Palermo, Stellone: "Se andrà male non darò colpa al cambio di proprietà"

di Tommaso Maschio
Foto Articolo

Il tecnico del Palermo Roberto Stellone ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Padova all’Euganeo facendo il punto sulla situazione in casa rosanero dopo il cambio di proprietà: “In settimana siam ostati bravi a non pensarci, a non pensare a Richardson, Platt o Zamparini, ma a fare il nostro lavoro sul campo con il massimo impegno. Ci si può distrarre quando se ne parla per 5-6 mesi e magari si pensa al fallimento e i calciatori vedono svanire il loro contratto. Ma non è il nostro caso perché il 15 arriverà la tranche degli stipendi. La Serie A è un obiettivo importante per tutti e non possiamo sbagliare. Parlo ogni giorno con il direttore Foschi e noi siamo concentrati sulle partite che andremo a disputare nei prossimi giorni. Se andrà male non attribuirò sicuramente le colpe a quanto accaduto fuori il campo, noi vogliamo vincere tutte le partite e da come si allenano i ragazzi non pensano a queste cose. Giocheremo il match con la voglia di portare a casa i tre punti fin dal primo minuto e di fare gol, indipendentemente che a segnare siano gli attaccanti o gli altri. Dobbiamo trovare le soluzioni per mettere in difficoltà il Padova e continuare la nostra corsa verso la promozione diretta. - continua Stellone come riporta Tuttopalermo.net - Chochev? È un giocatore pienamente recuperato, che ha sempre dimostrato la voglia di tornare in campo e aiutare la squadra e per questo in assenza di Jajalo ho preferito farlo giocare. Domani devo valutare alcune situazioni in difesa con Struna che non ha recuperato e Bellusci che ha saltato qualche allenamento. In avanti invece ci sarà Moreo perché avrò bisogno di maggior presenza in area di rigore”.


Altre notizie
Sabato 15 Dicembre 2018
 00:00  ...con Amoruso
Venerdì 14 Dicembre 2018