Vicenza, Marino dice addio: "Spiegare è difficile, è una piazza che amo"

di Marco Conterio
Foto Articolo

Questo il messaggio di Pasquale Marino, raccolto anche dalla nostra redazione, per dire addio, col cuore, e con tanto amore, con parole non certo banali, al Vicenza. "Spiegare è difficile. Dire 'grazie' un po' più semplice. Devo dirlo alla società Vicenza che ha creduto in me, mesi fa, incondizionatamente e questo non lo dimenticherò mai. Devo dirlo ai giocatori del Vicenza che hanno dato l'anima, e io con loro. Devo dirlo alla città di Vicenza, che non conoscevo, e adesso amo. Devo dirlo ai tifosi del Vicenza, che l'ultima partita non ho salutato per 'paura' di crollare ed emozionarmi. Avevo deciso di lasciare dopo Vicenza-Pescara, dopo l'eliminazione, dopo l'amarezza. Ed invece ho ascoltato le idee e le proposte di un gruppo di lavoro fantastico del Vicenza Calcio. Ho riflettuto, barcollato, pensato e ripensato. E credo che chiudere qui sia la cosa migliore, perché quello che abbiamo fatto è straordinario, è talmente bello che non voglio correre il rischio neanche per un solo istante di rovinarlo. Non so se sia la cosa giusta, forse sarà quella sbagliata, ma ho deciso così. Vi abbraccio e vi ringrazio di cuore. Adesso torno a casa: #forzalane".


Altre notizie
Venerdì 18 Gennaio 2019