Menù Notizie

La nuova A femminile non sia una Superlega. Va salvaguardata la passione di certe realtà

di Tommaso Maschio
Foto Articolo

Come previsto il Consiglio Federale ha approvato la riforma dei campionati femminili di sua competenza, ovvero Serie A e Serie B, che prevede la diminuzione del numero di squadre in massima serie. Dal 2022/23 si passerà infatti da 12 a 10 squadre, questo per “aumentare la qualità delle competizioni e favorire il passaggio al professionismo”. Nella prossima stagione quindi si procederà allo sfoltimento delle squadre in Serie A con il probabile aumento delle retrocessioni da due a tre, con una sola promozione diretta dalla Serie B, e uno spareggio fra la quart'ultima della massima serie e la seconda della cadetteria per decidere il roster delle 10 squadre che parteciperanno al nuovo campionato. Salvarsi sarà quindi ancora più arduo rispetto al passato con anche alcune big che potrebbero rischiare grosso in caso di annata storta, tipo quella dell'Inter in questa stagione.

In attesa di capire meglio i dettagli, anche sul numero di volte in cui si incontreranno le dieci squadre della massima serie (probabilmente tre, ma ci sarebbe da sciogliere il nodo del fattore campo visto che alcune potrebbero giocare un numero maggiore di partite in casa rispetto alle altre) una cosa è certa. Con questa mossa c'è il forte rischio che alcune splendide realtà che non hanno alle spalle club maschili, e quindi possano faticare maggiormente a tenere il passo e passare al professionismo, vengano tagliate fuori dai grandi giochi.

E questa sarebbe una perdita importante per il calcio femminile visto che abbiamo visto come ci siano società – penso alla Florentia San Gimignano, al Napoli, al San Marino Academy e tornando indietro con la memoria al Tavagnacco, al Brescia o al Mozzanica – che che pur non avendo alle spalle grandi club hanno mostrato molta più passione, impegno e competenza di tante altre. Che magari hanno messo un piede nel mondo femminile per poi stancarsi molto presto usando come scusa il contenimento dei costi. Fra quelle sopracitate la Florentia potrebbe essere la prima vittima del nuovo corso con la cessione del titolo sportivo alla Sampdoria e la ripartenza dalla Serie C (lo scopriremo oggi con la conferenza stampa del presidente Becagli). Il tutto dopo aver fatto un grandissimo lavoro sul territorio, portando una cittadina con pochissima storia calcistica come San Gimignano, alla ribalta nazionale creando un legame fortissimo fra città e squadra, disputando anche stagioni di ottimo livello con la valorizzazione di giocatrici.

Servono anche queste realtà al calcio femminile per crescere ed evolversi, non solo di grandi club che richiamano sponsor e attenzioni. Serve, e spero che in FIGC ne abbiano tenuto conto, trovare un equilibrio per il passaggio epocale al professionismo per non disperdere un patrimonio di passione e competenza enorme sull'altare del profitto garantito da nomi conosciuti al grande pubblico. Dopo aver bocciato (per ora) la Superlega perché non garantiva il merito sportivo e impediva le belle favole come possono essere l'Atalanta o il Getafe, ora si rischia di dare vita a una mini-Superlega nostrana con solo club dal blasone maschile in lotta e tante piccole favole destinate a restare nell'anonimato.

Altre notizie
Domenica 13 Giugno 2021
07:08 Rassegna stampa L'apertura di Tuttosport dedicata a Eriksen: "Chris, siamo con te!" 07:00 Euro 2020 Euro 2020, tutti i convocati delle 24 partecipanti: confermato Busquets nella Spagna 06:45 Serie A Rincon annuncia: "Sono positivo al Covid-19, il mio stato di salute è stabile e controllato" 06:38 Euro 2020 Belgio-Russia 3-0, le pagelle. Cherchesov disastro, Lukaku è il migliore in campo 06:28 Euro 2020 Danimarca-Finlandia 0-1, le pagelle: forza Christian, i voti oggi contano poco
06:20 Euro 2020 Galles-Svizzera 1-1, le pagelle: Bale-Ramsey steccano, James ed Embolo i migliori 05:30 Altre Notizie Oggi in TV, Euro 2020: Inghilterra-Croazia, Austria-Macedonia e Olanda-Ucraina 05:00 Nato Oggi... Keisuke Honda, giapponese giramondo che ha difeso i colori del Milan 04:30 Altre Notizie Le partite di oggi: il programma di domenica 13 giugno 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 12 giugno 00:56 I fatti del giorno Il Belgio distrugge la Russia. Ma per Lukaku c'era il pensiero per Eriksen 00:53 I fatti del giorno La Finlandia vince 1-0, ma il campo non conta. La Danimarca riscrive la definizione di 'gruppo' 00:49 I fatti del giorno Le buone notizie da Baku sono per l'Italia: 1-1 tra Galles e Svizzera 00:45 I fatti del giorno Paratici al Tottenham, ora l'allenatore. Fonseca è ai dettagli 00:42 I fatti del giorno Donnarumma al PSG, entro due giorni le visite mediche. Florenzi out ma Verratti torna 00:38 I fatti del giorno Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio 00:35 Calcio estero Allarme Covid in Copa America: quattro positivi anche nella Bolivia di Farias 00:34 I fatti del giorno Attimi di terrore, poi il sospiro di sollievo: malore in campo per Eriksen 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Paura e poi sollievo per Eriksen. Marotta: "Ha scritto nel gruppo" 00:27 Euro 2020 Marchegiani: "Il risultato di oggi della Danimarca non conta, ma conta per la classifica" 00:23 Euro 2020 Croazia, Dalic: "Vogliamo partire bene. L'Inghilterra ha tanta qualità, non ci difenderemo soltanto" 00:20 Calcio estero UFFICIALE: un altro portiere per l'Ajax, c'è il ritorno di Gorter 00:19 Euro 2020 Croazia, Modric: "Ci sono grandi aspettative su di noi, siamo pronti e ci siamo preparati bene" 00:15 Euro 2020 Il pensiero di Acerbi per Eriksen: "Sapere che sei fuori pericolo è la vittoria più grande" 00:12 Calcio estero Non solo Rincon: tredici positivi nel Venezuela, il c.t. stravolge la lista dei convocati 00:08 Euro 2020 Finlandia, Pohjanpalo: "È stata dura scendere in campo. Eriksen? L'importante è che stia bene" 00:04 Euro 2020 Svizzera, Petkovic: "Non esistono outsider all'Europeo, ogni risultato va conquistato" 00:01 Serie A Il cardiologo Molon: "Scene drammatiche. Se aritmia Eriksen non potrà avere idoneità per giocare" 00:01 Editoriale Il gesto di Kjaer, la Danimarca che torna in campo e quelle immagini che non avremmo dovuto vedere. Esaltiamo la vita e rispettiamo le tragedie, anche cambiando inquadratura e buttando via una fotografia 00:00 Accadde Oggi... 13 giugno 2016, l'Italia di Antonio Conte esordisce agli Europei col botto: 2-0 al Belgio