FOCUS TMW - Serie C, top 11 del gir. A: doppietta di Mancosu all'esordio

di Luca Esposito
Nella foto Mancosu
Nella foto Mancosu
La Pro Vercelli si sbarazza col minimo scarto dell'Arezzo e resta in testa alla classifica. Seconda piazza per la Carrarese, vittoria di misura sul campo della Juve U.21, che raggiunge il Piacenza, fermato sul pari dal Pontedera. Successi casalinghi per Gozzano, Pro Patria e Lucchese. Vittoria esterna per l'Entella. Pari e patta tra Siena e Pisa. Rinviata Pro Piacenza – Alessandria su ordine della FIGC per tesseramenti dubbi. Quella contro i piemontesi sarebbe stata la quarta partita di campionato rinviata per lo sciopero a oltranza dei calciatori del Pro Piacenza, cosa che avrebbe comportato l’esclusione automatica della squadra dal campionato: dato che la partita alla fine non si è disputata, l’esclusione ora sembra certa. Nel posticipo del Monday night il Novara vince in “trasferta” contro l’Albissola. Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb: dopo la ventunesima giornata di campionato nel girone A: Portiere Tommaso Nobile (Pro Vercelli): la sua squadra sforna forse la miglior prestazione stagionale e non deve compiere miracoli particolari, ma si fa sempre trovare pronto soprattutto sulle uscite e sulle palle inattive. Guida sicura di una retroguardia granitica e ben organizzata. Difensori Abel Gigli (Gozzano): in un pomeriggio di ordinaria amministrazione si toglie lo sfizio di andare a segno grazie ad una deviazione rocambolesca sugli sviluppi di un corner. Luca Tedeschi (Pro Vercelli): tutta la sua esperienza al servizio di un gruppo che, nel periodo di lunga inattività forzata, ha lavorato tanto sulla fase difensiva. Cutolo era cliente scomodo, è riuscito a stravincere il duello a distanza. Davide Bovo (Novara): particolarmente ispirato il giovane beneventano classe ‘98. Sta trovando la continuità necessaria per essere un titolare inamovibile. Nel finale di gara salva un gol, intercettando il pallone con la testa e fermando così la ripartenza dell'Albissola. Mattia Lombardo (Lucchese): si conferma difensore con il vizio del gol, disegna una traiettoria da applausi su punizione scalando posizioni nella classifica marcatori. Il padre Attilio si starà stropicciando gli occhi. Centrocampisti Mattia Tumminelli (Gozzano): è vero che il gol è favorito da un errore del portiere del Cuneo, ma ha il merito di recuperare un pallone apparentemente innocuo a metà campo trasformando un’azione blanda in una ripartenza letale. Sempre pericoloso nell’area di rigore avversaria Giacomo Rosaia (Carrarese): nella settimana pre-Juventus si era parlato più del suo rinnovo che del lavoro svolto sul campo. Ha avuto il merito di isolarsi da tante voci e di sbloccare una partita ben giocata dai toscani, ma che sembrava incanalata verso lo 0-0. Mattia Minesso (Pisa): splendida rete direttamente da calcio d’angolo, ad inizio ripresa potrebbe segnare ancora ma il palo gli nega la gioia della doppietta. Avvia l’azione del 2-2 e mette a ferro e fuoco la difesa del Siena vincendo una miriade di duelli individuali. Attaccanti Massimiliano Gatto (Pro Vercelli): bello il messaggio social del fratello Leonardo, uno dei tanti a consolarlo per l’astinenza da gol nelle scorse settimane. Stavolta non solo ha giocato benissimo, ma ha anche timbrato il cartellino: si fa trovare pronto sul secondo palo e gonfia la rete approfittando della spizzata involontaria di Morra che mette fuori causa il diretto marcatore. Matteo Mancosu (V. Entella): come ci si potrebbe meravigliare della doppietta all’esordio di un calciatore che ha fatto faville in Italia e in Europa contribuendo ai successi del Trapani e del Bologna? Un lusso per la B, figuriamoci per la Lega Pro in una rosa già top come quella dei liguri. Niccolò Gucci (Pro Patria): si riscalda, entra sull’1-2, fredda il portiere avversario dopo 4 minuti e la vince praticamente da solo a tempo scaduto approfittando di una dormita generale dell’Olbia. Difficile immaginare possa restar fuori anche la prossima settimana. Allenatore Vito Grieco (Pro Vercelli): non finiremo mai di rimarcare il grande lavoro di quei mister che hanno dovuto convivere con un’estate convulsa. Allena una squadra forte, ma ritrovarsi primo non era scontato. La prova offerta contro l’Arezzo è da applausi a scena aperta.
Altre notizie Serie C
Giovedì 25 Aprile 2019
Mercoledì 24 Aprile 2019