Menù Notizie

TMW RADIO - Sconcerti: "Lazio cosciente, non arrendevole. Juventus unica rivale dell'Inter"

di Dimitri Conti
Foto Articolo

Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo italiano, è intervenuto in diretta a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio condotta da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini. L'intervista inizia dall'impegno di questa sera della Lazio contro il Bayern Monaco: "Un premio lo hai già ottenuto andando in Champions, ed è pure abbastanza largo. In pochi paesi la quarta classificata va in Champions, il Portogallo per esempio ne ha due sole, e non è una nazione così inferiore all'Italia. Non credo all'arrendevolezza della Lazio, ci sarà coscienza della differenza di qualità. Quando si conoscono i propri limiti, si ha pure libertà".

Sbagliato pensare che l'Atalanta sia alla pari con il Real Madrid?
"Penso che la storia pesi, sempre. Le stanze in cui cresci ti danno senso del gusto e del giudizio, la partita però va giocata ed è aperta. Il Barcellona per esempio ha frequentato le stesse stanze del Real e in Champions è andato incontro a brutte eliminazioni. Può succedere pure a Bergamo, anche se l'Atalanta non è una squadra costante. Un pronostico mi sembra esercizio inutile, sono squadre diverse guidate da un grande allenatore come Zidane e un maestro non imitabile come Gasperini. Certamente l'Atalanta è squadra di livello europeo".

Oggi il Cagliari ha presentato Semplici. Troppo tardi adesso?
"Certo, presto non è. Da esperto di calcio mi viene da dire che sia abbastanza tardi, perché come minimo deve fare 21 punti in queste ultime quindici partite, e perché succeda ci vuole una squadra in salute. Il Cagliari può farlo, ma il vero serbatoio per loro sarebbe un crollo in quelle che oggi sono lì intorno ai 25 punti. Non credo nemmeno il Torino abbia problemi, e il fatto che il Cagliari sia lì per me è un vero mistero. Non conta tanto il distacco, che sono due vittorie... Semplici sicuramente troverà la quadra e, fossi per esempio nella Fiorentina, starei attento".

Come le è sembrata la Juventus ieri?
"Aveva tanti assenti, Chiesa mi piace sempre di più e sono contento abbia giocato per 4 anni nella Fiorentina: la Juventus gli ha dato quello che non potevamo dargli, l'aria da grande giocatore che lo porta a fare uno step in più. Il Crotone a questi livelli ti può allenare bene a giocare benino, per cui secondo me è una partita che dice poco. In questo momento comunque mi sembrano l'unica potenziale avversaria dell'Inter".

Troppo allarmistico pensare che il Milan debba guardarsi le spalle?
"No. Quando perdi con questa frequenza, vuol dire che hai dei problemi e questi mi sembrano anche facili da identificare. C'è un assente fondamentale come Bennacer e uno non giustificato come Calhanoglu, oltre a uno che non sta più pesando come prima che è Ibrahimovic. C'è bisogno di partecipazione e di tornare ad un'intensità diversa".

Si aspettava le più dall'impatto di Tonali in rossonero?
"Se fosse stato quello che diceva la stampa. Quando vediamo un giocatore da 7 diciamo subito che è da 9, poi vai a fare un confronto quando sale nella squadra più forte e ti accorgi che non è così. In questo momento non è da grande squadra, e infatti fa la riserva di Bennacer e quando gioca non stupisce".


Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo italiano, intervistato da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini
Altre notizie
Venerdì 26 Febbraio 2021
14:30 Serie A Milan, la scheda del Manchester United: Bruno Fernandes pericolo pubblico numero uno 14:29 Serie A LIVE TMW - Hellas, Juric: "L'anno scorso eravamo definiti, oggi siamo al 30%. Lasagna è un top" 14:28 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - Tutte le ultime sul 24° turno di A, LIVE! Correa-Immobile dal 1' nella Lazio 14:27 Calcio estero Argentina, Maradona ricordato con un mosaico artistico a tre mesi dalla sua scomparsa 14:26 Serie A Bologna, si arrende il samurai Tomiyasu: rischia di saltare tre partite
14:25 Serie A LIVE TMW - Parma, tra poco D'Aversa in conferenza stampa alla vigilia dello Spezia 14:25 Serie A Man United-Milan, ovvero 31 rigori assegnati finora. Bruno Fernandes ne ha segnati 9 su 10 14:23 Serie A Lazio, Inzaghi: "In Champions pesante sconfitta: deve essere una carica positiva" 14:21 Serie A Parma, sono 24 i convocati di D'Aversa per lo Spezia: out Gervinho e Zirkzee 14:21 Serie A Juventus, obiettivo Aouar: De Sciglio o Douglas Costa per abbassare il prezzo 14:19 Serie B Reggina, Baroni: "SPAL fra le più forti della B, ma non dobbiamo arretrare di un millimetro" 14:19 Serie A Diritti Tv Serie A 2021/24 non assegnati. Oggi la Lega convocherà una nuova Assemblea 14:11 Serie A Dieci Champions in bacheca: Manchester United-Milan è sfida da record in Europa League 14:10 Serie A Big match a inizio e fine mese, il Parma tra le gare con lo Shakhtar: Roma, il calendario a marzo 14:08 Serie A Fabio Capello: "Ritorno col Porto gara verità per capire a che punto è la Juventus di Pirlo" 14:06 Serie A Il Napoli tra le due sfide col Manchester United: Milan, il calendario a marzo 14:04 Serie B Pescara, Grassadonia: "Voglio una squadra granitica, forte mentalmente" 14:00 Serie A Juventus corta in attacco, Pirlo assolve il mercato: "Credevamo il ko di Dybala fosse più leggero" 13:57 Calcio estero River Plate, Borré in scadenza di contratto. Il colombiano rifiuta 12 milioni dal Palmeiras 13:55 Serie A Scudetto ancora possibile? Pirlo deciso: "Certo che ci crediamo, siamo la Juventus..." 13:54 Serie A Man United-Milan: 5 precedenti, rossoneri avanti 4 volte. Sono la bestia nera dei Red Devils 13:53 Serie A Juventus, top player in bilico dopo i conti in rosso: fondamentale passare il turno in Champions 13:52 Serie A Diritti Tv Serie A 2021/24, niente fumata bianca: 'solo' 11 voti a favore di DAZN, 9 astenuti 13:49 Serie B SPAL, Marino: "Lo spogliatoio è compatto. Gara fondamentale con la Reggina" 13:46 Serie A LIVE TMW - Juventus, Pirlo: "Non recuperiamo nessuno. Dybala non è a rischio operazione" 13:46 Serie A Pirlo sull'attacco: "Morata in Champions? Aspettiamo. Trattamenti per Dybala da valutare" 13:45 Serie A Ritorno al passato: Fonseca, tre anni da re a Donetsk. Ibra, gioie e dolori a Manchester 13:41 Serie A Milan, col Manchester United due armi in più: l'11 marzo ci saranno Bennacer e Mandzukic 13:40 Serie A "Ciao Roma, salutaci Paulo Fonseca!". La simpatica reazione dello Shakhtar al sorteggio 13:38 Serie A Milan, lo United dopo Stella Rossa, Lille e Celtic: il dolce amarcord legato al 2007