Hellas, Grosso "esonerato" dalla coda della classifica

di Luca Bargellini
Foto Articolo

E' oramai solo questione di tempo. Fabio Grosso e il Verona sono destinati a salutarsi in queste ore.Troppo brutto l'inizio di questo 2019 per la formazione scaligera per non pensare che il presidente Setti non prendesse in considerazione un cambio di guida tecnica. L'ultima vittoria risale al 27 dicembre 2018 (4-0 al Cittadella) e anche se da quel giorno di sconfitte ne è arrivata solo una (3-0 nel derby contro il Padova, l'Hellas non è mai riuscito a ritrovare il filo conduttore della prima parte di stagione. La riprova arriva dai risultati portati a casa, dopo il successo contro la formazione di Venturato. Una sconfitta, quella contro i ragazzi di Bisoli ultimi in classifica, poi quattro pareggi contro Foggia, Cosenza, Carpi e, ieri, Crotone. Cinque formazioni, queste, che occupano le ultime cinque piazze della classifica. Cinque formazioni che a differenza dell'Hellas lottano per salvarsi. Gli scaligeri, però, nonostante il divario tecnico non sono mai stati in grado di farsi valere. Con le colpe da suddividere ovviamente fra allenatore e squadra, ma con Grosso che pagherà per tutti come vuole la tradizione calcistica. Toccherà, a meno di clamorosi stravolgimenti, a Serse Cosmi dare la scossa ad una squadra addormentata. Missione impossibile? Difficile dirlo, ma quanto fatto dal tecnico umbro lo scorso anno sulla panchina dell'Ascoli fa ben sperare. Salvezza e Serie A sono due obiettivi diversi, ma Cosmi è un capitano di lungo corso. La rotta è obbligata


Altre notizie
Sabato 16 Febbraio 2019
 00:00  ...con Valcareggi
 00:00  ...Gennaro Tutino
Venerdì 15 Febbraio 2019