Menù Notizie

Chievo, Cesar (coll. Aglietti): "Importante vincere dopo ottime prove, testa all'Entella"

di Paolo Lora Lamia
Foto Articolo

Vinicio Cesar, collaboratore tecnico di Alfredo Aglietti – in tribuna per via della squalifica rimediata contro lo Spezia –, ha commentato ai canali ufficiali del Chievo la vittoria ottenuta dai veneti per 2-0 in casa contro il Frosinone.

La vedo più che soddisfatto per come i ragazzi hanno interpretato la gara.
“Assolutamente sì, perché non era facile giocare tre giorni dopo aver perso una partita nonostante una buonissima prestazione. Purtroppo, tutti hanno visto come l’abbiamo persa. Dal punto di vista della classifica è stata una vittoria importantissima, così come sul piano del morale. Era importante dopo due ottime prestazioni dare continuità su questo piano, ma anche arrivare ai tre punti. Siamo contentissimi: il mister era soddisfatto dell’interpretazione dei ragazzi”.

Rispetto alla gara di venerdì abbiamo rivisto il Chievo di Aglietti, che pressa alto e cerca di velocizzare il gioco.
L’avevamo preparata così la partita, mentre venerdì le scalate e le uscite in avanti erano un po’ diverse anche per via della qualità nel palleggio dello Spezia. Studiamo sempre gli avversari e abbiamo visto che il Frosinone, nel palleggio, non aveva tanta qualità. Potevamo quindi alzare di più il pressing e così abbiamo fatto. Siamo riusciti a creare parecchi uomo contro uomo e i ragazzi sono stati molto bravi a leggere le situazioni. La partita è dinamica e magari certe cose possono cambiare, ma sono stati eccellenti in tante letture”.

Per riuscire in un piano di partita del genere, servono condizione fisica e capacità dei giocatori di applicare quello che voi proponete prima di ogni sfida. La reazione del gruppo è stata positiva in entrambi gli aspetti.
“Assolutamente sì. Siamo molto contenti dei ragazzi, che si mettono a disposizione e sono sempre pronti a seguire quello che chiede il mister. Sono ragazzi aperti al dialogo e non siamo pronti ad ascoltare. L’aspetto fisico è stato importante in questa ripresa e lo sarà ancora di più nelle prossime giornate, perché giochiamo partite ravvicinate con un gran caldo e dopo tre mesi in cui siamo stati fermi. Da questo punto di vista, stiamo abbastanza bene”.

Da ex difensore come valuti la prestazione della vostra linea difensiva?
“Da quando abbiamo ripreso, ma anche prima, i ragazzi stanno facendo delle buonissime prestazioni. Da ex centrale non mi piace fare troppi complimenti, sennò i ragazzi si montano la testa. Il nostro è un ruolo in cui serve grande concentrazione, soprattutto quando abbiamo palla noi in avanti. Se quando perdiamo palla siamo messi male, gli avversari ci possono beccare. Dal punto di vista dell’attenzione e dell’equilibrio, stiamo facendo molto bene e dobbiamo continuare così”.

Hanno segnato Obi e Vignato dando un messaggio di cosa serve al Chievo, ovvero giocatori di esperienza e sostanza ma anche giovani che portano freschezza e spavalderia.
“Assolutamente, abbiamo giovani molto interessanti e di prospettiva. Sicuramente faranno una grandissima carriera: non è sempre facile approcciare certe partite, ma fa parte della loro crescita. Vignato ha tanta qualità e non lo scopro certo io. Può incidere ancora di più, ma ci sta dando una grossa mano e sono convinto che anche altri giovani saranno altrettanto importanti per arrivare al nostro obiettivo”.

Ora riposo per qualche ora, poi subito testa alla trasferta di Chiavari di venerdì sera.
“Un’altra partita, contro una squadra dove ho giocato per 5 anni. Conosco bene l’ambiente, il campo e ogni posto dello stadio. Sarà un’altra gara complicata: giocheremo su un campo sintetico, dove cambia tanto anche il possesso palla. Ci dobbiamo adattare e superare anche questo ostacolo. Abbiamo già visto che l’Entella è una squadra di qualità, approfondiremo e prepareremo anche questa partita”.

Altre notizie
Lunedì 06 Luglio 2020
08:33 Rassegna stampa Corriere di Roma: "Decimata dagli infortuni, la Lazio si scopre fragile" 08:30 Serie A Atalanta, fuori casa la Dea è da scudetto: 10 vittorie e 41 gol lontano dal Gewiss Stadium 08:28 Rassegna stampa Il Messaggero sui biancocelesti: "Lazio, scudetto sotto voce" 08:23 Rassegna stampa Corriere di Bologna sui rossoblù: "A Musa duro" 08:18 Rassegna stampa La Stampa: "Salvezza da prendere: Toro, comunque vada è un altro fallimento"
08:15 Serie A Lecce, sos difesa per Liverani: numeri horror e troppi cambi, già 70 gol subiti 08:13 Rassegna stampa Corriere della Sera: "Milan, l’Europa e poi l’addio. Ibra e Pioli firmano il patto del Diavolo" 08:08 Rassegna stampa Tuttosport sui nerazzurri: "Questa non è più l'Inter di Conte" 08:03 Rassegna stampa Corriere dello Sport: "Callejon magico, divorzio col Napoli difficile" 08:00 Serie A Inter, neppure Conte fa la differenza. L'Europa per salvare la stagione 08:00 Il corsivo Questa volta per Antonio Conte nessun miracolo al primo colpo 07:58 Rassegna stampa La Repubblica in prima pagina: "L'Inter si arrende al ragazzo venuto da un barcone" 07:53 Rassegna stampa Corriere Torino: "La Juve cambia muro. Bonucci fa festa e attende Rugani" 07:48 Rassegna stampa Il Messaggero sui giallorossi: "Roma discreta ma ancora ko" 07:45 Serie A Torino, Juric e Giampaolo restano nomi caldi 07:43 Rassegna stampa Corriere di Roma: "Il rientro di Zaniolo non salva la Roma: terza sconfitta di fila" 07:38 Rassegna stampa QS: "Riparte il Brescia: batte il Verona e torna sperare" 07:33 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport: "Inter, da Gagliardini a Godin: in 6 cambieranno aria" 07:30 Serie A Roma, solita rivoluzione senza risolvere i problemi: rischia perfino Fonseca 07:28 Rassegna stampa La Stampa: "Juwara da profugo a eroe. Inter ko. Conte "Tutti in discussione, anch'io" 07:23 Rassegna stampa L'apertura del Corriere della Sera: "Meno tasse, più treni e buoni Internet: il piano per la UE" 07:20 Altre Notizie Claudio Nassi: “L’operazione simpatia!” 07:18 Rassegna stampa Tuttosport: "Jorginho-Chelsea in rotta: la Juve aumenta il pressing" 07:15 Serie A Milan, dopo la Lazio Ibrahimovic vuole l’impresa contro la Juventus 07:13 Rassegna stampa L'apertura del Corriere dello Sport sull'Inter: "Conte in croce" 07:12 Serie A TMW RADIO - La pagella all'arbitro, Bergonzi: "Voto 7 a Rocchi. Cagliari? Non è più calcio" 07:10 Serie A TMW RADIO - Di Marzio: "Insigne deve allenarsi sempre bene. Inter e Atalanta più forti del Napoli" 07:08 Rassegna stampa L'apertura di Tuttosport sulla Juve: "Scudetto in mano" 07:03 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport in apertura: "Piazza pulita Inter" 07:03 Editoriale Juve, mani sul tricolore. Il mercato servirà a tutti. Breve ma intenso. 15 su 20 sono le deluse di questa stagione. Si salvano in 5