Menù Notizie

Superlega, il Tribunale di Madrid dà ragione a Juve, Barça e Real: "No sanzioni dall'UEFA"

di Tommaso Bonan
Foto

Superlega, altro capitolo. E forse l'ultimo. In una nota congiunta i tre club fondatori Juventus, Real Madrid e Barcellona - che a differenza degli altri nove non hanno comunicato l'uscita - hanno espresso soddisfazione per la decisione del tribunale di Madrid in loro favore, confermando l'obbligo alla UEFA di cessare le azioni intraprese nei loro confronti.

Il tribunale di Madrid ha dunque confermato l'obbligo nei confronti della UEFA di cessare le azioni intraprese ai danni dei club fondatori, tra cui le sanzioni, le penali e le restrizioni imposte anche agli altri nove club, dando di fatto ragione ai tre club che hanno confermato la loro volontà di proseguire con il progetto.

Di seguito il comunicato integrale di Juventus, Barcellona e Real Madrid:

"FC Barcellona, Juventus e Real Madrid CF prendono atto con soddisfazione della decisione del tribunale di Madrid di confermare l’obbligo di UEFA di cessare le azioni intraprese nei confronti dei club fondatori di European Super League, inclusi il procedimento disciplinare nei confronti dei tre club sottoscritti e la rimozione delle penali e delle restrizioni imposte agli altri nove club per evitare il procedimento disciplinare di UEFA.

Il Tribunale ha accolto la richiesta formulata dai promotori di European Super League, ha respinto il ricorso di Uefa e confermato l’intimazione a UEFA che, qualora quest’ultima non si conformasse alla decisione, ne scaturirebbero ammende e responsabilità penali. Il caso sarà valutato dalla Corte di Giustizia Europea, che analizzerà la posizione monopolistica di UEFA sul calcio europeo.

È nostro dovere occuparci dei gravi problemi che affliggono il calcio. UEFA si è accreditata come legislatore, operatore esclusivo e unico titolare riconosciuto dei diritti delle competizioni europee, nonché organizzatore. Questa posizione monopolistica e in conflitto d’interessi danneggia il calcio e il suo equilibrio competitivo. Come dimostrato ampiamente, i controlli finanziari sono inadeguati e sono stati applicati impropriamente. Ai club partecipanti alle competizioni europee dovrebbe essere garantito di governare le competizioni.

Siamo felici che, da ora in avanti, non saremo più oggetto delle attuali minacce della UEFA. Il nostro obiettivo è di continuare a sviluppare il Progetto di Super League in modo costruttivo e collaborativo, contando sul contributo di tutti gli stakeholders del calcio: tifosi, calciatori, allenatori, club, leghe e federazioni nazionali e internazionali. Siamo consapevoli del fatto che alcuni elementi della nostra proposta potrebbero essere rivisti e, naturalmente, potranno essere implementati attraverso il dialogo e il consenso. Rimaniamo fiduciosi nel successo di questo progetto che sarà sempre rispettoso della normativa dell’Unione Europea".

Altre notizie
Lunedì 27 Settembre 2021
15:45 Probabili formazioni Le probabili formazioni di Venezia-Torino: Zima in rampa di lancio. Henry dal 1' 15:41 Calcio estero Barcellona, sabato Koeman non sarà in panchina nel big match contro l'Atletico Madrid 15:39 Serie A Bologna, la ricostruzione della rottura Saputo-Sabatini: "Costruita una squadra del c...." 15:38 Serie A Genoa, la nuova proprietà: "Reclameremo il nostro posto al vertice del calcio italiano" 15:34 Serie C Avellino, arriva la prima vittoria in campionato. D'Agostino: "Essenziale la Curva Sud"
15:31 Serie A ESCLUSIVA TMW - Lerda: “Torino, occhio al Venezia. Spezia, bravo Thiago Motta. Io pronto a ripartire” 15:30 Serie A Come state dopo il ko? Simeone: "L'Atletico è squadra con persone esperte e di carattere" 15:27 Calcio estero PSG-Man City, Guardiola: "Dimentichiamo l'anno scorso. Ora c'è un Messi in più" 15:25 Serie A Dalla resurrezione alle dimissioni. Sabatini lascia Bologna dopo due anni e poco potere 15:23 Serie A Roma, Rui Patricio: "Un risultato negativo non ci toglierà l'ambizione. Restiamo uniti" 15:21 Calcio estero Ronaldo contagia i compagni: niente dessert e piatti portoghesi nel menu dello United 15:21 Serie A Milan, Brahim Diaz: "Maldini, Massara, Gazidis e Pioli mi hanno voluto qui. Gli sono grato" 15:19 Serie B Lecce, Sticchi Damiani: "Abbiamo una rosa di 24 titolari, possiamo compiere la grande impresa" 15:16 Serie A Italia, giovedì le convocazioni del ct Mancini per la fase finale della Nations League 15:15 Serie A Milan, Pioli: “Theo sta crescendo anche in fase difensiva. Sta arrivando a livelli altissimi” 15:12 Calcio estero Domani Porto-Liverpool, Otavio: "Ogni partita ha una sua storia, cercheremo di vincere" 15:08 Serie A Firenze adesso sogna con Italiano: Firenzeviola lo accosta a Prandelli e Sousa 15:04 Serie C Vibonese, mister D'Agostino a rischio: potrebbe esser decisivo il turno infrasettimanale 15:03 Altre Notizie Materazzi: "Sì a possibili modifiche del calendario FIFA. Si giochino meno partite" 15:02 Serie A Domani Shakhtar-Inter, i convocati di Inzaghi: recuperato Vidal, assente Sensi 15:00 Serie A L'Atletico è quasi un derby per Brahim Diaz: “Ora sono del Milan, penso solo a fare il massimo” 14:57 Serie A Ibrahimovic non ci sarà per Milan-Atletico. Ha lasciato Milanello prima dell'allenamento 14:56 Serie A Juventus, in mediana occhi puntati su Aurelien Tchouameni. Ma c'è la concorrenza del Chelsea 14:53 Altre Notizie Bologna, ripresa la preparazione: terapie per Kingsley, differenziato per Schouten 14:51 Serie A Chi è Nguiamba, quasi dello Spezia. Titolare negli ultimi sei mesi in Ligue 2 14:49 Serie B Da Parma ad Assisi per donare di SLAncio: iniziativa della Lega B per le famiglie colpite da SLA 14:47 Calcio estero Porto, Conceiçao aspetta il Liverpool: "Dobbiamo sfruttare le debolezze, vogliamo vincere" 14:46 Serie A Sabatini 37 giorni fa: "Sarò testimone della resurrezione del Bologna". Ma oggi ha detto addio 14:45 Serie A Simeone e il rapporto con San Siro: "Non mi soffermo sui ricordi. Domani sarà dura" 14:42 Calcio estero Per CR7 un futuro da tecnico allo United dopo il ritiro? Potrebbe allenare suo figlio