Menù Notizie

Jeda: "Non mi spiego l'approccio avuto dal Cagliari a San Siro contro il Milan"

di Simone Lorini
Foto
© foto di Marco Farinazzo/TuttoLegaPro.com

Jedaias Capucho Neves, per tutti Jeda, parla ai microfoni di TuttoCagliari.net dell'ultima gara persa dai rossoblù al Meazza di Milano:

“Possiamo tirare in ballo l’atmosfera di San Siro… Possiamo ricordare che il Milan ha tanti calciatori forti, che quando si mettono a giocare a calcio sanno dare spettacolo e mettono in difficoltà chiunque… Però confesso che anch’io sono rimasto un po’ sconcertato dalla prestazione offerta dal Cagliari sabato scorso. Più che altro mi ha sorpreso in negativo l’atteggiamento remissivo della squadra. Se io gioco nel Cagliari e vado a San Siro ad affrontare un Milan secondo in classifica, francamente penso che tutto sommato non ho nulla da perdere. Dunque non ho paura di fare la mia partita e di giocarmi tutte le mie carte al cento per cento, a viso aperto. Invece i ragazzi di Ranieri sono stati sopraffatti dal timore di essere surclassati dai rossoneri e, di conseguenza, hanno disputato una gara pessima sotto tutti i punti di vista. Il Cagliari è praticamente sempre stato in balia del Milan, e faccio fatica a spiegarmi il motivo di un approccio così rinunciatario. C’è stato qualche timido segnale di risveglio solo dopo il 2-1 di Nandez, quando c’era la possibilità concreta di rimettere in piedi la partita.”

La Caporetto del Meazza dovrà servire da lezione in vista della decisiva trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo. Al Mapei Stadium al Cagliari teoricamente potrebbe bastare anche un pareggio, ma approcciare il match con l’unica idea di portare a casa un punto sarebbe deleterio ed estremamente pericoloso, non crede?
“Parliamo di uno scontro diretto: scendere in campo con un atteggiamento rinunciatario e mirare dichiaratamente al pareggio sarebbe profondamente sbagliato. Anche perché si rischierebbe di prestare il fianco a un Sassuolo che di fatto sarà all’ultima spiaggia, e che dunque giocherà col dente avvelenato senza avere niente da perdere, ma con l’unico obiettivo di centrare la vittoria della speranza. Il Cagliari dovrà andare a Reggio Emilia a giocarsi la partita senza pensare troppo al risultato, che è sempre una conseguenza del gioco espresso e dello spirito mostrato in campo. Verso la fine della gara si potrà pensare al risultato, ma prima bisognerà proporre il proprio calcio senza troppo calcoli o sovrastrutture mentali. Tra l’altro non dimentichiamoci che il Sassuolo è una compagine che ha tanti problemi, soprattutto dalla cintola in giù. Poi è chiaro che se alla fine dovesse venire fuori un pareggio il punticino sarebbe ben accolto in casa rossoblù, ma i ragazzi non dovranno assolutamente iniziare la partita con quell’idea fissa in testa.”

Altre notizie
Mercoledì 29 Maggio 2024
08:28 Rassegna stampa Juve, contatto per Koopmeiners ma l'Atalanta non fa conti. Resiste la prima alternativa Samardzic 08:23 Rassegna stampa Oaktree colpita da Inzaghi: via libera per il rinnovo dopo l'Assemblea dei soci 08:18 Rassegna stampa Un mese per trovare l'intesa con Zirkzee: adesso il Milan va in pressing sull'olandese 08:15 Serie A Di Gregorio e poi Calafiori. La Juventus ricostruisce il futuro coi colpi dalla Serie A 08:13 Rassegna stampa Juve, contatti aperti con Rabiot: sobrio ottimismo per il rinnovo. La volontà del francese
08:08 Rassegna stampa Inter, mistero alle Cayman negli accordi Zhang-Lionrock. Dubbi sui tempi del passaggio di quote 08:03 Rassegna stampa Occhio alla Conference. Il Corriere (Torino) intitola: "Stasera il Toro tifa Fiorentina" 08:00 Serie A Lazio, il rapporto Tudor-Guendouzi tra i temi caldi dell’estate biancoceleste 08:00 Editoriale Inter: i nodi del rinnovo di Lautaro. Juve: la mossa di Giuntoli (e Di Lorenzo…). Milan: i silenzi della dirigenza e i segnali (forti) su Jonathan David. Napoli: il cuscinetto tra Conte e De Laurentiis 07:58 Rassegna stampa Libero in prima pagina: "La richiesta impossibile di Lautaro all'Inter per il rinnovo" 07:53 Rassegna stampa Ghisolfi già al lavoro, Il Romanista in prima pagina: "Non c'è tempo da Perth" 07:48 Rassegna stampa Ad Atene c’è Olympiacos-Fiorentina e il Toro tifa viola, La Stampa: "Una Coppa per due" 07:45 Serie A Roma, da Svilar a Pellegrini: gli incedibili di De Rossi 07:44 Accadde Oggi... 29 maggio 1985, la tragedia dell'Heysel. Ma poteva essere addirittura un'Apocalisse 07:43 Rassegna stampa Euforia Atalanta, L'Eco di Bergamo intitola: "Venerdì il bus scoperto, l'itinerario" 07:38 Rassegna stampa Stasera la finale tra Fiorentina e Ollympiacos, La Repubblica: "La notte viola" 07:33 Rassegna stampa La Samp chiude col passato, Il Secolo XIX con Ferrero: "Mi spettano 2,5 milioni" 07:30 Serie A Il Milan ha un budget (iniziale) per il calciomercato che nessuno in Italia può permettersi 07:29 Altre Notizie Di Marzio: "Duello Napoli-Inter per Buongiorno" 07:28 Rassegna stampa Il Messaggero in prima pagina: "Roma, cercasi attaccante. Spunta Jonathan David" 07:23 Rassegna stampa Il Mattino in prima pagina: "Dall'ingaggio alla clausola, così il Napoli è vicino a Conte" 07:18 Rassegna stampa Corriere della Sera: "La Fiorentina cerca la rivincita. Italiano: 'Serve il fuoco dentro'" 07:18 Altre NotizieTMW Radio Napoli, Impallomeni: "Conte se accetta è perché pensa che la squadra sia forte" 07:16 Serie CTMW Radio Pro Vercelli, Mustacchio: "Stagione buona. Dossena ha dato una gran mentalità" 07:15 Serie A Conte ha chiesto Buongiorno del Torino ad ADL. Quanto può costare il grande colpo in difesa 07:14 Altre Notizie Avanti Viola! Portatela a Firenze 07:13 Rassegna stampa Il ricordo della strage dell'Heysel, Tuttosport in apertura: "+39. Rispetto e amore" 07:10 Altre Notizie Nassi: Bayer non pervenuto! Come si affronta l'Atalanta 07:08 Rassegna stampa Napoli vicino alla meta, Il Corriere dello Sport apre: "Ecco cosa chiede Conte" 07:07 Podcast TMWPodcast TMW Così nasce il primo mercato del nuovo ciclo Juve. Mirino puntato sulla Serie A