Menù Notizie

Motta alla Juve è una scelta giusta. Conte al Napoli tanti interrogativi. Fonseca non accende il mondo Milan. Palladino meglio di Aquilani in Viola

di Luca Calamai
Foto
© foto di Federico De Luca

Visto che il calcio italiano non ha i soldi per andare all’assalto delle stelle internazionali dobbiamo accontentarci dei fuochi d’artificio del mercato allenatori. Mai così turbolento. Su questo fronte il grande colpo sembra averlo piazzato la Dea che pare essere riuscita a convincere Gasperini a diventare il Ferguson del club bergamasco. Una vita nell’Atalanta, bella storia. La prossima sfida per la creatura della famiglia Percassi sarà quella di avvicinarsi allo scudetto. Niente di impossibile se la Dea continua a crescere così.

MOTTA E LA JUVE – Allegri è già il passato. Dopo il terremoto dell’esonero vedremo quali saranno le future scosse di assestamento tra il club bianconero e il tecnico livornese. Per il futuro c’è Motta. Una scelta giusta per tre motivi: 1) Thiago garantisce identità, garantisce un calcio offensivo e in virtù della suo storia sa come reggere le pressioni di un grande club; 2) è da sempre un pallino di Giuntoli (lo voleva anche al Napoli) e quindi ci sarà un rapporto forte tra struttura società e struttura sportiva e 3) è l’allenatore giusto per far fare l’ultimo salto di qualità a Vlahovic (Zirkzee insegna…) e per aiutare il talento Fagioli a diventare uno dei migliori centrocampisti del campionato. Insomma non pretenderà una rivoluzione totale e questo aiuterà Giuntoli nel suo complicato progetto di rilancio.

CONTE E IL NAPOLI – Credo che Gasperini sarebbe stato il tecnico giusto per il Napoli. In alternativa avrei puntato su Italiano che deve ancora completare il suo percorso di crescita ma che può diventare in tempi brevi un top. Conte al Napoli si porta dietro tanti interrogativi. Non sarà facile far coesistere due caratteri forti come quelli di De Laurentiis e Conte (mi immagino il loro primo scontro…); Conte è un vincente nato e pretenderà subito una squadra da zona scudetto ma la dirigenza non pare intenzionata a fare follie sul mercato e sarà tutto da scoprire il rapporto tra Conte e un popolo che vive di pallone come quello partenopeo. Scoppierà subito la scintilla giusta? Trovo normale che Conte voglia portarsi dietro Lele Oriali. Ha bisogno di una rete di protezione.

FONSECA E IL MILAN – Condivido la tesi di Arrigo Sacchi, uno che conosce alla perfezione il mondo rossonero. Fonseca non è un tecnico che accende la fantasia del pianeta Milan. Sarebbe piaciuto di più un giovane emergente come De Zerbi, tanto per fare un esempio. Fonseca è una scelta di compromesso per una squadra che dovrà trovare velocemente una nuova identità tattica. Più di Fonseca sarà decisivo Ibra con le sue scelte di mercato. Zlatan deve trova nuovi gol per la squadra rossonera.

PALLADINO O AQUILANI – Presto conosceremo anche il nome del nuovo allenatore della Fiorentina. Per il momento in corsa ci sono Palladino e Aquilani. Il primo dovrebbe spuntarla soprattutto se la Viola vincerà la Conference e conquisterà un posto nella prossima Europa League. Aquilani ha talento ma non è ancora pronto per fare il primo allenatore in una piazza complicata come Firenze.

LA SERIETA’ DELLA DEA - Dispiace infine per non aver portato sei squadre in Champions. Ma la lealtà sportiva dell’Atalanta merita un gigantesco applauso.

Altre notizie
Martedì 25 Giugno 2024
05:00 Nato Oggi... Morten Hjulmand, il capolavoro del Lecce di Corvino. Ora lo Sporting CP se lo gode 04:30 Altre Notizie Le partite di oggi: il programma di martedì 25 giugno 03:23 Euro 2024TMW Fagioli: "L'esordio all'Europeo la mia rivincita. Dopo la Spagna dovevamo riscattarci" 01:41 Euro 2024TMW Di Lorenzo: "Bella gara. Spalletti ha sottolineato gli errori? Il mister è questo, è esigente" 01:06 Euro 2024 Ammonizione e squalifica: niente Svizzera-Italia per Riccardo Calafiori
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 24 giugno 00:56 I fatti del giorno Euro2024, il quadro degli ottavi: Svizzera-Italia è il primo, stasera la Germania conosce l'avversario 00:53 I fatti del giorno Zaccagni, Calafiori e gli altri. Tutte le altre reazioni dei giocatori azzurri dopo la Croazia 00:49 I fatti del giorno Bene, ma non benissimo. Spalletti si sfoga dinanzi alle telecamere e chiede di più alla sua Italia 00:42 I fatti del giorno La Spagna B domina contro l'Albania e trionfa nel Gruppo B: la coppa è pubblicamente nel mirino 00:38 I fatti del giorno Zaniolo vuole l'Italia e può tornare dove tutto è iniziato: anche Amrabat nell'affare? 00:34 I fatti del giorno Mister Baroni vuole veronizzare la sua Lazio: si lavora al doppio colpo Noslin-Cabal 00:32 Serie A Como, il ds Ludi: "Penso sempre a Modric, ma nessuna trattativa. Belotti è vicinissimo" 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - L'Italia pareggia al 98' e va agli ottavi. Tutte le voci da Lipsia 00:27 Euro 2024 Ungheria, Csoboth: "Ho rivisto il gol con la Scozia mille volte, mi vengono i brividi" 00:23 Serie A Milan e almeno 3 club esteri su Luca Pellegrini. Ma per la Lazio non è in vendita (per ora) 00:21 Serie A La Lazio si congratula con Zaccagni: "Il momento migliore per la prima rete azzurra" 00:20 Serie ATMW Udinese, striscione dei tifosi contro i Pozzo: "Ora o spendi o vendi" 00:19 Serie C Faccioli saluta il Legnago: "Grazie per quello che hai significato in questo percorso" 00:18 Euro 2024Live TMW Croazia, il ct Dalic recrimina: "Otto minuti di recupero non si possono vedere..." 00:16 Serie A Bonucci ammette: "Ripetere quanto fatto tre anni fa non è facile, ma la Spagna insegni" 00:15 Euro 2024 Italia, Jorginho: "Non ci siamo accontentati, ma abbiamo sbagliato. Ora è il momento di godere" 00:11 Euro 2024 Polonia, Lewandowski: "Infortunio? Mi sentivo impotente. Con la Francia non sarà l'ultima gara" 00:10 Serie A Genoa, individuato il possibile sostituto di Martinez: piace Kotarski del PAOK 00:08 Serie A Capello: "Italia non abituata a questa velocità di gioco. Calafiori fuoriclasse alla Sergio Ramos" 00:06 Serie A Bologna, accelerata decisiva per Holm: sarà rossoblù per 7 milioni di euro 00:04 Serie CTMW Radio Altamura, Grammatica: "Di Donato tecnico equilibrato con idee importanti" 00:03 Euro 2024Live TMW Spalletti sbotta in conferenza stampa: "Avessi avuto paura avrei fatto il vostro lavoro!" 00:00 Accadde Oggi... 25 giugno 1978, Kempes abbatte l'Olanda: l'Argentina vince 3-1 ed è campione del mondo 00:00 A tu per tu …con Beppe Iachini