Menù Notizie

Josè Mourinho e Valentino Mazzola, l'uomo triplete e la storia del Toro

di Simone Bernabei
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

José Mourinho, per tutti o quasi lo Special One. Allenatore dal grande carisma e dai modi talvolta discutibili, fin dagli inizi della sua carriera è riuscito ad abbinare i successi sul campo ad una dialettica del tutto particolare. Che inevitabilmente fa parlare, nel bene e nel male. Dopo una più che modesta carriera da calciatore, inizia come assistente nel Rio Ave, poi Belenenses, Vitoria Setubal, Estrela Amadora, Sporting, Porto e Barcellona. La prima esperienza da 'titolare' è al Benfica, poi Uniao Leiria e il Porto, la tappa che lo fece conoscere al grande calcio e gli regalò il primo e forse più indimenticabile successo della carriera: la Champions League, oltre alla Coppa UEFA e ad un paio di campionati. Nel 2004 passa al Chelsea, quindi dal 2008 al 2010 l'esperienza all'Inter e il triplete nerazzurro a suggellare una storia d'amore intensa e prolifica. Nel 2010, subito dopo il successo sul Bayern Monaco, viene chiamato da Florentino Perez al Real Madrid, quindi il ritorno al Chelsea dal 2013 al 2015. Dal 2016 allena al Manchester United, ma l'esperienza con i Red Devils si concluderà il 18 dicembre del 2018 dopo un'Europa League vinta (l'unico trofeo che gli mancava) e troppi risultati non all'altezza in Premier League. Adesso la nuova avventura alla Roma, dopo quella al Tottenham. Come detto, oltre ai successi, di Mourinho si ricordano i diverbi spesso accesi e quasi sempre imperdibili con stampa, tifosi e allenatori avversari. La sua bacheca è ricchissima e vede 2 Campionati portoghesi, una Coppa del Portogallo, una Supercoppa di Portogallo, 4 Coppe di Lega inglesi, 3 Campionati inglesi, 2 Community Shield, una Coppa d'Inghilterra, 2 Campionati italiani, una Supercoppa Italiana, una Coppa Italia, un campionato spagnolo, una Coppa di Spagna, una Supercoppa di Spagna, una Coppa UEFA, una Europa League e 2 Champions League.
Oggi José Mourinho compie 60 anni.

Da molti, è considerato uno dei più grandi numeri 10 della storia del calcio, almeno di quello italiano. Nato il 26 gennaio del 1919, Valentino Mazzola è stato capitano e soprattutto simbolo del Grande Torino, la squadra che negli anni '40 dominava fra i confini italiani. Mazzola come detto era il faro di quei meravigliosi granata e grazie alla sua velocità e alla sua leadership sul campo fu accostato, da Bearzot, a Di Stefano. Giocatore a tutto campo, riusciva a disimpegnarsi tanto in difesa quanto in attacco. Inoltre aveva nella tecnica e forza di tiro, con entrambi i piedi, una delle sue qualità più spiccate. Per descrivere la sua facilità di calcio, Boniperti arrivò a dire che "non era possibile stabilire se fosse destro o mancino". Con il Grande Toro giocò 195 partite segnando 118 gol e il suo palmares granata racconta di 5 Scudetti e due Coppa Italia. I trionfi sarebbero potuti essere molti di più, anche in ambito internazionale, se la tragedia di Superga non lo avesse strappato alla vita assieme a tutti i suoi compagni di squadra. Oggi sono passati 104 anni dalla nascita di Valentino Mazzola.

Sono nati oggi anche Gian Piero Gasperini, Delio Rossi, Sebastian Giovinco, Alex Sandor e Salvador Ichazo.

Altre notizie
Martedì 7 Febbraio 2023
15:15 Serie A Mauro: "Juventus, calarsi in una dimensione nuova e totalmente diversa non è facile" 15:14 Calcio estero Accordo tra Barcellona e Atletico Madrid per la cessione estiva di Carrasco. C'è pure il Man United 15:10 Serie A Zaniolo e la clausola col Galatasaray. Così la Roma potrà incassare altri 5 milioni di euro 15:08 Serie A Lazio, Zaccagni: "A Verona volevamo e dovevamo vincere, per continuare la nostra corsa" 15:04 Serie B Ternana, Bandecchi: "Respinte le offerte per i nostri giocatori. E rinunciato a bei milioni"
15:03 Editoriale Dagli #A16 alle ali di folla: De Laurentiis ha avuto il coraggio mancato a Inter, Juventus e Roma. E in estate non dovrà spaventare l'eventuale uscita di Osimhen: il sostituto è già in Serie A 15:00 Altre Notizie TMW RADIO - Impallomeni: "Fiorentina in piena confusione. Troppi palleggiatori lì in mezzo" 15:00 Serie A Fiorentina, Saponara verso il rinnovo: il club vuole confermarlo ancora in rosa 14:57 Calcio estero UFFICIALE: La colonia giapponese del Celtic perde un pezzo. Ideguchi torna in patria 14:57 Serie A Via libera della Roma: Zaniolo nel pomeriggio a Istanbul per visite e firma col Galatasaray 14:54 Serie A Kaio Jorge può lasciare la Juventus: lo vuole il Cruzeiro di Ronaldo per il Brasileirao 2023 14:52 Serie A Lazio, Pedro sui social: "Continuiamo a lottare, insieme e uniti più che mai" 14:50 Altre Notizie TMW RADIO - Bonanni: "Lazio, persa un'altra occasione. Al Milan serve di nuovo compattezza" 14:48 Calcio femminile La ct Grilli elogia il Como Women: "C'è bisogno di società così, che diano spazio alle giovani" 14:45 Serie A Ag. Di Lorenzo: "Vuole restare al Napoli, ma bisogna essere predisposti in due" 14:42 Calcio estero VIDEO - Il bomber che non ti aspetti. Il portiere dell'Hong Kong FC segna in rovesciata 14:38 Serie A Roma, Wijnaldum è pronto. Può trovare minuti col Lecce, altrimenti tutto rimandato col Verona 14:34 Serie C Serie C, i marcatori: Gomez (Crotone) passa le 10 reti. Bruschi, vetta solitaria nel Girone A 14:30 Serie A Milan, Maignan e Bennacer puntano il Tottenham ma non sarà facile: recupero in forse 14:28 Calcio estero Leeds, ci sono anche piste spagnole per la panchina: in corsa il madridista Raúl e il basco Iraola 14:25 Serie A TMW RADIO - Luca Marchetti: “Pioli deve provare a cambiare. Pogba? Nessun addio alla Juve” 14:23 Serie A Chi è il simbolo dell'Inter? Zanetti: "Darmian fa la differenza in qualsiasi gruppo" 14:21 Serie A Nicolò Zaniolo al Galatasaray. Sorride anche l'Inter: incasserà oltre due milioni di euro 14:19 Serie B Cittadella, Marchetti: "Dopo l'Ascoli mi sento più leggero. Ora continuità col Frosinone" 14:17 Altre Notizie Juve, Vlahovic e Kostic possibili protagonisti contro la Salernitana: le statistiche SisalTipster 14:15 Serie A Italia, test negli Under 18 per un nuovo fuorigioco: la regola che vuole introdurre la FIFA 14:12 Calcio estero Non solo Zaniolo: il Galatasaray ha provato a prendere Coutinho, il brasiliano ha rifiutato 14:08 Serie A CEO Superlega: "Serve nuovo FFP, massimo 55% del budget in stipendi. E stop sponsor gonfiati" 14:04 Serie C Pro Sesto, Andreoletti: "Non chiamatelo miracolo, ma sogno. B? Questa è la nostra dimensione" 14:00 Serie A Paramatti: "Il Bologna può arrivare in Europa. So l'entusiasmo che c'è in città"