Menù Notizie

Il futuro di Arthur e Morata, il caso Bonucci, la gara con l'Udinese: Allegri parla a 360°

di Marco Conterio
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Dal ko e la multa per Leonardo Bonucci fino al mercato e ai messaggi per Arthur e Alvaro Morata. E poi il campo, perché la Juventus è pronta per sfidare l'Udinese. C'è tanto nella conferenza stampa di Massimiliano Allegri.

Che reazione vuole vedere domani?
“Non è una questione di reazione, il campionato è un percorso completamento diverso rispetto alla Supercoppa che è una partita secca. Domani affrontiamo una squadra fisica che difende bene, servirà molta pazienza. Dobbiamo essere molto lucidi, avere precisione tecnica e dobbiamo cercare di vincere per invertire la rotta contro le squadre piccole”.

Ci saranno cambi domani? Può giocare Kaio Jorge?
“Ci saranno sicuramente dei cambiamenti domani. Stiamo tutti abbastanza bene tranne Danilo che non è ancora a disposizione e Bonucci che ieri ha avuto un risentimento e lo ritroveremo dopo la sosta”.

Conferma Arthur come ha confermato Morata?
“L’ho già detto, la rosa della Juventus è questa e con questi giocatori dobbiamo arrivare nel migliore dei modi alla fine della stagione che vuol dire cercare di centrare i primi quattro posti. Restiamo concentrati su queste cose. Stiamo crescendo come squadra, stiamo lavorando col massimo impegno per ottenere il massimo dei risultati e dobbiamo solamente rimanere sereni”.

Il gap con l’inter qual è dopo la partita?
“Ho detto che l'Inter è la più forte del campionato, stanno continuando quanto fatto. Poi una partita secca è una storia a sé, noi dobbiamo essere bravi nelle piccole partite. Mancano gli spazi, c'è meno attenzione e dobbiamo essere molto bravi. Credo che la squadra sta mettendo il massimo dell'impegno per ottenere risultati. La Juve era nettamente sfavorita, qualcuno aveva previsto anche una goleada. La squadra si è comportata bene, dovevamo fare meglio quando eravamo in vantaggio che era il momento decisivo della partita e abbiamo avuto situazioni importanti, per costruire negli ultimi 30 metri. Ma la squadra ha fatto bene contro un'ottima Inter. Dispiace perdere al 120° ma il gol non cambia il giudizio della squadra sulla prestazione”.

Su Dybala si può costruire un progetto futuro?
“Le valutazioni dei contratti sono della società, non sono cose che mi riguardano. Dybala io l’ho cresciuto, era un bambino quando è arrivato dal Palermo ora è cresciuto ed è un giocatore straordinario. Nella prima parte l'abbiamo avuto di meno, mi aspetto molto in questa seconda parte di stagione in fase realizzativa e di interpretazione della partita, il valore del giocatore non si discute. Lui è un grande giocatore”.

Pellegrini può giocare?
“Domani potrebbe giocare dall’inizio, rientra Cuadrado. Abbiamo anche De Sciglio e Alex Sandro che a parte quell’ingenuità ha fatto una grande partita. Ritornato ai suoi livelli sotto l'aspetto difensivo quindi sono contento, l'errore nel calcio può capitare”.

Szczesny e Kulusevski giocano?
“Rientra Szczesny, la situazione ora è a posto. Ho il dubbio tra Kulusevski e.Bernardeschi, hanno fatto entrambi una bella partita poi i cambi saranno importanti domani e devo cercare di miscelarli. Su Szczesny sono passati i giorni e quindi ora e a posto”.

Un problema tutti questi contratti in scadenza o c’è troppo stupore?
"C’è troppo stupore, è una cosa normale. In tutti i lavori funziona così, a fine contratto non è che ti impegni meno per l’azienda. Il calcio è sempre basato sul terreno verde. Bisogna fare e poi si vede, poi possono esserci le decisioni dei giocatori che vogliono cambiare aria. Però finché si gioca si gioca, poi se fai bene trovi un’altra occasione altrimenti no. Questo vale per tutti, l'unica cosa per mettersi dalla parte della forza contrattuale è fare bene. Puoi essere a scadenza o meno, anzi forse se sei a scadenza è meglio perché ti metti in una posizione di forza maggiore. Finché sei dentro devi dare il massimo per forza".

Le schermaglie sul contratto con Dybala possono dare fastidio? McKennie ora è un punto fermo?
“Siamo in una situazione in cui momentaneamente siamo fuori dalla Champions, quindi tutti le valutazioni verranno fatte a marzo/aprile. La Juventus programma così e noi dobbiamo pensare a giocare e lavorare, il resto lo vedremo più avanti. McKennie più che punto fermo si muove, a Milano ha fatto 16 km. È cresciuto. Migliorato, tutta la squadra sta crescendo. Non possiamo giocare partite sottoritmo però, dobbiamo avere grande rispetto per l'avversario qualsiasi sia il livello”.

Domani ancora Chiellini? Domani 300 panchine con la Juve, qual è la partita più bella che ricorda?
“Quella di Madrid, è stata una partita meravigliosa anche se siamo stati eliminati. Ce ne sono state altre come Monaco, Londra col Tottenham, ma quella di Madrid è stata veramente bella, avevamo quasi ribaltato il risultato, è stato veramente bello. Chiellini pensavo di trovarlo fra una decina di giorni, invece ho visto che respirava stamattina. Giocheranno Rugani e De Ligt”.

Quali sono le differenze con l'Inter?
"L'Inter è la squadra più forte del campionato in questo momento, l'anno prossimo vedremo. Poi nelle partite secche viene fuori l'orgoglio della Juve. Perché la Juve non è mai morta. Abbiamo fatto una partita d'orgoglio, tecnica, sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi. Poi alla fine l'errore di Alex Sandro non se l'aspettava nessuno. Alla lunga, alla fine dell'ultima giornata, chi vince è perché è la più forte. Io campionati vinti da squadre più deboli non ne ho visti".

Soddisfatto di Rabiot?
“Rabiot è stato criticato ma ha fatto una buona partita, ha messo in difficoltà Barella, anzi l’ha sovrastato. Lui è un giocatore votato al sacrificio, è stata una piacevole sorpresa perché ha corso molto e si è messo a disposizione della squadra per quello che doveva fare”.

Prima lei post Napoli, poi Bonucci post Inter: c'è troppo nervosismo?
“Io in vent’anni sono stato squalifico due volte. Dopo la partita col Napoli ho detto delle cose all’arbitro sbagliando, non dovevo. Però una ogni vent'anni concedetemela, sono anch'io un uomo. Leo ha pagato la multa, credo che il caso sia chiuso. Nella partita ci possono stare dei battibecchi, credo che alla Juventus abbiamo sempre tenuto dei comportamenti rispettosi verso gli altri e verso gli arbitri. Doveri è stato molto bravo l’altra sera nel gestire e condurre la partita, tra l’altro”.

Altre notizie
Sabato 22 Gennaio 2022
18:31 Serie A Zanetti perde anche Vacca: infortunio al flessore, il suo Inter-Venezia è già finito 18:30 Serie A Mourinho non sottovaluta l'Empoli: "Lavoro fantastico a metà tra Europa e corsa salvezza" 18:26 Serie A TMW RADIO - Tovalieri ricorda Gianni Di Marzio: "Scopritore di talenti, il calcio perde tanto" 18:23 Calcio estero Premier League, Rashford fa esultare lo United al 93': West Ham battuto e sorpassato 18:22 Serie A Il Venezia va avanti a San Siro: Ampadu pesca l'incornata di Henry, l'Inter è sotto
18:20 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - Le ultime sul 23° turno di A, LIVE: Bernardeschi verso la panchina 18:19 Calcio estero UFFICIALE: Atletico, addio Saponjic. L'attaccante passa allo Slovan Bratislava a titolo definitivo 18:15 Serie A Fiorentina, Quarta: "Io e la mia famiglia abbiamo avuto il Covid. Felice di essere tornato" 18:11 Serie A Milan-Juve, Ambrosini: "Gara difficile da decifrare. Mi sarebbe piaciuto avere Pioli come tecnico" 18:08 Serie A Dall'Inghilterra, Gerrard ha chiesto Bentancur: trattativa in corso tra Aston Villa e Juventus 18:06 Calcio estero Liga, il Villarreal manda segnali alla Juve: 3-0 al Maiorca e aggancio al Barça in classifica 18:06 Serie A LIVE TMW - Genoa, Blessin: "Ancora tanti punti in palio, la squadra deve credere in sé stessa" 18:06 Calcio estero Manchester United-West Ham 1-0, le pagelle: CR7 troppo nervoso. Rice dominante: è lui l'MVP 18:04 Serie A Andreazzoli sull'Italia: "Andiamo ai playoff con il petto in fuori, da campioni d'Europa" 18:00 Serie A TMW - Cagliari, Baselli atteso lunedì in città per le visite mediche e la firma 17:57 Serie A Inter, D'Ambrosio: "Peccato per il gol mancato con l'Atalanta, mi sento un vero professionista" 17:56 Serie A Niente 0-3 a tavolino per Bologna-Inter: in attesa del ricorso, la data buona può essere a marzo 17:56 Altre Notizie Protezione Civile, il bollettino: 171.263 nuovi contagiati (+22.174 positivi rispetto a ieri). 333 morti in 24h 17:55 Calcio estero Southampton-Manchester City, le formazioni ufficiali: occasione per Grealish e Rodri 17:55 Serie A Venezia, Modolo: "Indossare a San Siro la fascia di capitano è un sogno che si realizza" 17:53 Serie A Inter-Venezia, nerazzurri in campo con i nomi in cinese per celebrare il Chinese New Year 17:52 Serie A Inzaghi: "Non ci voleva l'infortunio di Correa, parleremo con la società che è sempre pronta" 17:51 Calcio estero L'Adana Demirspor di Montella travolge il Karagumruk italiano: 5-0, segna anche Balotelli 17:49 Serie A Inter, D'Ambrosio: "Mai condizionati dal giocare prima o dopo gli altri, la corsa è su noi stessi" 17:46 Altre Notizie Bologna, disavventura per Bonifazi: ladri in casa del difensore durante il match col Verona 17:45 Serie A TOP NEWS Ore 17 - Vlahovic non convocato per Cagliari. Lautaro-Dzeko dal 1' contro il Venezia 17:45 Altre Notizie Brasile, preoccupa ancora la salute di Pelè. Lui intanto twitta per Elza Soares 17:43 Serie A Venezia, Cardinaletti sulla sfida contro la Salernitana: "Ci sta il 3-0, spero di non dover tornare" 17:42 Altre Notizie Xavier Jacobelli per Di Marzio: "Ciao Gianni" 17:42 Calcio estero Siviglia-Celta Vigo, le formazioni ufficiali: prima da titolare per il Tecatito Corona