Sudtirol, Fabbri esterno a tutta fascia. Convince anche nel tridente

di Tommaso Maschio
Foto Articolo

Schierato in un ruolo inedito, esterno mancino nel tridente d’attacco, Alessandro Fabbri è stato fra i migliori in campo del suo Sudtirol nella serata di Coppa Italia contro il Torino, finita 2-0 per i granata non senza difficoltà. Il classe ‘90, di professione terzino sinistro, in questa stagione aveva già ricoperto con profitto il ruolo di esterno sinistro nel 3-5-2 disegnato dal tecnico Zanetti portando in dote anche due reti in campionato che hanno contribuito a due delle quattro vittorie finora raccolte dagli altoatesini, ma vederlo giocare in posizione più avanzata è stata una sorpresa positiva, visti anche i voti dei vari quotidiano e portali on line al termine della gara. Un ruolo pensato per poter variare in corso d’opera il modulo e dare ancor meno punti di riferimento alla squadra avversaria e che, visti i buoni frutti, potrebbe essere riproposto anche in futuro. Per Fabbri potrebbe così aprirsi una nuova fase della propria carriera che, a differenza di molti colleghi, lo ha visto avanzare di posizione anziché arretrare col passare del tempo facendo leva su una duttilità non semplice da trovare in giro nonostante nel calcio moderno saper ricoprire più ruoli è un vantaggio da non sottovalutare.


Altre notizie
Domenica 16 Dicembre 2018
 00:00  ...con Canovi
Sabato 15 Dicembre 2018