TMW - Marotta: "Icardi? Resto ottimista e spero prevalga il buonsenso"

di Simone Bernabei
Fonte: dall'inviato a Torino, Edoardo Siddi
Foto Articolo

Il direttore generale dell'Inter Giuseppe Marotta ha parlato ai microfoni di TMW da Torino, dove questa mattina si è svolto il tavolo d'incontro per le seconde squadre: "In Italia c'è un'esigenza, che è quella della formazione dei giovani. Le seconde squadre sono uno strumento indispensabile per facilitare questo compito. Quindi ritengo che siano da adottare in tanti club. Le seconda squadra avrebbe potuto aiutare ieri un'Inter decimata da squalifiche e infortuni? Ieri è stato un esempio, ci deve essere un ponte che faccia da tramite fra Primavera e prima squadra. L'Eintracht? Registriamo questa amarezza, questa sconfitta che non possiamo legare alle assenze, anche se oggettivamente mancavano 9 giocatori su 23. Una sconfitta che fa male ma da cui dobbiamo trarre insegnamento e guardare al futuro che ora si chiama Milan. Dobbiamo tirare fuori l'orgoglio ed il senso di appartenenza, elementi fondamentali per poter raggiungere un obiettivo importante. Il derby? Considero l'Inter ancora in una fase di crescita societaria, l'obiettivo di questa stagione non può che essere il quarto posto anche se non sarà semplice perché ci sono avversarie di livello. Noi però siamo in grado di raggiungerlo e domenica ci sarà una partita importante, anche se non determinante. Dovremo dimostrare le qualità che ci sono al nostro interno. Spalletti in discussione? L'allenatore non c'entra niente, le difficoltà nascono oggettivamente e indipendentemente dal nome dell'allenatore. Spalletti sta conducendo la squadra nel migliore dei modi, con lui dobbiamo arrivare a questo traguardo importante. Novità sul caso Icardi? Novità non ce ne sono. Sappiamo tutto di questo caso, non devo aggiungere altro e io resto ottimista perché penso che il buonsenso possa prevalere e di conseguenza si possa arrivare ad essere soddisfatti, più avanti".


Altre notizie
Venerdì 24 Maggio 2019