Menù Notizie

Godinopoli: l’Inter sta per fregare la Juventus per la prima volta dopo tanti anni, soffiandole Godin. Il messaggio di Marotta alla Juventus è chiaro. Skriniar: il Manchester United c’è, il rinnovo no

di Tancredi Palmeri
Inviato di beIN Sports, opinionista per la CNN, ogni settimana presenta la Serie A in 31 paesi stranieri
Foto

La tentazione è davvero tanta per non usare questa parola, e come diceva Oscar Wilde: “Posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni”.
E’ Godinopoli: il colpo che l’Inter sta portando a termine, concludendo l’acquisto di Diego Godin, è un cambio epocale nella storia minima del calcio italiano.
Sul capitano dell’Uruguay e dell’Atletico c’erano il Manchester United e la Juventus, e con azioni e operazioni, non solo con pensieri e parole.
L’offerta dello United l’estate scorsa da 6 milioni di € a stagione, respinta al mittente, per amore dell’Atletico.
Il tentativo indefesso della Juventus in questo autunno di effettuare l’ennesimo colpo a costo zero, e migliorare quella che già nei numeri è la migliore difesa.

E invece l’Inter dopo circa un quinquennio, dai tempi dell’arrivo di Icardi dalla Sampdoria, frega la Juve sul calciomercato (e il Manchester United dopo un decennio, dai tempi del Triplete).
Non è un acquisto qualunque, e certo non basterà per proiettare l’Inter verso traguardi, anche perché forse è nel reparto dove ne avrebbe meno bisogno in assoluto.
Ma è un messaggio chiarissimo, lanciato dall’Inter alla Juventus - e da Marotta “alla sua ex”.
Non ci sono dubbi che Godin sia al momento tra i più forti e affidabili centrali difensivi al mondo: sicuramente tra i migliori 5, forse solo dietro a Sergio Ramos e Chiellini, ma due anni più giovane dell’italiano (e con la stessa età dello spagnolo).
Perché le grandi squadre fanno grandi colpi a volte anche per toglierli alle avversarie, e allora in questo senso l’acquisto di Godin varrebbe doppio: infatti il rientro di Bonucci in chiaroscuro - unito al trascurabile rendimento di Benatia e Rugani - hanno convinto sempre di più la dirigenza juventina che Chiellini è il tassello più insostituibile della rosa bianconera.
Procurarsi un vantaggio, creare un disagio alle avversarie: quella che è stata la linea politica della Juventus negli ultimi 6 anni, e che ha così solidamente costruito il vantaggio finora incolmabile nei confronti delle altre. Che l’Inter ragioni in questo senso vuol dire che forse il grande divario creatosi tra juventini e resto del mondo italiano ha cominciato ad accorciarsi.
Certo, è solo l’inizio, perché si dà il caso che la Juve sia ancora due volte più forte di qualunque altra, ma forse vuole anche dire che la proprietà Suning ha mirato alto, davvero alto, come può fare solo chi punta al massimo. Risuonano le parole dette da Moratti qualche giorno fa: “Se fossi stato presidente dell’Inter, vedendo l’acquisto di Cristiano Ronaldo avrei provato a prendere Messi”.

Ed è sintomatico anche dell’arrivo di Marotta. Perché è ovvio, in questi primi mesi, tutti quelle partite di mercato che vedranno uno scontro diretto tra Inter e Juventus, saranno una tara al peso e alle capacità di Marotta. Quindi Tonali, Barella, ma adesso Godin.
Non va dimenticato Ausilio, che ha ottimi rapporti con l’Atletico, ma chiudere questa partita bruciando proprio “l’ex fidanzata” aveva un significato troppo importante per il nuovo amministratore delegato per essere trascurato. E a questo punto c’è da pensare che le prossime trattative della Juventus possano tutte improvvisamente complicarsi.

Con Godin, si può pensare alla difesa a 3 più forte al mondo.
Ma ovvio, tutti gli osservatori e tutti i tifosi interisti si sono chiesti: “A questo punto, sarà Skriniar quella cessione necessaria per fare cassa in quello che sarà l’ultimo scalino del financial fair-play?”.
Non è detto. Ma ovvio, tutte le strade portano a Milan.
Lo United dopo aver perso Godin - richiesta di Mourinho - ha da tempo virato sullo slovacco.
E adesso toccherà a Marotta e ad Ausilio proporre un rinnovo adeguato, non certo i 2.6 milioni offerti per alzare l’1.7 milioni che per ora percepisce il difensore.
Ma sarà molto, molto difficile trattenerlo.
E dovesse perderlo, la dirigenza nerazzurra avrebbe un obbligo: venderlo a non meno di 90 milioni di €, rendendolo il più costoso difensore della storia.
Il Manchester United ne ha già offerti 60 di milioni, e visto quello che (non) si trova in giro in tema di difensori centrali, allora stabilire il nuovo record sarebbe per l’Inter un obbligo morale.

Altre notizie
Sabato 4 Febbraio 2023
19:08 Serie A Zaffaroni sul nuovo acquisto Gaich: "Più dinamico di Djuric, sta bene e ha entusiasmo" 19:05 Serie B PSG-Tolosa 2-1, le pagelle: Hakimi e Messi trascinano i parigini, Donnarumma da rivedere 19:04 Serie A Pioli cita un suo ex professore: "Diceva sempre che non esistono scorciatoie per fare fatica" 19:03 Calcio estero Man United, Ten Hag: "Arbitraggio incoerente, Var intervenuto solo per l'espulsione di Casemiro" 19:00 Probabili formazioni Le probabili formazioni di Fiorentina-Bologna: Thiago Motta costretto a ridisegnare la difesa
19:00 Serie B Como, Longo: "La classifica adesso fa paura, serve coraggio" 18:59 Calcio estero Liverpool, Klopp: "Troppo passivi nella disposizione in campo, gol evitabili" 18:58 Serie B Serie B, la classifica aggiornata: Frosinone a +11 in attesa di Genoa e Reggina 18:56 Calcio estero Real Madrid, Ancelotti: "Non so nulla sul futuro di Kroos. Penso a quel che mi dà in campo" 18:55 Calcio estero Ligue 1, 22ª giornata: il Paris Saint-Germain la ribalta col Tolosa grazie a un gran gol di Messi 18:53 Serie A Lasagna e Verdi rimasti al Verona, Zaffaroni: "Condotta ineccepibile, sono parte del gruppo" 18:51 Serie A Roma, Ibanez al 45': "L'atteggiamento è giusto. Ora dobbiamo continuare ad aggredire alti" 18:50 Serie A Domani Spezia-Napoli, i convocati di Gotti: prima chiamata per Shomurodov 18:49 Serie A La Roma parte col turbo grazie ai calci d'angolo: Ibanez-Abraham, al 45' è 2-0 con l'Empoli 18:45 Probabili formazioni Le probabili formazioni di Torino-Udinese: Juric ritrova Djidji, Linetty al posto di Ilic 18:41 Serie A Amoruso: "Juve, o ti ricompatti o va tutto a rotoli. Il paragone con la Reggina? Situazione diversa" 18:38 Serie B Como-Frosinone 0-2, le pagelle: gran gol di Mazzitelli, Caso scatenato. Bellemo nervoso 18:38 Serie A Napoli, Di Lorenzo: "Scudetto? Sarei falso a dire che non abbiamo una grandissima chance" 18:34 Serie A Due gol in sei minuti, partenza sprint della Roma contro l'Empoli: non accadeva da 23 anni 18:33 Serie B Serie B, Frosinone corsaro a Como: Mazzitelli e Caso continuano a far volare Grosso 18:31 Calcio estero Scozia, 25ª giornata: successo di misura dei Rangers. Tris degli Hearts 18:31 Calcio estero Wolves-Liverpool 3-0, le pagelle: Traoré implacabile, Neves condottiero, notte fonda Reds 18:30 Probabili formazioni Le probabili formazioni di Spezia-Napoli: Mathias Olivera può far rifiatare Mario Rui 18:29 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - 21^ di Serie A, le ultime LIVE: vanno ko Ilic, Soumaoro e Correa 18:28 Serie B Bari, Mignani: "Abbiamo vinto, non martelliamoci da soli. Esposito? Non è importante il gol" 18:27 Calcio estero LaLiga, 20ª giornata: flop Villarreal che regala il primo successo in campionato all'Elche 18:26 Serie A Juric sull'addio di Lukic: "C'era il rischio di un nuovo caso Skriniar, scelta giusta del Torino" 18:24 Serie A Domani Fiorentina-Bologna, i convocati di Thiago Motta: agli assenti si aggiunge Soumaoro 18:24 Calcio estero Troyes-Lione, formazioni ufficiali: Lacazette guida l'attacco degli uomini di Blanc 18:23 Serie A Cremonese-Lecce 0-2, Ballardini: "La Coppa Italia ci ha tolto energie fisiche e mentali"