Sos per Spalletti: nel 2018 l'Inter ha segnato meno del Benevento

di Raimondo De Magistris
Foto Articolo

E' molto delicato il momento che sta attraversando l'Inter di Luciano Spalletti. A sei giornate dalla fine, la squadra nerazzurra è quinta in classifica, in questo momento fuori dalla Champions League 2018/19, e senza quella continuità necessaria per conquistare la terza o la quarta posizione.
Davanti, sia chiaro, nemmeno la Roma e la Lazio stanno viaggiando su ritmi elevatissimi: la Roma ha collezionato due punti nelle ultime tre gare, mentre la Lazio ha pareggiato tre delle ultime cinque sfida di campionato. Ma le squadre capitoline in zona gol non stanno trovando tutte le difficoltà che stanno affliggendo l'Inter.
Già, perché la squadra di Spalletti in questo 2018 sta facendo molta, moltissima fatica a trovare la via della rete. L'ha trovata con molta facilità in due circostanze (Sampdoria-Inter 0-5 e Inter-Hellas Verona 3-0), ma nelle restanti undici gare ha realizzato solo otto gol. Un problema non da poco per la compagine nerazzurra, che anche sabato all'Atleti Azzurri d'Italia non ha trovato la via della rete, e che dipende come nessun'altra squadra di Serie A dai gol di un singolo giocatore.
Mauro Icardi, 24 reti realizzate fino a questo momento, ha infatti realizzato il 48% dei gol complessivi della squadra nerazzurra. Un dato che vuol dire due cose: che Maurito è un grande attaccante, ma anche che alle sue spalle c'è il vuoto. O quasi: Perisic è il secondo miglior marcatore con 9 gol, il terzo è il centrale di difesa Skriniar con 4.
Un dato preoccupante, che denota le poche frecce offensive a disposizione di Spalletti. Un tecnico chiamato a risolvere questo problema prima che sia troppo tardi.


Altre notizie
Mercoledì 18 Luglio 2018
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy