Menù Notizie

LIVE TMW - Napoli-Leicester, Spalletti: "Nessuna scoria post-Atalanta, ma ora la maglia pesa di più"

di Pierpaolo Matrone
Fonte: Dall'inviato a Castel Volturno (CE)
Foto

Dopo la sconfitta contro l'Atalanta in campionato, il Napoli si rituffa sull'Europa League e attende il Leicester City allo stadio Maradona nella sfida decisiva per il superamento del girone. Attualmente gli azzurri sono terzi, a pari punti con lo Spartak Mosca ma sotto negli scontri diretti, mentre gli inglesi guidano il gruppo con un punto in più. Oggi alle 14.30, come di consueto alla vigilia delle partita europee, il tecnico azzurro Luciano Spalletti presenterà la gara in conferenza stampa. TUTTOmercatoWEB.com vi riporta le parole dell'allenatore toscano in diretta testuale.

14:41 - Comincia la conferenza stampa di Luciano Spalletti: "Per me l'unico problema di cui mi devo preoccupare è quello dei valori morali dei calciatori. E' quello dell'energia che devono esprimere ogni volta che entrano nello spogliatoio. E' quello di voler mantenere la schiena dritta e prendere a calci i momenti in cui le cose non vanno bene, di non accettare le situazioni che a volte ti determinano i risultati. Per ciò che vedo io da questo punto di vista i miei calciatori sono in salute, per cui non devo cambiare niente. E' chiaro che in un momento in cui i risultati scricchiolano la divisa del Napoli diventa anche più pesante, dunque c'è da esibire una forza mentale superiore e mantenere la testa lucidità. E' questo ciò che conta, riuscire a riconoscere le potenzialità che si hanno ancora".

Come si immagina la tabella per il rientro di Osimhen?
"Giorno dopo giorno lo solleciteremo e vedremo che risposte darà. In base a come reagisce si vedranno i tempi di recupero. Conoscendo l'elemento, siamo molto fiduciosi per un recupero il prima possibile. Andrà tutelata la situazione, ma da un punto di vista di disponibilità del calciatore per accorciare un po' verrà fatto tutto il possibile".

Una partita da dentro o fuori dopo la sconfitta con l'Atalanta.
"Sì, però poi ci vogliono motivazioni enormi, senso d'appartenenza, una considerazione corretta della propria autostima. Per noi tutte le partite sono da dentro o fuori. Se siamo a questo punto qui, non abbiamo considerato molto da dentro o fuori quelle all'inizio, quando abbiamo commesso qualche leggerezza. Per evitare questo problema il ragionamento deve essere questo: tutte le partite sono da dentro o fuori. Questa lo è realmente, però una partita come quella che hanno disputato con l'Atalanta devo farla vedere in maniera giusta affinché il risultato non pesi di più della realtà, della qualità esibita in campo. Visto come eravamo messi, io ci trovo un balzo in avanti in quella prestazione, invece che portarmi dietro la scoria della sconfitta nella prossima partita perché con l'Atalanta la partita è stata fatta nella maniera corretta. Sono i dati che ti danno il documento che se sei stato al loro livello sotto diversi aspetti puoi ambire a vincere la prossima. Poi è chiaro che nelle partite ci sono gli episodi e se si arriva con la testa giusta in quegli episodi puoi sfruttarne qualcuno. La gara l'abbiamo fatta pari pari agli avversari".

E' possibile che domani riposi qualcuno?
"Siamo quattordici domani. A chi si riferisce? Chi ha giocato di meno e chi ha giocato di più? Elmas, ad esempio, ha giocato molto o ha giocato poco per voi? Io dico che ha giocato più di tutti".

Il riferimento è a Zielinski, Mario Rui e Mertens.
"Mario Rui ha giocato meno di tutti perché non ha giocato in nazionale. Se si mettono sette partite piene in nazionale per Elmas, ad esempio, si vede che ha giocato di più. Anche rispetto a Di Lorenzo. Il problema, dunque, è generale. Bisogna avere una rosa che vada a combattere questa difficoltà che hanno tutti e bisogna farci il callo. La difficoltà è lì dietro la porta. Se ci si mettono anche i tre casi di Covid-19 si completa il quadro. Quando rientrano, sono a disposizione, ma con dieci giorni di fermo e quindi hanno bisogno di dieci giorni d'allenamento altrimenti si mettono dentro e non ce la fanno. Il Covid-19 è diverso, si hanno problemi respiratori e ci vuole tempo. Quando entri in campo per mezzora il peso psicologico è lo stesso di chi comincia dall'inizio. Anzi, a livello muscolare può essere più rischioso perché fai tutto in apnea visto che giochi solo quella mezzora. Per questa difficoltà mentale a differenziare mezzora o 50 minuti, domani ce l'hanno tutti il carico della partita perché giocano tutti. Se alla prima spallatina si va giù, che forti siamo? L'analisi su che tipo di forza si ha, di che stoffa siamo fatti si va a vedere in partita e se ne riparla a fine partita".

Pochi biglietti venduti: vuole fare un appello ai tifosi per questa partita così importante?
"Se si va a fare un confronto con gli altri stadi e le altre partite, se si gioca di giovedì alle 18:30 la cosa stride da tutte le parti".

Politano e Demme, reduci dal Covid-19, stanno meglio?
"Sì, stanno meglio tutti e due perché hanno fatto degli allenamenti in più e il livello di risposta si è alzato".

Fabian e Insigne puntano l'Empoli per il rientro?
"Sì, certo, proviamo a recuperarli per domenica. Non sarà facile, ma proviamo a recuperarli, si cercherà di fare tutto il possibile".

E' possibile rivedere la difesa a tre o tornerete a quattro dietro?
"Quando la palla ce l'hanno gli altri devi un po' adattarti a ciò che fanno loro e loro le ultime partite le hanno giocate col 4-2-3-1. Si va un po' dietro alla ricerca degli avversari. Se una squadra propone tre attaccanti è meglio metterne quattro in difesa, ma è legato allo sviluppo dell'azione. In fase di possesso puoi fare un po' quello che ti pare. Puoi mandare un mediano dentro tra centrale e terzino, come fa spesso l'Atalanta che porta sei giocatori sull'arco della difesa a far girare il pallone. Quando la palla ce l'ho io, decido io che impostazione dare. In qualsiasi partita si può proporre ogni cosa. Anche il Leicester a volte fa entrare un centrocampista fuori linea per ampliare il raggio d'azione sulla costruzione".

Manolas è pienamente pronto?
"Non può avere, in virtù del problema che ha avuto, i 90 minuti. Verrà in panchina, può entrare. Bisognerà vedere se il problema si riacutizza oppure no. In allenamento dovremo portarlo a riavere i 90 minuti ai livelli che vogliono".

Un giudizio sulla prova di Malcuit contro l'Atalanta?
"In fase di possesso ha spunto, ha forza, ha la vampata della corsa e della velocità. Quando deve scegliere delle cose fa un po' più fatica, però è un calciatore che ti crea delle problematiche proprio per questa fisicità e questa reattività che ha. Ha fatto bene da tutte e due le parti".

In queste partite si vedono i giocatori veri?
"Sì, è una di quelle partite che fanno la radiografia all'anima che hai. Si arriva poi in fondo e questa è veramente da dentro o fuori. Lì poi sei costretto a non rimandare alla situazione successiva il risultato di oggi. Il risultato di oggi rimanere perché poi non si va più in giro per l'Europa. Il tuo carattere dunque deve essere di quel livello lì. Se poi quando ci sono le difficoltà non resistiamo, quanto sei forte? Sei forte poco. Bisognerà vedere che prestazione verrà fatta, è quello che determina il ragionamento successivo. Ogni partita ha in ballo un trofeo e un pezzo della nostra storia. Se si va fuori dall'Europa non dobbiamo dare niente alla società, non abbiamo debiti con nessuno. Ma verso i tifosi... Quello rimarrà sulla tua storia, sul tuo curriculum, rimarrà scritto che quell'anno lì sei andato fuori ai gironi d'Europa League".

Vista l'emergenza, crede che potrà dare un contributo qualche giovane della Primavera?
"Abbiamo un contatto quotidiano con l'allenatore della Primavera, portiamo ogni giorno qualche ragazzo ad allenarsi con noi per renderci conto di chi può darci una mano in questi momenti. Li teniamo in considerazione".

Il Napoli è tra le squadre più corrette, contro l'Atalanta però i suoi sono andati di più a parlare con l'arbitro. Ci sta lavorando?
"Noi consideriamo tutto ciò che ci può aiutare, tutti quelli che lavorano qui analizzano bene le cose prima su noi stessi, c'è un senso di umiltà, considerazione della tua prova, e poi si mette tutto insieme il discorso di squadra. Facciamo riunioni anche quotidianamente con i giorni così corti tra una gara e l'altra, io vedo un atteggiamento dentro e fuori dal campo corretto, a volte è faticoso mantenerlo sempre corretto, ma se vuoi scrivere una bella storia c'è dietro molta fatica e la stiamo facendo".

Alla luce del momento di emergenza ha chiesto a Lozano e Mertens di stringere i denti?
"Sono tutti pronti a dare il massimo di quello che gli viene richiesto, soprattutto domani (ma Ghoulam è fuori lista, ndr). Io ho sempre detto di avere a che fare con un gruppo che ha talento e attributi. Uno come DI Lorenzo sabato scorso è stato male, non ha potuto dormire per tutta la notte, senza far colazione e pranzare ha giocato e ha fatto una partita stratosferica. La testa dei calciatori è quello che vogliono andare a prendere e portare a casa. Poi ci sono gli avversari e gli episodi, ma sono tutti molto disponibili a fare gli straordinari".

Ghoulam può dare un contributo?
"E' quasi pronto da far giocare, ha già espresso il valore che doveva esprimere ultimamente affinché venisse preso in considerazione da me".

15:19 - Termina la conferenza stampa di Luciano Spalletti.

Altre notizie
Mercoledì 19 Gennaio 2022
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 18 gennaio 00:56 I fatti del giorno La Juve rompe gli indugi e lavora al grande colpo Martial per gennaio: il punto 00:53 I fatti del giorno Genoa, salta l'arrivo di Labbadia in panchina: Maran ora in pole, Nicola l'alternativa 00:49 I fatti del giorno Coppa Italia, il tabellone aggiornato: Lazio e Juventus qualificate ai quarti di finale 00:45 I fatti del giorno Tutto troppo facile per la Juventus: la Samp è in crisi, Dybala stavolta sorride. Ora il Milan
00:42 I fatti del giorno Lazio ai quarti, ma che fatica con l'Udinese! Ora c'è il Milan. E Tare sbotta sul mercato 00:38 I fatti del giorno Newcastle guarda Bergamo per il mercato: il punto su Hateboer, Zapata e Gosens 00:34 I fatti del giorno Il Giudice Sportivo ha deciso: 3-0 Udinese, -1 Salernitana. Le motivazioni, aspettando i ricorsi 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Il Governo approva il nuovo protocollo. La Samp aspetta Giampaolo 00:27 Calcio estero PSG, Messi torna a disposizione. Primo allenamento dopo la positività al coronavirus 00:23 Serie A Il Fatih Karagumruk può pescare ancora in Italia: il grande obiettivo per l'attacco è Ribery 00:19 Serie C Il Bari non rinforza la concorrenza. Polito: "Simeri all'Avellino? Difficilmente si muoverà" 00:15 Serie A Napoli, Lobotka: "Crediamo ancora nello scudetto, il campionato è ancora lungo" 00:12 Calcio estero Pelé piange Gento: "Ci saluta il più grande campione d'Europa. Lo affrontai da ragazzo" 00:08 Serie A Lazio, Immobile cecchino implacabile: dietro solo Lewandowski, Benzema e Salah 00:04 Calcio estero Saint-Etienne, in arrivo un grande colpo per la difesa: Mangala firmerà fino a fine stagione 00:02 Serie A Salernitana, Aya firma per la Reggina. E arriva Iervolino junior 00:00 Editoriale Dybala: confermate tutte le anticipazioni di un mese fa sull’Inter. Ma adesso la Juventus ha paura di Marotta, e Paulo del futuro. Martial vuole la Juve, Arthur vuole l’Arsenal, ecco cosa manca 00:00 Nato Oggi... Claudio Marchisio, una vita in bianconero: dai pulcini ai 7 Scudetti con la Juventus 00:00 A tu per tu …con Antonio Floro Flores
Martedì 18 Gennaio 2022
23:59 Serie A Lazio ok in Coppa Italia, ma come stanno Zaccagni e Pedro? Il punto di Sarri in conferenza 23:58 Serie A Salernitana, primi contatti con Eder: l'attaccante vuole lasciare il San Paolo e tornare in Italia 23:58 Calcio estero Colonia-Amburgo, epilogo pazzesco ai rigori. Il 10° lo tira Kainz: segna ma tocca 2 volte 23:57 Calcio estero Samuel Umtiti operato al piede destro. Confermati i timori del Barça: starà fuori tre mesi 23:55 Serie A Milan, c'è lo sconto per il riscatto di Pellegri: 4 milioni al Monaco, poi andrà in prestito al Torino 23:53 Serie A Fiorentina, Odriozola ricorda Francisco Gento: "Leggenda del Real Madrid, mancherai a tutti" 23:49 Serie C Valdifiori: "Sento tante voci che mi riguardano ma ho avuto contatti solo con Siena e Piacenza" 23:45 Serie A Milan, Leao suona la carica: "Tutti uniti per tornare al top già dalla prossima gara" 23:44 Serie A LIVE TMW - Juventus, Landucci: "Dybala è sereno. Allegri? C'è stata qualche battuta dei giocatori!" 23:43 Serie A TMW - Torino, accelerata per Gatti: c'è l'offerta ufficiale al Frosinone