Menù Notizie

29 maggio 1985, la tragedia dell'Heysel. Ma poteva essere addirittura un'Apocalisse

di Andrea Losapio
Foto
© foto di Pietro Mazzara

Il 29 maggio del 1985, all'Heysel di Bruxelles, è in programma Juventus-Liverpool. La finale di Champions, uno degli spettacoli più belli dell'annata calcistica. Quella data però verrà ricordata per sempre non per il rigore di Platini, bensì per quello che accade sugli spalti. Il finimondo, con trentanove morti: trentadue italiani, quattro belgi, due francesi e un nordirlandese muoiono in seguito ai tafferugli, mentre in seicento sono feriti.

La Juventus è sesta in Serie A, mentre il Liverpool è campione uscente, dopo avere battuto la Roma dodici mesi prima, all'Olimpico, con i balletti di Grobelaar. L'Heysel invece è uno stadio vecchio, fatiscente, che ha ospitato finali nel 1958, nel 1966 e nel 1975, mentre agli Europei del 1972 c'era stata una ristrutturazione non adatta a creare vie di fuga. I muri sono vecchi, i calcinacci cadono. I biglietti per l'evento sono sessantamila, mentre la richiesta è molto maggiore. Tanti italiani, con la UEFA che destina il settore Z a coloro che non appartengono ai gruppi organizzati: in tempi di ultras è una mossa suicida, la scelta è contestata dai club ma chi decide non sente ragione.

All'Heysel entrano molti tifosi senza biglietto, alcuni ultrà del Chelsea infiltrati. Alle 19.20 si scatena l'inferno, la rete che divide i tifosi inglesi è inadeguata, dall'altra parte del settore Z - dove ci sono i neutrali - c'è il muro. È una trappola per topi annunciata, con le cariche degli ultras del Liverpool che vogliono prendersi la curva, mentre i poliziotti cercano di fare da cordone di separazione. Così tutti cercano le vie di fuga. Impossibile uscire dall'alto, entrare in campo non è previsto perché gli agenti manganellano. Così tutti si schiacciano verso la file del settore Z, con qualcuno che salta giù. Il muretto, a un certo punto, non regge più e crolla. In molti restano schiacciati e alcuni muoiono calpestati da altri tifosi. Il battaglione della polizia arrivò oltre mezz'ora dopo, a disastro compiuto.

In campo la partita si gioca comunque con un'ora e venticinque di ritardo. Una coppa insanguinata. Nessuno voleva giocare, ma la UEFA e le autorità belghe obbligano entrambe le squadre, perché l'effetto rinuncia avrebbe portato a ulteriori rivolte. Perché chi era dall'altro capo dell'impianto non poteva percepire il problema. Il rischio di "un'apocalisse", come spiegò poi Boniperti, sarebbe stato troppo ampio.

Altre notizie
Venerdì 14 Giugno 2024
14:07 Serie A Parma, nuovo nome per l'attacco: contatti avviati con l'Atalanta per Cambiaghi 14:04 Serie CTMW Legnago, sempre più vicino Corrent per la panchina. Ma se salta è pronto Abbate 14:00 Serie A Inter, Asllani: "Lautaro e Inzaghi mi aiutano tantissimo". Poi scherza: "Frattesi è stupido" 13:57 Euro 2024Live TMW Parla il Capitano: c'è Donnarumma in conferenza stampa alla vigilia di Italia-Albania 13:56 Euro 2024 Gundogan: "Capitano della Germania nell'Europeo casalingo, mi viene la pelle d'oca"
13:53 Serie A Fiorentina, nei prossimi giorni previsto l'incontro con Bonaventura per il futuro 13:48 Serie CTMW Padova, un altro tassello in vista del futuro. Rinnovo biennale per Russini 13:45 Serie A Arthur torna alla Juventus dopo la Fiorentina. Sul brasiliano si muove l'Everton 13:42 Calcio esteroUfficiale Ora è davvero finita, Hummels lascia il Borussia Dortmund: "È stato un grande onore" 13:40 Serie A Atalanta, Holm non verrà riscattato alle cifre fissate: possibile nuova trattativa 13:38 Serie ATMW Milan, Saelemaekers non verrà riscattato dal Bologna ma è destinato a partire: la situazione 13:34 Serie BTMW Carrarese, avviati i contati per il rinnovo di contratto di Nicolas Schiavi 13:30 Serie A TOP NEWS ore 13 - Gemmi nuovo ds dell'Empoli. Juventus-Rabiot, tutte le ultime 13:27 Euro 2024Live TMW E' la vigilia di Italia-Albania: oggi Spalletti in conferenza stampa da Dortmund 13:26 Calcio esteroUfficiale Everton, la bandiera Coleman rinnova il contratto: ci sarà anche nella prossima stagione 13:23 Serie A Passaggio Milan da Elliott a Red Bird, la Procura Figc archivia l'inchiesta 13:19 Serie CUfficiale Padova, Matteo Andreoletti nuovo tecnico. Accordo fino al 30 giugno 2026 13:15 Serie ATMW Juventus-Rabiot, la partita è ancora aperta: tutti i dettagli della strategia bianconera 13:12 Calcio estero Eto'o: "Non cerco di diventare presidente della Repubblica. Torniamo a essere costruttivi" 13:08 Serie A Il bomber greco Pavlidis ad un passo dal Benfica. Era obiettivo di Bologna e Fiorentina 13:07 Euro 2024 Tutto sulla Scozia: la Cenerentola che può andare al ballo? Occhio a McTominay 13:06 Euro 2024 Tutto sulla Germania: il dualismo Musiala-Wirtz sarà la chiave? Fuori Goretzka 13:03 Serie B Cosenza, Guarascio a sorpresa: "Riscattato Tutino dal Parma. Investimento importante" 13:00 Serie A Como, Braunoder: "Penso di essere nel posto giusto per crescere sotto ogni punto di vista" 12:56 Euro 2024 Scozia, Robertson è carico: "Non vogliamo avere rimpianti, possiamo fare la storia" 12:53 Euro 2024 Albania, Asllani: "L'Italia ha giocatori fortissimi. Con il blocco Inter è chiaramente favorita" 12:51 Serie ATMW All'Hellas Verona il Bottagisio Sport Center. Asta aggiudicata per circa 3 milioni di euro 12:49 Serie CTMW Atalanta, Juventus e Milan come verranno ripartite in Lega Pro: la posizione dei bianconeri 12:45 Serie A Napoli, De Laurentiis alza la posta per Buongiorno: offerti 40 milioni al Torino 12:42 Euro 2024 Francia, Pavard fiducioso: "Mi farò trovare pronto. Lilian Thuram mi da consiglii"