Menù Notizie

Abodi: "Authority di controllo sarà esterna sia al governo che alla Figc"

TMW
di Simone Bernabei
Fonte: da Roma, Lorenzo Beccarisi
Foto

Nel corso dell’evento Vita da Campioni al Foro Italico durante gli Internazionali BNL d’Italia sono intervenuti il ministro dello sport Andrea Abodi e il ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti. Queste le loro parole a riguardo dell'authority proposta dal Governo per controllare i conti dei club di calcio e di basket:

"Contrariamente al solito sull’authority darò una risposta sintetica. Si sta ancora lavorando e nel rispetto di chi sta lavorando mi limito allo spirito di questa proposta. Si va verso la terzietà dei controlli e la separazione dei poteri, senza mancare di rispetto all’autonomia che per noi è fondamentale. Si scambiano però delle verifiche con la perdita di autonomia, l’autonomia sta nel determinare criteri e stabilire sanzioni in caso di inadempimento. L’autonomia sta nell’eventuale esclusione dai campionati. Il nostro modello prevede che i club debbano nominare gli elementi in consiglio federale, poi il consiglio federale nominerà gli elementi della Covisoc. Parliamo di elementi di altissimo profilo, non vogliamo mancare di rispetto. Riteniamo però che chi controlla debba essere esterno sia alla Federazione che al governo, deve essere un elemento terzo come succede con l’Antidoping”.

Questo invece il pensiero del Ministro Giorgetti:
“Nello sport migliaia e migliaia di giovani si sottopongono al giudizio di un arbitro. Vieni richiamato al rispetto delle regole, questo man mano che si alza il livello di responsabilità aumenta il rispetto delle regole. Ci sono regole di diverso tipo, anche finanziarie e specialmente nella dimensione professionistica dello sport mobilitando risorse importante avrebbe bisogno di un impegno serio sul controllo. Il problema qual è? Il problema è che il sistema sportivo concepito in epoche diverse deve adeguare le proprie regole rispetto a una società che cambia. Da qui nascono una serie di modifiche, bisogna rispettare le regole, lo deve fare la piccola partita iva e chi muove milioni di euro. Evidentemente in alcuni casi questo non ha funzionato. Quando i cambiamenti vengono percepiti e capiti portano al cambiamento, magari la società va anche indietro. Io come ministro delle finanze ci terrei che tutti facessero il loro dovere. Un altro dei drammi rispetto al mondo in cui sono cresciuto io, qualche anno fa è stata celebrata la società dove giocavo da bambino e facevo il portiere, quando ho visto il primo cartellino mi sono emozionato. Non ci rendiamo conto che rischiamo di distruggere i vivai eliminando il vincolo sportivo. Si mettono in crisi i settori giovanili, bisogna trovare un modo per continuare a coltivare anche quando sparirà il vincolo sportivo il sistema dei vivai, altrimenti non c’è più convenienza nell’investire sul vivaio. Mi divertivo molto di più quando da piccolo giocavo in porta”.

Altre notizie
Lunedì 22 Luglio 2024
07:08 Rassegna stampa L'apertura del Corriere dello Sport: "Juve, tre casi: le prime ribellioni dei fuori rosa" 07:03 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport in apertura: "Todibo e Pavlovic, giganti da Scudetto" 07:01 Rassegna stampa Le principali aperture dei quotidiani italiani e stranieri di oggi, lunedì 22 luglio 07:00 Serie A Cagliari, ecco le ultime pennellate. Visite per Sherri, si tratta per Gaetano 06:45 Serie A Juve, 2º giorno in Germania: Giuntoli osserva la squadra e pensa al mercato
06:30 Serie ATMW Genoa, Thorsby: "Quest'anno dobbiamo sorprendere. Il mister mi ha dato fiducia" 06:15 Serie A La Serie A 2024/25 ha preso forma: il calendario completo dalla 1ª alla 38ª giornata 06:05 Serie B Oggi giocherebbero così: le formazioni tipo delle venti squadre della Serie B 06:00 Serie A Oggi giocherebbero così: le formazioni tipo delle venti squadre della Serie A 05:30 Altre Notizie Oggi in TV, in campo Inter e Roma: dove vedere le rispettive amichevoli 05:00 Nato Oggi... Marc Cucurella, deludente con il Chelsea e devastante con la Spagna. Ora la resa dei conti 01:29 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 21 luglio 00:56 I fatti del giorno La Juventus lavora duramente all'Adidas HQ. Giuntoli segue le sedute col mercato sullo sfondo 00:53 I fatti del giorno Il rinnovo di Lautaro e quello di Dumfries, poi il mercato. Inter, parla il presidente Marotta 00:49 I fatti del giorno Bologna, ecco il sostituto di Zirkzee. E il club lavora anche al dopo Calafiori 00:45 I fatti del giorno Como scatenato sul mercato: c'è la pazza idea Arthur dalla Juventus 00:41 I fatti del giorno Pavlovic, Fofana, Fullkrug... Dopo Morata, il mercato in entrata del Milan resta caldo 00:38 I fatti del giorno Le amichevoli della domenica: la Lazio fa 1-1 con la Triestina (Romagnolo ko), Hellas forza 7 00:34 I fatti del giorno Vittorie per Frosinone e Carrarese in amichevole, iniziano i ritiri per Reggina e Catanzaro 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Como-Varane, ci siamo. O'Riley, rilancio Atalanta. Milan, intrigo Pavlovic 00:27 Calcio estero Liverpool ko col Preston, Slot tranquillizza: "Sono solo due settimane di lavoro" 00:23 Serie A Inter, Taremi: "A Milito ed Eto'o ruberei il piede destro. A me stesso? L'intelligenza" 00:19 Serie C Pescara, si cerca un terzino sinistro: occhi puntati su Mulazzi della Juventus NG 00:15 Serie A Botafogo su Vagiannidis del Panathinaikos: l'Inter potrebbe incassare 2,5 milioni di euro 00:11 Calcio estero City, Ruben Dias: "Tutti si stanno preparando per batterci. Benfica? Spero che vada bene" 00:08 Serie A Napoli, si intensificano i contatti con il Cagliari per Gaetano: presto un incontro tra i club 00:04 Serie C Bucciantini: "Ci sono ancora poche squadre B, è un'occasione per ora non sfruttata" 00:01 Serie A Roma a bocca asciutta, Mourinho ride: En-Nesyri ha detto sì al Fenerbache, i dettagli 00:00 Editoriale Chiesa-Juve: rischio scontro. Dybala e Soulé coppia da zona Champions. L’Atalanta può essere il Leicester della Serie A. Camarda e l’esempio di Yamal 00:00 Accadde Oggi... 22 luglio 2017, Lodi torna a Catania e scrive ai tifosi: "Qui per il cuore e non per i soldi"