Menù Notizie

INTERVISTA TC - Di Renzo: "Richieste per Signorini. Amadio top per la C"

di Giacomo Principato

Prova ad accendersi tra verdetti ancora da emettere e le oggettive difficoltà portate dal Covid-19 il mercato di Serie C. La redazione di ‪TuttoC.com‬ ne ha parlato con Carlo Di Renzo della CDR Sport.

Partiamo da Amadio, Di Sabatino e Diop protagonisti nella salvezza ai playout del Fano.

“Il Fano ha fatto un capolavoro nei playout. Amadio è stato l’arma in più, ha dato alla squadra quello che mancava e dimostrato ancora una volta di essere un top player della categoria nel suo ruolo. Col cambio di società non ci saranno problemi, penso resteranno. Di Sabatino? Ci stiamo guardano intorno, abbiamo diverse richieste”.

Ha diversi estimatori anche Andrea Signorini. La più vicina è il Gubbio?

“Andrea è un giocatore forte per questa categoria. Ci sono stati contatti con diverse squadre e sicuramente il Gubbio è tra le interessate, vedremo quale sarà la situazione migliore per lui”.

Alla Roma gli attaccanti Tall e Coly, il secondo quest’anno in prestito al Rende.

“Tall ha estimatori in Serie B e C, valuteremo insieme alla Roma la soluzione migliore per la crescita del ragazzo. Per Coly c’è stata qualche telefonata, cerchiamo un club che voglia scommettere su di lui. È un giocatore dal potenziale enorme, nella Primavera della Roma ha fatto reti che difficilmente si vedono in Serie A”.

Di Renzo sarà ancora protagonista col Matelica.

“Ieri Alessandro ha firmato il suo primo contratto da professionista, è un ragazzo con grosse potenzialità”.

Un occhio anche alla Serie D. Su chi scommetterebbe?

“Nel Latina c’è il centrocampista Marco Teraschi, un giocatore di sicuro avvenire. Mi piace anche Riccardo Pinna, terzino sinistro della Torres”.

Liste a 22 in Serie C. Lei come la pensa?

“Sono del pensiero che sia le liste sia la regola degli under siano un problema: ogni società deve essere libera di fare e disfare come meglio crede. Non si può andare avanti così. Alcuni giocatori, esaurito il loro periodo da under, hanno meno mercato rispetto ad altri. In più non vedo perché una squadra che ne ha la forza non possa tesserare il numero di giocatori che vuole. Sono regole un po' complicate. Chi nello scorso campionato aveva una lista di 27-28 calciatori oggi è costretto a sfoltire: questo è un problema”.

Crede che questa regola possa abbassare il livello generale del campionato?

“Il livello non era altissimo già da prima, questo potrebbe abbassarlo ancora di più o equilibrarlo. Lo scopriremo una volta tirate le somme tra un anno”.

In Serie C si aspetta qualche colpo di livello o sarà un mercato più povero?

“Ci saranno come ogni anno squadre che si giocheranno lo scettro di regina del mercato. Si sta muovendo molto bene il Padova, sicuramente farà anche il Bari. Bisognerà inoltre vedere il Palermo e le società che hanno ottenuto un buon piazzamento l’anno scorso e vorranno alzare l’asticella”.


Altre notizie Serie C
Sabato 19 Settembre 2020