Menù Notizie

Roma, addio a Fonseca. Il borsino di chi va e chi resta per la prossima stagione

di Andrea Losapio
Foto Articolo

L'addio di Paulo Fonseca alla Roma porta con sé parecchi interrogativi. Se il primo, cioè chi sarà l'allenatore nella prossima stagione, sembra avere un candidato pesante - cioè Maurizio Sarri - dall'altro lato c'è una squadra che probabilmente, e per il quarto anno consecutivo, andrà rifondata. Se l'ossatura è discreta, inutile nascondere come ci siano delle belle gatte da pelare per chi siederà sulla panchina.

PORTIERI - Pau Lopez ha terminato la stagione, ma già a febbraio fonti vicine alla Roma parlavano di un quasi certo addio, con Musso come possibile erede oppure Gollini in alternativa. Dragowski probabilmente costa troppo - la Fiorentina chiede 30 milioni di euro - quindi la situazione potrebbe essere bloccata. Poi c'è Mirante, in scadenza di contratto (e che piace al Milan) così come Fuzato non sembra avere convinto nelle sue annate giallorosse. Dunque possibile rivoluzione totale fra i pali.

DIFENSORI - Rimarrà Smalling che, al netto dei tanti infortuni che lo hanno bersagliato quest'anno, è stato prelevato la scorsa stagione per 15 milioni. Oltre a lui centralmente Mancini, Kumbulla e Ibanez dovrebbero avere certezza di rimanere. Se Spinazzola a sinistra ha il posto assicurato, per il resto c'è possibilità di cambiare tutto. Da valutare Florenzi - rimarrà in caso il PSG non dovesse riscattarlo? - se ne andrà certamente Bruno Peres che ha già trovato l'accordo con il Trabzonspor. Via Juan Jesus e Federico Fazio, potrebbero rimanere Calafiori e Reynolds. Otto difensori, potrebbe essere già fatta.

CENTROCAMPISTI - Dovrebbe, condizionale d'obbligo a meno di offerte straordinarie, rimanere gran parte della nuova guardia. Da Cristante a Veretout (inseguito dal Napoli la scorsa stagione), passando per Pellegrini (che piace molto alla Juventus): questa rischia di essere la batteria che verrà confermata, con Villar come primo sostituto. Più probabile che vada via Diawara, reduce da due stagioni non proprio straordinarie.

TREQUARTISTI - Sono davvero tantissimi. Da Pedro, preso solamente un anno fa a parametro zero, a El Shaarawy, che è tornato dopo un anno e mezzo (in realtà pochi mesi) allo Shanghai Shenhua. Passando per Mkhitaryan, altro arrivato a zero solamente dodici mesi fa, a Zaniolo, più ai box che in campo dopo il primo infortunio al crociato. Poi Carles Perez. Chi ha la certezza di non rimanere è ovviamente Javier Pastore, a Roma come oggetto misterioso e rimasto tale negli ultimi anni.

ATTACCANTI - Due situazioni diametralmente opposte. La prima è quella di Edin Dzeko, praticamente un separato in casa da gennaio. Costa 7,5 milioni di euro annui, impossibile tenerlo, al netto della bravura e dell'integrità fisica mostrata anche in quest'anno. Poi Borja Mayoral che da gennaio a ora, quando serviva trascinare, ha siglato solamente tre reti in campionato. Possibile che lo spagnolo rimanga, sicuro che Dzeko vada via. Offerte non ce ne sono, ma Inter e Juventus ci pensano. Ed è per questo che la prima priorità è quella di prendere un attaccante alla Vlahovic, Duvan Zapata o chi per esso.

Altre notizie
Domenica 25 Luglio 2021
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 24 luglio 00:56 I fatti del giorno Serie B, il calendario completo: si parte col botto, tanti big match ogni giornata 00:53 I fatti del giorno Tutte le amichevoli di oggi in Serie A: bene la Juve alla prima, ok il Cagliari. Milan a valanga 00:49 I fatti del giorno A tutto Nedved: la fame di Allegri, CR7 resta, il rinnovo di Dybala, il futuro di Chiellini 00:45 I fatti del giorno Gollini-Tottenham, è fatta: l'Atalanta saluta definitivamente il numero 95
00:41 I fatti del giorno Tutta la Lazio al gran completo si vaccina per Covid-19: la soddisfazione di Lotito 00:38 I fatti del giorno Giovani Allegri, ma anche pugno duro: ecco la prima Juventus di Max, in attesa dei big 00:34 I fatti del giorno Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Nedved conferma Ronaldo, domani Vina arriva a Roma 00:27 Calcio femminile Sampdoria Women, Rincon saluta l'Inter: "Farò sempre parte dei nerazzurri" 00:23 Altre Notizie Il tennista Djokovic: "Spero il Milan faccia bene in Champions. Ibra fenomenale" 00:19 Serie B Parma, Maresca: "Sono soddisfatto, si comincia a vedere l'idea che mi piace" 00:15 Serie A Salernitana, vicino il ritorno di Coulibaly dall'Udinese 00:12 Calcio estero Barcellona, Depay in gol all'esordio. Koeman: "Qualità fuori dal comune, si è visto" 00:10 Calcio estero UFFICIALE: Queens Park Rangers, riscattato il nazionale norvegese Johansen 00:08 Altre Notizie Samp, in gruppo si rivede Bereszynski: il laterale si è unito alla squadra dopo Euro 2020 00:07 Serie A Roma, è fatta per Matias Vina: nelle prossime ore l'esterno partirà per la Capitale 00:04 Serie B Brescia, Spalek in scadenza: "Mi sento parte del progetto, non sono a disagio" 00:00 Editoriale Stop a Messi: la crisi del Barcellona ne blocca il rinnovo, non può essere depositato né ufficializzato. Per questo Griezmann è incedibile (per ora). Juventus, Milan e Inter si muoveranno 00:00 A tu per tu …con Manuel Gerolin 00:00 Accadde Oggi... 25 luglio 1997, il Fenomeno a Milano: l'Inter presenta Ronaldo
Sabato 24 Luglio 2021
23:59 Serie A Cagliari, Zappa assicura: "Se Nandez dovesse andare via, mi farò trovare pronto" 23:56 Serie A Inter, Radu sul mercato: per sostituirlo i nerazzurri pensano a Sepe del Parma 23:53 Serie A Spezia, Capradossi può partire: è un'idea del Benevento per il post Glik 23:49 Serie B Vicenza, Di Carlo: "Sul mercato vanno chiusi dei buchi, ma sono contento" 23:45 Serie A Fiorentina, Lirola vuole l'Olympique Marsiglia. Ma l'ultima offerta non convince i viola 23:42 Calcio estero PSG, Hakimi: "Contento di come mi hanno accolto. Qui sono felice" 23:38 Serie A Mkhitaryan fissa l'obiettivo: "Lotta Scudetto dura, la Roma deve credere nella Champions" 23:34 Serie B Monza, ok anche l'ultima amichevole a Ronzone: 3-0 alla Pro Sesto 23:30 Serie A Hellas Verona, Di Francesco: "Contento dello spirito. Ho visto tanti giovani interessanti"