Menù Notizie

Abodi: "Authority di controllo sarà esterna sia al governo che alla Figc"

TMW
di Simone Bernabei
Fonte: da Roma, Lorenzo Beccarisi
Foto

Nel corso dell’evento Vita da Campioni al Foro Italico durante gli Internazionali BNL d’Italia sono intervenuti il ministro dello sport Andrea Abodi e il ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti. Queste le loro parole a riguardo dell'authority proposta dal Governo per controllare i conti dei club di calcio e di basket:

"Contrariamente al solito sull’authority darò una risposta sintetica. Si sta ancora lavorando e nel rispetto di chi sta lavorando mi limito allo spirito di questa proposta. Si va verso la terzietà dei controlli e la separazione dei poteri, senza mancare di rispetto all’autonomia che per noi è fondamentale. Si scambiano però delle verifiche con la perdita di autonomia, l’autonomia sta nel determinare criteri e stabilire sanzioni in caso di inadempimento. L’autonomia sta nell’eventuale esclusione dai campionati. Il nostro modello prevede che i club debbano nominare gli elementi in consiglio federale, poi il consiglio federale nominerà gli elementi della Covisoc. Parliamo di elementi di altissimo profilo, non vogliamo mancare di rispetto. Riteniamo però che chi controlla debba essere esterno sia alla Federazione che al governo, deve essere un elemento terzo come succede con l’Antidoping”.

Questo invece il pensiero del Ministro Giorgetti:
“Nello sport migliaia e migliaia di giovani si sottopongono al giudizio di un arbitro. Vieni richiamato al rispetto delle regole, questo man mano che si alza il livello di responsabilità aumenta il rispetto delle regole. Ci sono regole di diverso tipo, anche finanziarie e specialmente nella dimensione professionistica dello sport mobilitando risorse importante avrebbe bisogno di un impegno serio sul controllo. Il problema qual è? Il problema è che il sistema sportivo concepito in epoche diverse deve adeguare le proprie regole rispetto a una società che cambia. Da qui nascono una serie di modifiche, bisogna rispettare le regole, lo deve fare la piccola partita iva e chi muove milioni di euro. Evidentemente in alcuni casi questo non ha funzionato. Quando i cambiamenti vengono percepiti e capiti portano al cambiamento, magari la società va anche indietro. Io come ministro delle finanze ci terrei che tutti facessero il loro dovere. Un altro dei drammi rispetto al mondo in cui sono cresciuto io, qualche anno fa è stata celebrata la società dove giocavo da bambino e facevo il portiere, quando ho visto il primo cartellino mi sono emozionato. Non ci rendiamo conto che rischiamo di distruggere i vivai eliminando il vincolo sportivo. Si mettono in crisi i settori giovanili, bisogna trovare un modo per continuare a coltivare anche quando sparirà il vincolo sportivo il sistema dei vivai, altrimenti non c’è più convenienza nell’investire sul vivaio. Mi divertivo molto di più quando da piccolo giocavo in porta”.

Altre notizie
Mercoledì 29 Maggio 2024
08:08 Rassegna stampa Inter, mistero alle Cayman negli accordi Zhang-Lionrock. Dubbi sui tempi del passaggio di quote 08:03 Rassegna stampa Occhio alla Conference. Il Corriere (Torino) intitola: "Stasera il Toro tifa Fiorentina" 08:00 Serie A Lazio, il rapporto Tudor-Guendouzi tra i temi caldi dell’estate biancoceleste 08:00 Editoriale Inter: i nodi del rinnovo di Lautaro. Juve: la mossa di Giuntoli (e Di Lorenzo…). Milan: i silenzi della dirigenza e i segnali (forti) su Jonathan David. Napoli: il cuscinetto tra Conte e De Laurentiis 07:58 Rassegna stampa Libero in prima pagina: "La richiesta impossibile di Lautaro all'Inter per il rinnovo"
07:53 Rassegna stampa Ghisolfi già al lavoro, Il Romanista in prima pagina: "Non c'è tempo da Perth" 07:48 Rassegna stampa Ad Atene c’è Olympiacos-Fiorentina e il Toro tifa viola, La Stampa: "Una Coppa per due" 07:45 Serie A Roma, da Svilar a Pellegrini: gli incedibili di De Rossi 07:44 Accadde Oggi... 29 maggio 1985, la tragedia dell'Heysel. Ma poteva essere addirittura un'Apocalisse 07:43 Rassegna stampa Euforia Atalanta, L'Eco di Bergamo intitola: "Venerdì il bus scoperto, l'itinerario" 07:38 Rassegna stampa Stasera la finale tra Fiorentina e Ollympiacos, La Repubblica: "La notte viola" 07:33 Rassegna stampa La Samp chiude col passato, Il Secolo XIX con Ferrero: "Mi spettano 2,5 milioni" 07:30 Serie A Il Milan ha un budget (iniziale) per il calciomercato che nessuno in Italia può permettersi 07:29 Altre Notizie Di Marzio: "Duello Napoli-Inter per Buongiorno" 07:28 Rassegna stampa Il Messaggero in prima pagina: "Roma, cercasi attaccante. Spunta Jonathan David" 07:23 Rassegna stampa Il Mattino in prima pagina: "Dall'ingaggio alla clausola, così il Napoli è vicino a Conte" 07:18 Rassegna stampa Corriere della Sera: "La Fiorentina cerca la rivincita. Italiano: 'Serve il fuoco dentro'" 07:18 Altre NotizieTMW Radio Napoli, Impallomeni: "Conte se accetta è perché pensa che la squadra sia forte" 07:16 Serie CTMW Radio Pro Vercelli, Mustacchio: "Stagione buona. Dossena ha dato una gran mentalità" 07:15 Serie A Conte ha chiesto Buongiorno del Torino ad ADL. Quanto può costare il grande colpo in difesa 07:14 Altre Notizie Avanti Viola! Portatela a Firenze 07:13 Rassegna stampa Il ricordo della strage dell'Heysel, Tuttosport in apertura: "+39. Rispetto e amore" 07:10 Altre Notizie Nassi: Bayer non pervenuto! Come si affronta l'Atalanta 07:08 Rassegna stampa Napoli vicino alla meta, Il Corriere dello Sport apre: "Ecco cosa chiede Conte" 07:07 Podcast TMWPodcast TMW Così nasce il primo mercato del nuovo ciclo Juve. Mirino puntato sulla Serie A 07:03 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport in apertura dopo gli incontri con Oaktree: "Inter, avanti tutti" 07:01 Rassegna stampa Le aperture dei quotidiani italiani e stranieri di oggi, mercoledì 29 maggio 07:00 Serie A Inter, Oaktree e Inzaghi parlano la stessa lingua. Lautaro, basta essere chiari 06:59 Altre Notizie La Lega B patrocina Palio dei Rioni nell'Aretino 06:45 Serie A Cagliari, prima missione: sostituire Ranieri. Poi il mercato