Menù Notizie

Tramontana su Linterista.it: "Inzaghi e la parabola di Ancelotti"

di Redazione TMW
Fonte: L I N T E R I S T A . it
Foto

L’Inter suona la nona sinfonia mettendo in bacheca la seconda Coppa Italia di fila la nona, appunto, della sua storia.

Inzaghi si conferma allenatore di coppe, vince il suo quarto trofeo in due anni con i nerazzurri e dimostra, ancora una volta, di essere uno dei migliori allenatori su piazza nei match dentro-fuori. Pensate che l’Inter di Inzaghi nelle ultime 20 partite a eliminazione diretta nelle coppe (Champions, Coppa Italia, Supercoppa), ha perso solo in casa contro il Liverpool negli ottavi di Champions dell’anno scorso.

Ora arriva la finale di Istanbul e il City di Guardiola metterà seriamente in discussione questa striscia incredibilmente vincente, ma quello che il mister interista ha ottenuto fino ad adesso nessuno lo può disconoscere.

La parabola di mister Inzaghi mi ricorda un po’ quella del primo Ancelotti. L’attuale allenatore del Real aveva un rapporto difficile con i campionati (non avendone mai conquistato uno con Juventus e Milan prima di vincere la Champions del 2003) ma era un maestro nelle coppe. Poi Ancelotti ha iniziato a vincere anche i campionati diventando uno dei migliori allenatori della storia del calcio.

Non è difficile trovare una foto con Inzaghi che solleva un trofeo, ne troverete quattro solo negli ultimi 18 mesi e, vi assicuro, non sono pochi.

Nel mondo social non c’è spazio per le analisi ma solo per gli schieramenti, o sei pro o sei contro qualsiasi cosa, se esprimi un’opinione negativa basata sull’analisi del momento non puoi più correggerti in seguito se il momento cambia altrimenti sei solo uno che “sale sul carro”. Trovo la cosa insopportabile e altamente ignorante, ma comunque passiamo oltre.

L’Inter di coppa è bella perché sa soffrire e portare a casa risultati e partite.

Succede che in due anni l’Inter vince due coppe Italia battendo tante big: Roma, Milan e Juventus l’anno scorso, Atalanta, Juventus e Fiorentina quest’anno e porta a casa due Supercoppe contro Juventus e Milan senza contare la vittoria ad Anfield nel 2022 (dopo un anno di imbattibilità casalinga del Liverpool) e l’eliminazione dei neo campioni di Spagna del Barcellona quest’anno che ha portato poi la squadra a guadagnarsi la finale di Istanbul.

Oggi è tempo di gioire e gongolare per l’ennesimo trofeo alzato. In tre anni sono arrivati uno scudetto, due coppe Italia e due Supercoppe condite da una finale di Europa League (purtroppo persa contro il Siviglia) e quella di Champions da giocare il 10 giugno. Un applauso che va alla squadra, agli allenatori e alla dirigenza ma anche e soprattutto a una proprietà che ci ha risollevato dalla polvere e che viene spesso denigrata e derisa senza nessun apparente motivo.

Glielo dico io quindi a Zhang: grazie presidente per aver riportato l’Inter dove merita.

Si gioisce ma non è ancora finita. Contro l’Atalanta serve quel punticino per tagliare il traguardo e regalarsi una settimana di relax con passerella a Torino in vista della finale di Champions. Servirà recuperare le forze che ora fisiologicamente tendono a esaurirsi per via di tutti questi impegni ravvicinati. Dai ragazzi forza manca poco!

Chiudiamo con un dato statistico: Lautaro, con la doppietta di Roma, raggiunge quota 101 gol con la maglia nerazzurra e, dopo il Mondiale, è l’argentino che ha segnato più gol in stagione con 19 reti raggiungendo quota 27 in stagione. Non male eh

Altre notizie
Mercoledì 19 Giugno 2024
05:00 Nato Oggi... Lorenzo Pellegrini, il capitano della Roma che sogna di vincere l'Europeo da titolare 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 18 giugno 00:56 I fatti del giorno Italia, difesa a 4 anche contro la Spagna. Raspadori: "Non sono giovane, cerco spazio" 00:53 I fatti del giorno Il Manchester United tra il Milan e Zirkzee. Serve uno sforzo da parte dei rossoneri 00:49 I fatti del giorno Vitinha torna al Genoa. Nuovo arrivo in Italia, poi il sì definitivo. All'OM la recompra
00:45 I fatti del giorno Douglas Luiz-Juventus, iniziano le preoccupazioni. La trattativa non si sblocca 00:42 I fatti del giorno La Roma pensa a Retegui. E intanto il padre punge: "Argentina? L'Italia ha 4 stelle sulla maglia" 00:38 I fatti del giorno CR7? No, Conceiçao. Il Portogallo batte la Repubblica Ceca, Martinez elogia il figlio d'arte 00:34 I fatti del giorno Montella vince e convince a debutto aEuro 2024: la Turchia rifila il tris alla Georgia 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Portogallo ok in extremis. Accordo Roma-Como per Belotti 00:26 Calcio estero Guehi convince a Euro 2024, due big drizzano le antenne: la richiesta del Crystal Palace 00:23 Euro 2024 Turchia, Calhanoglu: "Montella lavora molto bene. Contenti di avere un allenatore così" 00:19 Serie B Il Frosinone vuole Vivarini e pensa alla proposta. Contratto biennale con opzione 00:15 Serie A Futuro? No, Carboni pensa alla Copa America: "Felice per questa bellissima esperienza!" 00:14 Serie A Repubblica Ceca, Hasek: "Reso vita difficile a una delle più forti al mondo" 00:11 Calcio estero Il Chelsea piomba su Omorodion e formalizza la prima offerta: 'no' dell'Atletico, le cifre 00:08 Serie A Pres. Assoagenti: "15 milioni di commissioni leciti. Ma Zirkzee cosa ne pensa?" 00:06 Serie A Portogallo, Martinez: "Non averla sbloccata subito ci ha complicato le cose" 00:04 Serie C Foggia, si prova a stringere per Brambilla in panchina. A breve l'incontro con il tecnico 00:00 Accadde Oggi... 19 giugno 2008, la Germania vince 3-2 ed elimina il Portogallo di CR7 ai quarti dell'Europeo 00:00 Editoriale Milan: il messaggio nascosto di Theo, i missili di Ibra, le mosse finali per Zirkzee. Napoli: l’errore (e il futuro) di Kvara. Inter: Martinez e i perché della scelta “in porta”. Italia: il collage di Spalletti 00:00 A tu per tu …con Oscar Damiani
Martedì 18 Giugno 2024
23:59 Serie A Steve Pagliuca: "L'Atalanta come i Boston Celtics. Due squadre speciali. Vittorie fantastiche" 23:56 Serie A Como, accordo con la Roma per Belotti: manca solo il sì dell'attaccante. Tutti i dettagli 23:56 Calcio estero Il retroscena di Sergio Ramos: "Il Siviglia voleva trattenermi con un contratto a vita" 23:53 Serie A Costacurta striglia Leao: "È in grado di accendere la luce, ma poi sbaglia l'ultima scelta" 23:49 Serie CTMW Sta nascendo la Ternana del futuro. Il club rivuole Zoia, ma attenzione alla Serie B 23:45 Serie A Accordo trovato tra Venezia e Torino: domani Vanoli firmerà un biennale e sarà granata 23:42 Calcio estero L'ex Lazio Andreas Pereira vuole lasciare il Fulham: "Desidero giocare la Champions League" 23:38 Serie A Torino, Sazonov tra i tifosi della Georgia a Dortmund: "Sempre al tuo fianco"