Ferruccio Valcareggi, dall'Europeo del '68 alla Partita del Secolo del '70

di Lorenzo Di Benedetto
Foto Articolo

Dagli storici del calcio, Ferruccio Valcareggi è considerato uno degli allenatori italiani più importanti di sempre. Nato calcisticamente nella sua Triestina, nel '40 fu acquistato dalla Fiorentina, con cui giocò fino al '43. Nel '44 passò al Milano, poi tre anni al Bologna e una stagione ancora in viola. Nel '48-'49 scelse il Vicenza, poi Lucchese, Brescia e Piombino, squadra in cui iniziò pure la carriera da allenatore. Proprio dalla panchina Valcareggi si tolse le maggiori soddisfazioni: Prato, Atalanta, Fiorentina, ancora Atalanta e, dal '66 al '74, la Nazionale italiana. Nel '68 guidò gli azzurri alla vittoria dell'Europeo nella finale contro la Jugoslavia, due anni più tardi in Messico si fermò solo in finale contro il Brasile di un certo Pelé. Da segnalare, tuttavia, la storica vittoria in semifinale contro la Germania per 4 a 3. Nel '74, dopo la chiusura dell'avventura azzurra, guidò il Verona, poi Roma e nell'84-'85 ancora la Fiorentina. Ferruccio Valcareggi si è spento nel novembre del 2005 a Firenze, sua città adottiva. Oggi sono passati 100 anni dalla sua nascita.

Sono nati oggi anche Vittorio Pusceddu, Cristiano Giuntoli, Andi Lila, Nicolas Otamendi e Paolo Faragò.


Altre notizie
Giovedì 25 Aprile 2019