Menù Notizie

Diario da Rio - Ma il Brasile ce l'ha un cuore o no?

di Tancredi Palmeri
Foto Articolo

Sarà anche troppo scontato ridurla solo a quel problema lì, ma ala fine la differenza tra Brasile e Perù l’ha fatta solo una questione di cuore. Dice: ma come, perché loro due direttamente? Mica giocavano contro, quello lo faranno solo alla prossima per la sfida decisiva per il primo posto, visto che hanno entrambe 4 punti, pur tuttavia con il Brasile avanti in differenza reti.
Ma non importa, perché la situazione in cui si trovavano era simile (o quasi): entrambe superiori rispetto all’avversario, il Perù con la Bolivia e il Brasile con la Venezuela, con le dovute proporzioni ovvio, ma per esempio il Brasile doveva vedersela con un Venezuela che è competitivo come non gli capitava da un mare di tempo.
Ed è stata una questione di cuore. Perché il Perù ha giocato una partita gagliarda, attaccando a folate e scendendo con 4 uomini in linea come fosse rugby, ha cercato di fare seppure sbagliando, e alla fine il risultato si è allungato fino al 3-1 proprio grazie alla tigna applicata prima per rimontare e poi per allungare il vantaggio.
Il Brasile invece è risultato irritante perfino al proprio pubblico, nonostante l’indole brasiliana di natura più paciosa. Un primo tempo di nulla assoluto, a cui è seguita una seconda parte forse ancora più presuntuosa, perché è sembrato credere che corricchiare in più potesse essere sufficiente, pur senza costrutto. Non è servito nemmeno mettere lo Schillaci di Brasile, ovvero Everton Soares detto Cebolinha, che aveva segnato un 3-0 pazzesco contro la Bolivia, e che pure ha dato l’unica frustata a sinistra, propiziando due gol entrambi annullati dal Var. Il Venezuela poco ha fatto, ma è una squadra umile e onesta, consapevole dei propri limiti, e che merita rispetto per il sacrificio che ci mette. Per capire quanto fosse difficile fare risultato, pensate che in 25 precedenti il Venezuela ha vinto solo una volta con il Brasile. Eppure c’è riuscito, perché ci ha messo cuore.
E finche il Brasile ci metterà troppa testa - non inteso come scienza, ma come sovrastrutture mentali e ansia da prestazione - allora di qua non si uscirà: forse il Brasile ha ancora il cuore spezzato dal Mineirazo, e non riesce a reagire con leggerezza. E forse è per questo che in entrambe le partite il meglio lo si è vista da Everton, non solo perché più giovane e spensierato, ma anche perché l’unico degli impiegati a militare nel Brasileirao, e dunque magari giocando con la freschezza che non hanno i brasiliani ‘europei’, magari in colpa per non essere ancora in grado di riscattare il debito storico.
Però così il Brasile rischia di fare scivolare via anche questa Copa America in casa.
Se proprio i giocatori non dovessero riuscirci, che applichino la psicologia inversa: può andare solo meglio, è impossibile andare peggio di come successo recentemente con il 7-1.
O quantomeno, ‘dovrebbe’ essere impossibile…

Altre notizie
Martedì 10 Dicembre 2019
20:24 Altre Notizie Malagò: "Milano ha il vento a favore, ora avanti così fino al 2026" 20:23 Serie A Atalanta, Pasalic: "Fiducia per domani. Sono felice e cresciuto tanto" 20:20 Altre Notizie Matthaus consiglia l'Inter: "Non deve pensare al Borussia Dortmund" 20:19 Europa Champions League, Benfica-Zenit - le formazioni ufficiali della sfida 20:17 Altre Notizie Zenga su Inter-Barcellona: "Stasera vincere è l'unica cosa che conta"
20:15 Serie A Juve, Pjanic: "Ci fidiamo di Sarri. È normale che ci voglia del tempo" 20:15 Serie A Serie A, live dai campi - Udinese, Sema e Samir in dubbio per la Juve 20:11 Serie A Atalanta, Gasperini: "Domani Malinovskyi in panchina? Non è detto" 20:10 Serie A TMW - S. Shevchenko: "Atalanta favorita, è più forte di qualche mese fa" 20:08 Europa Champions, Borussia Dortmund-Slavia Praga: le formazioni ufficiali 20:04 Serie A Avete detto di fidarvi di Sarri? Il tecnico interviene: "Non attaccate i miei" 20:00 Serie A TMW News - Atalanta, vincere e sperare. Roma, prove di futuro 19:57 Serie A Inter-Barcellona, le formazioni ufficiali: Suarez in panchina, c'è Alena 19:53 Altre Notizie Maradona fa un altro gol. In Tribunale: usano il nome, condannati D&G 19:53 Serie A Il Napoli omaggia Hamsik al San Paolo: "Questa è la mia seconda casa" 19:49 Serie B Livorno, Tramezzani: "Obiettivo primario è provare ad alzare la testa" 19:45 Serie A Juve, Sarri scherza: "Se non facciamo risultato domani li ammazzo" 19:45 Serie A LIVE TMW - Stasera Inter-Barça: padroni di casa in nerazzurro 19:42 Serie A Quarantacinque minuti e poi saranno ottavi: Napoli-Genk 3-0 al 45esimo 19:42 Europa Real Madrid, Zidane: "Non credo che Hazard debba operarsi" 19:38 Serie A Gasperini: "Out Ilicic e Zapata? Ci è già capitato nell'ultimo mese" 19:36 Serie A LIVE TMW - Sarri: "Uno spezzone per Rabiot. Berna interno è un'opzione" 19:34 Serie A E sono tre. Il Napoli riscopre la Milik-dipendenza. Genk in ginocchio 19:34 Serie B ESCLUSIVA TMW - Pillon: "Rispetto scelta del Livorno. Pescara? Squadra forte" 19:30 Serie A Obiettivo Europei, Pavoletti: "Torno a marzo, voglio convincere Mancini" 19:27 Europa Chelsea, no a offerta dagli USA: Abramovich valuta il club 3 miliardi 19:23 Serie A Pres. Flamengo: "Accordo preliminare per Gabigol". Ma l'Inter smentisce 19:22 Serie A Milik-Milik: il polacco scaccia la crisi su assist di Di Lorenzo. 2-0 al Genk 19:19 Serie C Vis Pesaro, vertice con la Samp: si è parlato di Farabegoli e Voltan 19:15 Serie A TMW - Zaniolo: "Non vedo perché lasciare Roma, se andassi via sarei triste"