Menù Notizie

Roma, addio a Fonseca. Il borsino di chi va e chi resta per la prossima stagione

di Andrea Losapio
Foto Articolo

L'addio di Paulo Fonseca alla Roma porta con sé parecchi interrogativi. Se il primo, cioè chi sarà l'allenatore nella prossima stagione, sembra avere un candidato pesante - cioè Maurizio Sarri - dall'altro lato c'è una squadra che probabilmente, e per il quarto anno consecutivo, andrà rifondata. Se l'ossatura è discreta, inutile nascondere come ci siano delle belle gatte da pelare per chi siederà sulla panchina.

PORTIERI - Pau Lopez ha terminato la stagione, ma già a febbraio fonti vicine alla Roma parlavano di un quasi certo addio, con Musso come possibile erede oppure Gollini in alternativa. Dragowski probabilmente costa troppo - la Fiorentina chiede 30 milioni di euro - quindi la situazione potrebbe essere bloccata. Poi c'è Mirante, in scadenza di contratto (e che piace al Milan) così come Fuzato non sembra avere convinto nelle sue annate giallorosse. Dunque possibile rivoluzione totale fra i pali.

DIFENSORI - Rimarrà Smalling che, al netto dei tanti infortuni che lo hanno bersagliato quest'anno, è stato prelevato la scorsa stagione per 15 milioni. Oltre a lui centralmente Mancini, Kumbulla e Ibanez dovrebbero avere certezza di rimanere. Se Spinazzola a sinistra ha il posto assicurato, per il resto c'è possibilità di cambiare tutto. Da valutare Florenzi - rimarrà in caso il PSG non dovesse riscattarlo? - se ne andrà certamente Bruno Peres che ha già trovato l'accordo con il Trabzonspor. Via Juan Jesus e Federico Fazio, potrebbero rimanere Calafiori e Reynolds. Otto difensori, potrebbe essere già fatta.

CENTROCAMPISTI - Dovrebbe, condizionale d'obbligo a meno di offerte straordinarie, rimanere gran parte della nuova guardia. Da Cristante a Veretout (inseguito dal Napoli la scorsa stagione), passando per Pellegrini (che piace molto alla Juventus): questa rischia di essere la batteria che verrà confermata, con Villar come primo sostituto. Più probabile che vada via Diawara, reduce da due stagioni non proprio straordinarie.

TREQUARTISTI - Sono davvero tantissimi. Da Pedro, preso solamente un anno fa a parametro zero, a El Shaarawy, che è tornato dopo un anno e mezzo (in realtà pochi mesi) allo Shanghai Shenhua. Passando per Mkhitaryan, altro arrivato a zero solamente dodici mesi fa, a Zaniolo, più ai box che in campo dopo il primo infortunio al crociato. Poi Carles Perez. Chi ha la certezza di non rimanere è ovviamente Javier Pastore, a Roma come oggetto misterioso e rimasto tale negli ultimi anni.

ATTACCANTI - Due situazioni diametralmente opposte. La prima è quella di Edin Dzeko, praticamente un separato in casa da gennaio. Costa 7,5 milioni di euro annui, impossibile tenerlo, al netto della bravura e dell'integrità fisica mostrata anche in quest'anno. Poi Borja Mayoral che da gennaio a ora, quando serviva trascinare, ha siglato solamente tre reti in campionato. Possibile che lo spagnolo rimanga, sicuro che Dzeko vada via. Offerte non ce ne sono, ma Inter e Juventus ci pensano. Ed è per questo che la prima priorità è quella di prendere un attaccante alla Vlahovic, Duvan Zapata o chi per esso.

Altre notizie
Sabato 15 Maggio 2021
20:26 Serie A Roma, Ibanez: "Derby importante, da vincere. Non pensavo di fare 50 presenze così presto" 20:24 Serie A Costacurta: "L'autogol di Chiellini regolare". Condò: "Perché annullare quello di Lautaro?" 20:23 Calcio estero UFFICIALE: Young Boys, si svincolano l'ex Chievo Gaudino e Neuenschwander 20:22 Serie A Cuadrado: "Fiorentina-Napoli come tre anni fa? Non ne abbiamo parlato. Fatto il nostro" 20:20 Serie A LIVE TMW - Juventus, a breve la conferenza stampa di Pirlo
20:18 Serie A Juve-Inter 3-2, Marani: "Domani sarà pesante per il Napoli dal punto di vista psicologico" 20:14 Serie A Costacurta: "Non c'era il rigore su Cuadrado". Del Piero: "Non c'era nessuno dei tre..." 20:11 Calcio estero Tielemans fa impazzire il Leicester: Chelsea ko, le Foxes vincono l'FA Cup 20:10 Serie A Condò boccia l'arbitraggio di Calvarese: "Non c'era il secondo giallo a Bentancur" 20:08 Serie A Lazio, Marusic: "Il derby vale più di ogni altra cosa, l'unica opzione che abbiamo è vincerlo" 20:04 Serie A Le pagelle dell'Inter - Lautaro con i guantoni. Perisic imita Darmian, Brozovic perde la testa 20:00 Serie A Le pagelle della Juventus - Immenso Cuadrado, la vittoria è tutta sua 20:00 Serie A Serie A, la classifica aggiornata: colpo Champions della Juventus e aggancio al Milan 19:56 Serie A Derby d'Italia ricco di colpi di scena ma la Juve è viva! L'Inter di Conte battuta 3-2 19:53 Altre Notizie Juventus-Inter 3-2: il tabellino della gara 19:53 Serie A Roma-Lazio, le formazioni ufficiali: El Shaarawy e Darboe dal 1'. Out Correa, c'è Muriqi in attacco 19:49 Serie A Milan, Ibrahimovic guadagnerà 7 milioni solo se centrerà una serie di obiettivi 19:45 Serie A Vlahovic: "Nessun obiettivo personale, penso solo a far vincere le ultime due alla Fiorentina" 19:41 Calcio estero PSG, Pochettino: "Il nostro destino dipende dagli altri, ma vogliamo mettere pressione al Lille" 19:37 Calcio estero Kempes sul futuro di Messi: "Dovrebbe andare al PSG o al Bayern" 19:33 Serie C Playout Serie C, Bisceglie e Legnago vincono e avvicinano la salvezza 19:30 Serie A Ansaldi commenta il ko del Toro nello scontro salvezza: "Basta negatività, uniti ne usciremo" 19:27 Calcio estero Lewandowski eguaglia il record di gol di Müller: "Traguardo che sembrava impossibile" 19:23 Altre Notizie L'ex Juventus Amauri: "Chiellini e Buffon, l'America vi accoglierebbe a braccia aperte" 19:19 Serie A Semplici ci crede: "Milan? Abbiamo visto che possiamo mettere in difficoltà chiunque" 19:19 Serie A Derby d'Italia, secondo cartellino giallo per Bentancur al 55esimo: la Juve resta in 10 19:15 Serie A Sassuolo, De Zerbi sull'Europa: "Non dipende solo da noi visto che siamo sotto" 19:11 Altre Notizie Napoli, tutti negativi a un giorno dalla gara di Firenze. Resta positivo solo Maksimovic 19:08 Serie A Atalanta, Gasperini: "La qualificazione in Champions ci deve dare sprint in vista della coppa" 19:04 Serie C Supercoppa Serie C, netta vittoria della Ternana sul Como. Lucarelli vede il titolo