Menù Notizie

Napoli, il patto con un bacio. Bologna è una regola. Sarri-Italiano: riflessioni. Delizioso Dybala

di Marco Piccari
Foto

Torna la rubrica sulle pagine di TMW con Marco Piccari - direttore di TMW Radio - che con il suo “Due di Piccari” racconta l'attualità del calcio italiano anche dopo la 13esima giornata con tre carte di scala quaranta. Il due di Cuori, di Picche e il Jolly.

Due di Cuori.
Un bacio, un abbraccio e il cuore batte forte. Kvara e Mazzarri si prendono un grande cuore in questa giornata di campionato. Il georgiano contro l'Atalanta segna la partita e gioca libero, sereno, fa il campione d'Italia con la maglia azzurra. Il mister Mazzarri torna dopo 10 anni sulla panchina del Napoli e riporta ordine, sentimento, schiaccia i tasti giusti e la vittoria arriva. Tre punti pensanti che fanno vedere gioco, sofferenza e anche forza del gruppo; chi è entrato ha subito dato tutto. Zero mugugni e tanta voglia di fare. Walter ha riportato un senso di squadra. Quel bacio di Kvara a Mazzarri è un grazie per aver riportato la normalità alla squadra campione d'Italia e un patto per tornare grandi. Bentornato Walter!
Un bel cuore lo prende il Bologna che batte il Torino e vede la zona Champions sempre più vicino. Non è più una sorpresa la squadra rossoblù, ma una certezza. Continua la scalata di Thiago Motta con un Zirkzee sempre più fondamentale. Bologna è una regola...

Due di Picche
Il due di Picche di questa giornata ha la faccia di Sarri e Italiano. Due sconfitte per Lazio e Fiorentina che impongono una riflessione. Più grave quella della Lazio contro la Salernitana. La squadra di Sarri si è presentata senza idee, anima e completamente piatta: sconfitta preoccupante. La Lazio non ha creato nulla offensivamente e in difesa è sempre più fragile. I numeri parlano chiaro. Il Frosinone neo promosso segna di più e in difesa la Lazio ha incassato tre gol in meno del Verona, penultimo in classifica. La squadra ha perso tutte le certezze acquisite lo scorso anno. A fine partita Sarri ha detto che se lui è responsabile è pronto a farsi da parte. Lui non può essere esente da responsabilità, quindi ci deve pensare bene. La società da parte sua può dargli solo le prossime due partite. La storia di Sarri con la Lazio è all'ultimo capitolo. Serve una riflessione profonda, cambiare può essere l'intervento pesante del presidente auspicato in certo senso dallo stesso tecnico.
Non è a questo punto Italiano, ma anche su di lui le domande sono doverose. La Fiorentina perde con un Milan rimaneggiato giocando solo il secondo tempo. La squadra di Italiano ha spinto schiacciando l'avversario nella propria metà campo, ma il gol non è mai arrivato e i centravanti continuano a non segnare: l'attacco non affonda. Nelle ultime 5 partite 2 reti, troppo poco; un dato che deve far riflettere. Che succede all'attacco di Italiano e ai centravanti? Per non parlare della fase difensiva che spesso appare facilmente perforabile. In prospettiva serve una riflessione.
Sarri- Italiano ancora giochisti? Ai posteri l'ardua sentenza.

JOLLY
Tre i Jolly di questa giornata. Un 10 e due 9.
Partiamo dal 10, Dybala in Roma Udinese segna un gol delizioso al termine di una azione gustosa. Manovra in verticale, tutta di prima, veloce con la firma finale di Dybala. Chapeau!
Il Jolly lo pesca anche la Juve. Vlahovic segna il vantaggio facendo tutto lui. Avvia l'azione e la chiude: prestazione completa!
L'altro Jolly, sempre nella stessa partita, è dell'Inter con Lautaro. L'attaccante è sempre presente su ogni pallone, trascina e colpisce: letale e feroce!

Altre notizie
Giovedì 29 Febbraio 2024
06:00 Il Talento del Giorno Un talento al giorno, Vincent Gunnar Johansson: un fantasista per il futuro del Genoa 05:45 Altre Notizie Sky o DAZN? La programmazione televisiva fino alla 30^ giornata di Serie A 05:30 Altre Notizie Serie A 2023/2024, ecco il calendario completo con tutte le gare fino alla 38^ giornata 05:00 Nato Oggi... Jesper Lindstrom, il flop dell'anno a Napoli. Pagato 30 milioni, rischia l'Europeo 04:30 Altre Notizie Le partite di oggi: il programma di giovedì 29 febbraio
02:00 Serie A L'Inter cala il poker a San Siro contro l'Atalanta: gol e highlights della partita 01:47 Serie A Sosa: "Osimhen alla Juve farebbe molta fatica, Vlahovic a me piace tantissimo" 01:10 Serie A Leao: "Mi do 8.5 come scrittore, calciatore e cantante. Milano è diventata casa mia" 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 28 febbraio 00:56 Serie A La Serie A non ha più asterischi. L'Inter inizia a fiutare la stella, la classifica aggiornata 00:53 I fatti del giorno InterMeraviglia: quarto poker di fila, la capolista se ne va. +12 sulla Juve 00:49 I fatti del giorno Atalanta più nera di rabbia che azzurra: l'Inter è un incubo per Gasperini 00:45 I fatti del giorno La mano di Calzona. Finalmente un Napoli formato Campioni d'Italia: 6-1 al Sassuolo 00:42 I fatti del giorno Bigica ne incassa sei all'esordio ed è già in discussione. Sassuolo in crisi nera 00:38 I fatti del giorno Rabiot apre al rinnovo con la Juve. Che intanto rischia di perdere Chiesa per colpa di Alex Sandro 00:34 I fatti del giorno Rafa Leao surfa fra passato, presente e futuro. E ammette: "Mi vedo solo al Milan" 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Inter schiacciasassi: +12 sulla Juve. Genoa, arriva un rinnovo 00:26 Calcio femminile “Sembra quella di Busquets e Iniesta”. L'elogio di Herve Renard alla Spagna femminile 00:25 Serie A Inter, Inzaghi: "Rinnovo? Non è il momento di parlarne. Sto bene dove sto" 00:22 Serie A Inter, Inzaghi: "Manca ancora tantissimo". Poi spiega la dedica di Dimarco sul gol 00:19 Calcio estero Ribery potrebbe tornare al Bayern Monaco: pronto un posto nel settore giovanile 00:15 Serie A Milan, Raveyre: "Contento di potermi allenare con Maignan, posso imparare tanto" 00:11 Serie A Calzona e la rincorsa Champions: "Ci credo, finché la matematica non ci condanna..." 00:10 Editoriale Un’Inter inarrestabile e lampi del “vecchio” Napoli 00:08 Serie A Sassuolo, Bigica: "Non andremo in ritiro. Berardi sicuramente disponibile per Verona" 00:04 Calcio estero Liverpool ai piedi di Koumas e Danns: Klopp lascia in eredità anche giovani di talento 00:02 Serie A Inzaghi fa il punto: "Acerbi, Thuram e Calha tornano fra Genoa e Bologna. Speriamo per Frattesi" 00:01 Serie A Bologna, Motta sull'Atalanta: "Sono fortissimi e sanno come non farti giocare" 00:00 A tu per tu …con Carmine Gautieri 00:00 Accadde Oggi... 29 febbraio 2004, i russi si ritirano dall'acquistare la Roma. Che vince 1-4 a Parma