Menù Notizie

La Giovane Italia, prima puntata: il rapporto speciale tra Brocchi e Locatelli

di La Giovane Italia
Foto Articolo

“Quando sono arrivato ad allenare i ’98 mi parlavano di lui come un fenomeno. Allora mi sono detto: bene, vediamo piuttosto cosa gli manca e facciamolo lavorare per farlo diventare un giocatore vero”. Parole e musica di Cristian Brocchi, che descrive così il suo primo approccio con Manuel Locatelli, uno dei suoi allievi prediletti nel vivaio del Milan e col quale ha compiuto il salto praticamente a braccetto dalla Primavera alla prima squadra. Un nastro che si riavvolge, quello che si snoda lungo tutto il corso della prima puntata dell’edizione 2020 de La Giovane Italia, in onda su Sky Sport tutti i lunedì a partire dallo scorso 3 febbraio. Da un lato l’attuale allenatore del Monza, protagonista fino allo stop forzato dei campionati di una cavalcata trionfale verso la promozione in Serie B. Dall’altro il centrocampista del Sassuolo, che sotto la guida di mister De Zerbi ha riscoperto le sensazioni antiche vissute con il tecnico che lo ha lanciato in Serie A, con una verve ritrovata che lo ha portato a diventare il capitano dell’Italia Under 21 e uno dei leader del centrocampo neroverde.

Pantaloncini sporchi - Un rapporto schietto e diretto quello tra il classe ’98 e mister Brocchi, figura fondamentale per la crescita dell’ex rossonero. “Il mister è stato una delle prime persone incontrate nel calcio a dirmi veramente quali erano i miei difetti. Per questo è stato così importante per la mia maturazione, calcistica ma non solo”, afferma Locatelli. Un amore che però non è sbocciato subito, perché Brocchi ha dovuto lavorare per entrare nella testa del “Loca” e fargli capire di cosa avesse bisogno per diventare un giocatore veramente di alto livello. Il tecnico del Monza racconta con un sorriso un aneddoto particolare: “Nei primi tempi da allenatore di Manuel, la sua settimana di allenamento non durava dal martedì al venerdì come quella dei compagni. Al martedì aveva il dolorino e faceva le cure, stessa storia il mercoledì prima di cominciare a corricchiare il giovedì ed essere bello pimpante il venerdì, nell’ultimo allenamento prima della partita. Questo atteggiamento può bastare fino a un certo punto, e se non lo avesse capito non sarebbe arrivato al livello che ha raggiunto adesso. La mia soddisfazione più grande? Vederlo finire le partite coi pantaloncini sporchi”.

Quel gol alla Juve... - Dall’esordio assoluto in Serie A (“potevo farlo debuttare nella partita precedente, ma volevo che la sua prima volta fosse a San Siro”, dice Brocchi) al primo, splendido gol realizzato proprio contro il Sassuolo, i ricordi arrivano inevitabilmente al capolavoro contro la Juventus, col quale Locatelli si è rivelato al mondo subendo al tempo stesso un contraccolpo psicologico che ne ha un po’ frenato l’esplosione. Manuel ne parla con la lucidità di un veterano: “Quel gol ha creato delle aspettative fuori dal comune si di me, e solo col tempo sono riuscito ad acquisire la consapevolezza di quanto mi abbiano condizionato nei mesi successivi. Al tempo stesso, però, è anche grazie a quelle che sono riuscito a diventare la persona che sono adesso”. Una chiacchierata a cuore aperto quella tra Locatelli e Brocchi, che potete gustarvi in versione integrale nella prima puntata dell’edizione 2020 de La Giovane Italia, disponibile cliccando qui.

Altre notizie
Venerdì 10 Aprile 2020
01:05 Serie A #iorestoacasa - Le storie della buonanotte: quando Belenenses e Boavista hanno shockato il Portogallo 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 9 aprile 00:57 Calcio estero Rivaldo: "Messi non andrà all'Inter. Via dal Barcellona solo per MLS o Cina" 00:53 Serie A Il Torino va a caccia di rinforzi sulle fasce: il primo obiettivo di Bava è Mogos 00:49 Serie C Samb, Volpicelli: "Meritiamo la B. Stipendi? Il pres. è innanzitutto umano, qui si sta bene"
00:45 Serie A Ripresa dei tornei e taglio degli stipendi: la situazione nei top 5 campionati europei 00:42 Altre Notizie U21, Nicolato: "Cutrone è un combattente, l'ho sentito carico. Locatelli non mi ha sorpreso" 00:40 Altre Notizie Oddo: "L'Inter pensi a trattenere Lautaro. Messi difficilmente lascerà il Barcellona" 00:38 Calcio estero Manchester United, Silvestre su Pogba: "Ha la testa altrove, vorrei vederlo con Fernandes" 00:34 Serie B Ascoli, Pucino: "Penso che si proverà fino alla fine a riprendere i campionati” 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Domani nuovo DPCM: tre settimane di lockdown e fasi ripresa Serie A 00:27 Calcio estero Marsiglia, si complica il rinnovo di Thauvin. C'è distanza fra domanda e offerta 00:23 Calcio estero Real Madrid, Camavinga grande obiettivo per l'estate: pronti 50 milioni per il classe 2002 00:19 Calcio estero Saint-Etienne, il presidente Caiazzo si sfoga: "Nel calcio c'è una visione puramente capitalistica" 00:15 Serie A Lockdown, ora i calciatori mordono il freno. CR7 e Ibra i primi casi, non saranno i soli 00:11 Calcio estero Croazia, il vice ct Olic: "Europeo nel 2021 non è un problema per Modric. Sarà ancora più in forma" 00:10 Calcio estero Barcellona, terremoto societario: si dimettono sei membri del Consiglio d'Amministrazione 00:08 Altre Notizie Oddo: "Il campionato va finito. La Juve ha qualcosa in più, ma la Lazio sta meritando" 00:06 Calcio estero Olympiacos, sfida alle big greche per il giovane Ioannidis. Era seguito anche in Italia 00:04 Altre Notizie Kutuzov ricorda l'Avellino di Zeman: "Pensavo fosse un serial killer per come ci allenava" 00:02 Calcio estero Svizzera, il Grasshopper è acquistato da una compagnia di Hong Kong 00:00 A tu per tu ...con George Puscas 00:00 Editoriale Messi dice no all’Inter: “Sono solo falsità”. Ma è una smentita curiosa: ecco perché in realtà Suning ci sta pensando. Milan, ripresi i contatti con Rangnick No della Fiorentina per Chiesa e Castrovilli
Giovedì 09 Aprile 2020
23:59 Serie A Udinese, Carnevale: "Difficilissimo tornare in campo a maggio, magari a giugno" 23:57 Calcio estero Bayern, Muller ammette di aver pensato di andarsene sotto la gestione Kovac 23:55 Calcio estero Svizzera, Djourou fa causa al Sion a seguito del licenziamento 23:53 Serie A Pres. FIFPRO: "La crisi a causa della pandemia è pericolosa per la psiche dei calciatori" 23:52 Serie C Serie C, Ghirelli: "C'è un comitato di pietra in Italia, ed è quel maledetto virus" 23:49 Serie B Juve Stabia, donati dispositivi di protezione e disinfettati a forze dell'ordine e comune 23:47 Serie B Crotone, Ursino: "Siamo secondi ma non importa. Vogliamo concludere la stagione"