Menù Notizie

INTERVISTA TC - Tateo: "A Rieti sembra di rivivere l'incubo Pro Piacenza"

di Raffaella Bon
INTERVISTA TC - Tateo: "A Rieti sembra di rivivere l\'incubo Pro Piacenza"

Giovanni Tateo, agente tra gli altri anche del giocatore del Rieti Alessandro Marchi, ha parlato della complicata situazione in casa amarantoceleste ai microfoni di TuttoC.com.

Qual è la situazione all'interno della squadra in questo momento?
I ragazzi stanno vivendo un momento delicato, era stata manifestata l'intenzione di scioperare ma alla fine è tutto rientrato. In ogni caso, affrontare una trasferta da Rieti a Lentini in pullman rappresenta un vero e proprio viaggio della disperazione. La squadra arriverà sicuramente stanca e resterà fuori quasi due giorni tra andata e ritorno in Sicilia, con il derby con la Viterbese da giocare mercoledì.

A livello societario, qualcosa è cambiato.
La Lega non può permettere a certe persone di entrare nel mondo del calcio, a quattro giorni dal pagamento degli stipendi, senza nessun tipo di garanzia. Sembra di vivere nuovamente l'incubo del Pro Piacenza ed è qualcosa di veramente inguardabile. Questa gente sta scherzando col futuro di ragazzi, alcuni dei quali con famiglie da portare avanti.

Alla luce degli eventi accaduti in questi ultimi giorni, in che clima è stata preparata la trasferta di Lentini?
La squadra a livello morale è devastata, non è semplice avere la testa giusta per giocare in una situazione del genere. Ogni anno ci sono queste situazioni, la scorsa stagione l'abbiamo visto a Matera, a Piacenza e a Cuneo e stavolta sembra che debba accadere nuovamente a Rieti. Chi non ha le garanzie non deve stare nel mondo del calcio e in corso d'opera non si deve cedere l'attività. Riccardo Curci doveva rimanere al timone della società fino alla fine. Non metto in discussione la sua buona fede nell'intenzione di vendere però le modalità fanno pensare.


Altre notizie Serie C
Giovedì 14 Novembre 2019
Mercoledì 13 Novembre 2019