Menù Notizie

I numeri dell'Inter sono imbarazzanti. Per gli altri: Inzaghi punta lo scudetto in faccia

di Ivan Cardia
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Sarà che prende a pallate chiunque e inizia ad affiorare un pizzico di noia. L'Inter ha cambiato gioco, forse per manifesta superiorità: da qualche partita ha lasciato il calcio, via col poker. Una mano migliore alle altre non capita, spesso manca persino la figura che sarebbe un tiro in porta. Così, sono quattro gare di fila che i quattro gol del collettivo diretto da Simone Inzaghi piegano il malcapitato avversario di turno. E l'unica domanda sul prossimo scudetto - si può dire? - è ormai solo relativa a quando si assegnerà, non certo a chi.

I numeri dell'Inter sono imbarazzanti. Per gli altri. Perché se qualcuno gioca così, vuol dire che a calcio si può giocare così. A farne una questione di pura estetica, ci sarebbe da scrivere un trattato, ma si rimarrebbe nello sterile dibattito fra giochisti e risultatisti. L'Inter lo sta ammazzando, perché è la più bella del lotto e vince sempre. Meglio far parlare i numeri: più cinquantacinque di differenza reti, il secondo miglior attacco della Serie A ha segnato cinque reti in meno. Otto partite vinte con almeno cinque gol di scarto, diciotto clean sheet in campionato e ventitré complessivi in stagione, mezz’oretta in svantaggio e una vita intera davanti agli altri. Tre giocatori in doppia cifra, tra cui Lautaro che fa storia a sé perché è a 23 gol in 24 partite e di questo passo il record di Higuain e Immobile se lo può prendere davvero. Sommer, per la cronaca, ha dietro l'angolo quello di Provedel. È, si diceva, manifesta superiorità rispetto a un campionato nel quale le più vicine vanno a un'altra velocità: si è visto qualcosa di simile l'anno scorso col Napoli? Sì, ma 'Inter ha un punto in più. Quanto al resto, non c'è un paragone perché sino numeri che non hanno precedenti in Serie A.

Il sogno? Lo scudetto in faccia. A maggio 2013, la Lazio vinceva una Coppa Italia nel derby con la Roma: nella Capitale, la ricordano ancora come la coppa in faccia. Sulla panchina biancoceleste, c'era Petkovic. Undici anni dopo, Inzaghi può cullare e fa coltivare ai tifosi interisti un sogno ancora più grande. Il weekend del 21 aprile si giocherà Milan-Inter, derby di ritorno. Quello di andata è finito 5-1. Ai nerazzurri oggi mancano 24 punti per vincere lo scudetto, dopo quella giornata mancheranno altre cinque partite alla fine del campionato. Facendo due conti, per vincere il tricolore in quella data, all'Inter "basterà" arrivare al fischio d'inizio della stracittadina (e poi vincerla) con tredici punti di vantaggio sul Milan e altrettanti sulla Juve, a patto che i bianconeri siano già scesi in campo - come molto probabile, se non sicuro - prima del derby. È un traguardo non così impossibile, se si considera che al momento l’Inter ne ha dodici su Allegri al secondo posto e addirittura sedici su Pioli terzo.

Altre notizie
Martedì 16 Aprile 2024
12:21 Il Due di Piccari La grande paura. Luis Alberto dribbling complicato. Pioli indifeso 12:20 Editoriale Gasperini opzione forte per la panchina del Napoli, l'Atalanta lo lascerà andare? Juve, quale futuro? È Giuntoli a dover uscire allo scoperto. Poi Gila, Pioli, Italiano e Palladino: a che punto è il valzer degli allenatori 12:19 Serie A Goretti e l'Empoli: "Quando si parla troppo vuol dire che qualcuno non vuole che si realizzi" 12:15 Serie A Juve pazza di Calafiori e disposta a sacrificare Huijsen. Piace anche Leoni della Samp 12:12 Calcio estero Dele Alli non gioca da 14 mesi: "Ho un promemoria sul cellulare, dice 'Mondiali 2026'"
12:08 Serie A Inter, il patto nello spogliatoio verso il derby con il Milan: no alle provocazioni 12:04 Serie BTMW Catanzaro, Vivarini: "Niente voli pindarici. La Cremonese? Arriveranno arrabbiati" 12:00 Serie A Napoli, anche Conte nelle idee di De Laurentiis: il tecnico chiede 10 milioni a stagione 11:56 Calcio esteroUfficiale Finisce l'avventura di Abascal con lo Spartak Mosca. L'ex Ascoli è stato esonerato 11:53 Serie A Il medico sportivo Brozzi: "Ndicka può tornare, come Di Francesco dopo Kapfenberg" 11:51 Altre NotizieTMW Radio Napoli, Marchetti: “Per Conte le opportunità non si limitano al Napoli” 11:49 Serie B Serie B, Giudice Sportivo: sei squalificati per un turno. Maxi ammenda per il Palermo 11:45 Serie A Fiorentina, entra nel vivo la trattativa con Gilardino. Il Genoa offre un biennale 11:42 Calcio estero Inter, ricordi Colidio? L'argentino trascina il River in Coppa di Lega con una tripletta 11:38 Serie A Nella stanza di Ndicka: lo speaker dell'Udinese regala un cesto. E Kamara dei pasticcini 11:36 Altre Notizie A Ranieri il premio Gentleman dedicato al ricordo di Gigi Simoni: "Enorme soddisfazione" 11:34 Serie C Zauli: "Il mio Crotone nel girone di ritorno ha perso certezze. Ma lottiamo per i playoff" 11:30 Serie A Quale futuro per Giroud? Furlani: "Ha fatto la storia del Milan, vedremo cosa deciderà" 11:26 Calcio estero Pochettino furioso dopo il litigio a 3 per il rigore: "Quello che è successo è vergognoso" 11:23 Serie A Napoli, per la difesa tanti i nomi sotto esame. Anche Martinez Quarta e Todibo 11:19 Serie B Venezia, Vanoli e Tessmann catturano l'attenzione di club di A: si tratta del Bologna 11:15 Serie A Montella verso Roma-Milan: "Nessun favorito. Ho un debole per Dybala, mi ci rivedo" 11:12 Calcio estero Rigore sbagliato goffamente al 97' e tre costole rotte: serata da dimenticare per Budimir 11:08 Serie A Napoli, uno dei primi compiti di Manna sarà formare l'Under 23 azzurra 11:04 Serie B Dal Southampton al Como, Torrance: "Entusiasta di lavorare con un club ambizioso" 11:00 Serie A Milan, Furlani: "La leadership e le decisioni finali sono di RedBird e di Gerry Cardinale" 10:58 Serie A La Curva Sud del Milan salta la trasferta con la Juve. Il comunicato con le motivazioni 10:56 Calcio estero Tra i due litiganti arriva Cole Palmer. Disputa per calciare il rigore del 5-0, Jackson furioso 10:52 Serie A Cagliari, Pavoletti: "Contenti che ora arrivi la Juve. Siamo in un grande periodo" 10:49 Altre Notizie Furlani: "I campioni del Milan mostreranno il loro valore a Roma"