Rafa Benitez, il Professore che si è guadagnato il titolo di Re di Coppe

di Simone Bernabei
Foto Articolo

Per molti Rafa Benitez è considerato il 'Re di Coppe', vista la sua predisposizione alle competizioni extra campionato. Da giocatore non raccolse grandi successi professionali, ma una volta sedutosi in panchina tutto ha preso una piega diversa. Dopo gli inizi nelle giovanili del Real Madrid, impiegò alcuni anni prima di farsi notare dal grande pubblico. Era l'estate del 2001 quando il Valencia decise di puntare su di lui e dopo pochi mesi riuscì a riportare sulle sponde del Turia il titolo di campione di Spagna, successo che mancava da ben 31 anni. Al Mestalla restò per 3 anni ed il suo gioco incantò un po' tutta Europa, tanto che il Liverpool decise di puntare su di lui per il rilancio. Quella di Anfield è forse la tappa più gratificante della carriera di Benitez, secondo molti un vero e proprio professore in fatto di tattica. A Liverpool rimase per 6 anni vincendo praticamente tutto ciò che era possibile vincere e nel 2010 arrivò la chiamata dell'Inter per raccogliere la difficile eredità di José Mourinho. In nerazzurro non ebbe fortuna ma riuscì comunque a vincere alcuni trofei nonostante i pochi mesi di lavoro. La tappa successiva fu di nuovo in Inghilterra, questa volta sulla panchina del Chelsea. Con i Blues non nacque mai un grande feeling, ma alla fine la squadra riuscì comunque a vincere l'Europa League. Nel maggio 2013, ecco l'accordo col Napoli, squadra che allenerà per due anni prima di accordarsi col Real Madrid. Al Santiago Bernabeu non hanno mai visto di buon occhio l'estremo tatticismo dello spagnolo e così dopo pochi mesi è stato costretto a lasciare l'incarico a Zinedine Zidane. L'esperienza successiva sarà in Inghilterra, dove prenderà le redini del retrocesso Newcastle per guidarlo alla promozione (vittoria della Championship due anni fa) e alla rinascita nella massima serie, anche se il futuro sembra sempre più lontano dai Magpies dopo le recenti critiche alla filosofia societaria e ai mancati investimenti sul mercato. In carriera ha vinto tantissimo: 2 Campionati spagnoli, una Coppa d'Inghilterra, un Community Shield, due Supercoppa Italiane, una Coppa Italia, due Europa League, una Champions League, una Supercoppa UEFA e una Coppa del Mondo per Club. Oggi il tecnico spagnolo compie 59 anni.

Sono nati oggi anche Pierre Littbarski, Germán Burgos, Rui Vitória, Paolo Negro, Fredrik Ljungberg, Igor Tudor, Taye Taiwo, Shinji Okazaki, Aaron Lennon, Dani Parejo e Luis Muriel.


Altre notizie
Mercoledì 26 Giugno 2019
 00:00  ...con P.Accardi
Martedì 25 Giugno 2019