” Napoli 12:00 Serie A Le pagelle di Doig - Era già in fase calante a Verona. Non si è ancora ripreso 11:56 Calcio estero Mbappé vuole portare a Madrid il fratello Ethan e non solo: chiesto uno sforzo per Hakimi 11:53 Serie A Fiorentina, Martinez Quarta a rischio forfait col Toro. Kouame punta la Conference 11:49 Serie B La Top11 di Serie B: brillano Felici, Johnsen e Raimondo, tutti premiati col 7,5 11:45 Serie A Le pagelle di Carnesecchi - Para un rigore ma sbaglia troppo. Peggior serata dell'anno 11:42 Calcio estero Retromarcia del Barcellona: Dani Alves riammesso tra le "leggende" del club 11:38 Serie A Koopmeiners o Ferguson? La Juventus studia la strategia con le carte Miretti e Nicolussi 11:34 Serie B Sampdoria, rinviata la decisione sui ricorsi di Vidal: accordo o sarà il tribunale a decidere 11:34 Serie C Padova, Torrente: "Dieci gare in 40 giorni, c'è bisogno di tutti. Vedo miglioramenti continui" 11:30 Serie A Le pagelle di Lautaro - Dal 7.5 all'8 pur sbagliando un rigore. Giocatore totale 11:26 Calcio estero Bayern su Xabi Alonso, ma il tecnico spagnolo può finire al Liverpool col d.s. Rolfes 11:23 Serie A Lo Stadium che fischia, la caviglia ko e i problemi sul rinnovo: ecco il 2024 di Federico Chiesa 11:19 Serie B Feralpisalò, La Mantia: "Vittoria frutto di un gruppo sano. Ora restiamo sul pezzo" 11:15 Serie A Le pagelle di Osimhen - Un uragano che travolge tutto. È la soluzione di tanti problemi 11:12 Calcio estero Brighton fuori dall'FA Cup, De Zerbi mastica amaro: "Nel calcio chi segna vince" 11:08 Serie A Osimhen sulla scia di Sallustro e Maradona: quarta volta consecutiva in doppia cifra 11:04 Calcio femminile Parigi 2024, Nigeria-Sud Africa e Marocco-Zambia per decidere le ultime 2 qualificate 11:00 Serie A Le pagelle di Tressoldi - Serata melodrammatica, prova imbarazzante. Ma è sempre titolare 10:58 Le Statistiche Lazio-Milan alla 27^ di A e… lo scudetto diventa rossonero in rimonta 10:56 Calcio estero Una meteora del Crotone resta in Cina. Kotnik passa dal Meizhou Hakka al Dalian 10:53 Serie A Inter, Darmian: "Il +12 in classifica? Sappiamo che i mesi che verranno sono i più importanti"