Menù Notizie

Marco Ferrari: "La prima salvezza in A fu un mezzo miracolo. Vivevo le partite con grande tensione"

di Tommaso Rocca
per Parmalive.com

L'ex vicepresidente crociato Marco Ferrari è intervenuto su 12 TvParma durante il programma 100 anni di Stadio Tardini, commentando la prima salvezza nella stagione del ritorno in Serie A: "Fu un campionato esaltante, ma inizialmente di grande sofferenza. La prima salvezza, a differenza della successiva, fu un mezzo miracolo. Grande merito va all'allenatore e allo staff, perché la squadra fu assemblata in una settimana, c'erano varie scommesse. Se andiamo a vedere i valori tecnici sicuramente non eravamo tra le squadre di prima fascia, salvarsi fu una grande impresa".

Una gestione che aveva in partenza l'intenzione di esser solo transitoria: "Noi quando abbiamo iniziato avevamo chiaro e lo abbiamo anche palesato che non sarebbe stato per sempre. Non era il nostro mestiere e non era la cosa che nessuno si sentiva di fare come primo lavoro, perché non puoi farlo nei ritagli di tempo, soprattutto con il calcio di adesso, molto grande ed ipertrofico. Vivevamo il nostro ruolo con la consapevolezza che una volta portato il Parma dove meritava di stare avremmo dovuto trovare un successore che fosse in grado di garantire uno sviluppo saldo. Dal punto di vista personale sono tornato a godermi le partite. La cosa che mi è dispiaciuta nel periodo in cui eravamo coinvolti direttamente è che la partita, che è la parte più bella, me la vivevo con grande tensione. Lo diceva Boniperti, "il calcio è una cosa bellissima", peccato che ci son le partite da giocare. Sicuramente non ero mai rilassato".


Altre notizie Parma
Lunedì 24 Giugno 2024