FOCUS TMW - Serie A, la Top 11 del 32° turno: Drągowski protagonista

di Gaetano Mocciaro
Foto Articolo

Di seguito la Top 11 della 32esima giornata di Serie A. Spiccano Koulibaly e la coppia d'attacco Quagliarella-Defrel che meritano un 7,5 in pagella. Ma il migliore è un altro: Bartłomiej Drągowski, protagonista assoluto nel posticipo di Bergamo. Il polacco prende addirittura 8,5. Tanta Inter in campo, con D'Ambrosio, Nainggolan e Vecino fra i migliori del weekend. Conferma il buon stato di forma il bolognese Dijks e risale la china Kessié, decisivo nella sfida Champions contro Lazio.

BARTLOMEJ DRAGOWSKI
Atalanta-Empoli 0-0

Grezzo stilisticamente nella prima frazione, non la tiene quasi mai. Ma non serve su de Roon e Freuler, così come su Ilicic con un guizzo d'istinto. Almeno quattro miracoli e otto parate importanti.

DANILO D'AMBROSIO
Frosinone-Inter 1-3

Dimostra ancora una volta che non serve una fascia al braccio, per essere leader. Sforna l'assist per la rete di Nainggolan, dietro ha l'avversario più ostico ma riesce a contenerlo.

KALIDOU KOULIBALY
ChievoVerona-Napoli 1-3

Trova il suo primo gol in questa Serie A e lo fa dopo un quarto d'ora con un colpo di testa facile facile. Nessun affanno in fase difensiva e a dieci dallo scadere anche la gioia della prima personale doppietta in carriera.

KEVIN BONIFAZI
SPAL-Juventus 2-1

Secondo gol in campionato per il giovane tuttora di proprietà del Torino. È lui a svegliare la SPAL, con la rete del pareggio. E dietro non sbaglia nulla.

MITCHELL DIJKS
Fiorentina-Bologna 0-0

Fra i migliori in campo. Lascia un solco sulla fascia, raddoppia sempre il portatore di palla. Prende un giallo pesante che lo costringerà a saltare la prossima sfida.

RADJA NANGGOLAN
Frosinone-Inter 1-3

Ecco il Ninja che serve all'Inter. Al di là del bel gol, gioca a tutto campo: prezioso nei ricami offensivi, utile nei ritorni difensivi. Pare vicino a tornare la miglior versione di se stesso.

MATIAS VECINO
Frosinone-Inter 1-3

È sempre e comunque l'uomo della Champions per questa squadra. Intendiamoci: battere il Frosinone non cambia la stagione dell'Inter e forse la vittoria sarebbe arrivata comunque. Però il suo timbro c'è comunque.

FRANCK KESSIE
Milan-Lazio 1-0

Presente in ogni zona del campo, si riscatta dopo un periodo complicato segnando con grande freddezza il rigore decisivo. La lite con Biglia è un ricordo.

GREGOIRE DEFREL
Sampdoria-Genoa 2-0

Paga la scelta di Giampaolo. Sblocca subito il derby, dopo 3', poi fa tanto movimento e aiuta in fase difensiva. Nella ripresa si procura il rigore e provoca l'espulsione di Biraschi. Decisivo.

FABIO QUAGLIARELLA
Sampdoria-Genoa 2-0

Un assist e un gol, su calcio di rigore. Sempre protagonista assoluto, stavolta nella partita più sentita dai tifosi. Leader eterno, di nuovo capocannoniere solitario del campionato.

LEONARDO PAVOLETTI
Torino-Cagliari 1-1

Nel primo tempo sembra quasi che non ci sia, servito poco e nulla. Appena ha un'occasione di testa mette i brividi a Sirigu, alla seconda occasione pareggia i conti ancora di testa. Nove gol nel gioco aereo in questo campionato, 12 complessivi. E solo Sirigu e pochi centimetri gli negano un'altra rete.


Altre notizie
Giovedì 18 Aprile 2019