12 febbraio 1998, Vialli diventa allenatore-giocatore del Chelsea

di Lorenzo Marucci
Foto Articolo

Quando nell’estate del 1996 Gianluca Vialli passa dalla Juventus al Chelsea, l’attaccante italiano probabilmente non si aspettava che poco più di due anni dopo, la sua carriera calcistica si sarebbe trovata di fronte ad una svolta importante e anomala nella storia del calcio. Il 12 febbraio 1998, infatti Vialli diventa allenatore/giocatore del Chelsea, prende il posto dell’ex milanista Ruud Gullit, che lascia la squadra a seguito della rottura delle trattative del club e l’olandese per le stagioni successive. Con Vialli viene stipulato un contratto triennale e l’ex doriano ha così la possibilità di intraprendere il percorso di allenatore e calciatore nella seconda parte della stagione. Per Vialli si apre così una pagina nuova della sua carriera. A fine stagione il suo Chelsea riesce ad aggiudicarsi la Coppa delle Coppe battendo in finale per 1-0 lo Stoccarda. Vialli gioca tutta la gara e pur non segnando sarà determinante come allenatore: la scelta infatti di buttare nella mischia un altro italiano, Zola sarà decisiva. L’ex del Napoli segnerà il gol della vittoria.


Altre notizie
Lunedì 18 Febbraio 2019