Menù Notizie

Perché da ieri è diventato un po' più facile immaginare Guardiola alla Juventus

di Ivan Cardia
Foto Articolo

L'estate 2019, per i tifosi della Juventus, è stata quella della grande illusione Pep Guardiola. Una voce incontrollata alla quale nessuno degli eventuali protagonisti ha mai dato un briciolo di credibilità. E che al massimo, sulle pagine dei media mainstream, è arrivata al rango di suggestione. A chiudere la telenovela, bollata anche come fake news, non è bastato neanche l'arrivo di Maurizio Sarri, ingenerosamente derubricato al rango di piano B per la società bianconera, pronta invece a credere con convinzione nel vento della rivoluzione che soffia da Figline. Oggi, invece, immaginare Guardiola alla Juve un domani non troppo lontano, dopo l'esclusione del Manchester City dalle coppe europee per le prossime due stagioni, diventa un po' più facile. Ma ci vuole ancora tempo.

Il ciclo di Pep è agli sgoccioli. Lo era già prima della decisione dell'UEFA, perché la Premier League è un discorso ormai chiuso da tempo e la Champions è complicata come lo è ogni anno. Tanto più per un allenatore che non la vince dal 2011 e non arriva in semifinale dal 2016, prima di trasferirsi al City. Il prossimo scoglio è il Real Madrid di Zidane e lo stesso Guardiola, tra il serio e il faceto, ha detto che la sua dirigenza potrebbe esonerarlo se non battesse i blancos. La dimostrazione di quanto il tecnico catalano sappia che il suo futuro a Manchester sia appeso al sottilissimo filo che sta tra il vincere e il non vincere la Champions. Una vera ossessione dalle parti dell'Etihad, proibita per i prossimi due anni.

La speranza del City è il TAS. I Citizens hanno preannunciato il ricorso all'organismo arbitrale di Losanna. Un organo indipendente, nelle valutazioni del club inglese, rispetto a quella UEFA nella quale la società dello sceicco Mansur bin Zayd Al Nahyan non ripone alcuna fiducia. Soprattutto dopo ieri. Come andrà a finire, è ancora presto per dirlo: la condanna si basa su documenti filtrati dall'inchiesta di Football Leaks, ma in questo caso, a differenza di quanto accaduto col PSG, la UEFA non ha avuto alcuna titubanza. Un segnale di quanto a Nyon siano sicuri che le sponsorizzazioni gonfiate ci siano effettivamente state. Se andasse male, e il City rimanasse fuori dalla Champions nelle prossime due stagioni, tenere Guardiola diventerebbe probabilmente un'utopia.

Intanto oggi parla Sarri. E c'è il Brescia a cui pensare, quasi ironia del destino. Ma soprattutto un momento non particolarmente roseo per i bianconeri da tenere in considerazione. Dire che Guardiola, dopo la sentenza UEFA, sia un po' più lontano da Manchester non vuol dire in automatico che il buon Pep sia un po' più vicino a Torino. Lì c'è Sarri, fino a prova contraria: cambiare idea dopo appena un anno sarebbe una mossa in totale controtendenza rispetto a quanto ci ha abituato la Juve nel corso della sua storia, soprattutto quella recente. Il problema del tecnico toscano, più di Guardiola in sé, è che la sentenza UEFA sia arrivata mentre le sconfitte con Napoli e Verona sono ancora fresche, nella testa di tutti i tifosi. E il fantasma di Guardiola, come pure quello di un difficile ritorno di Allegri, aleggiava già nell'aria attorno alla Continassa. Da ieri è semplicemente diventato un po' più facile credere che il fautore del tiki taka possa diventare, un giorno non troppo lontano, il prossimo allenatore della Juventus. Non è automatico, non è scontato, sicuramente è ancora presto per poter dare una risposta certa. L'unica che può arrivare è quella di Sarri, sul campo. Ma anche in conferenza, siamo sicuri che la domanda non mancherà.

Altre notizie
Sabato 19 Settembre 2020
23:53 Serie A Napoli, Maksimovic è ancora lontano dal rinnovo: resterà in scadenza di contratto 23:52 Serie A LIVE TMW - Vidal-Inter, fumata bianca vicina. Un milione al Barça, possibile arrivo già domani 23:49 Serie B Pres. Pisa: "Grande emozione giocare a San Siro, anche se solo in amichevole" 23:45 Serie A Udinese, Forestieri: "Fare il centrocampista è una novità per me, farò del mio meglio" 23:43 Altre Notizie Roma, nulla di grave per Karsdorp: solo crampi per il laterale olandese
23:42 Calcio estero UFFICIALE: Union Berlino, dal Liverpool arriva in prestito il giovane Awoniyi 23:41 Serie A La Juventus conferma: riapre lo Stadium. Contro la Sampdoria presenti mille invitati 23:40 Calcio estero Arsenal, Arteta: "Contento per la vittoria, dobbiamo ancora crescere" 23:38 Calcio estero Tottenham, altro giro, altro numero di maglia per Bale: vestirà la 9 23:36 Serie A Roma, Cristante: "Se c'è bisogno gioco in difesa, ma non è il mio ruolo" 23:34 Serie A FOTO - Il Verona ferma la Roma, finisce 0-0 al Bentegodi: le immagini più belle del match 23:34 Serie A Roma, Fonseca: "Difesa a quattro? Non ci ho pensato. Oggi potevamo fare di più" 23:34 Serie B Pisa, D'Angelo dopo l'Inter: "Era la prima volta a San Siro, i ragazzi hanno dato tutto" 23:32 Serie A Parma, Krause: "Avevo il sogno di comprare un club italiano. Parma mi ha convinto" 23:31 Serie A TMW - Roma, sospiro di sollievo per Fonseca: solo crampi per Karsdorp. Ripresa lunedì 23:30 Serie A Questa Roma ha terribilmente bisogno di Milik: 21 tiri, ma scarsa pericolosità 23:27 Calcio estero Tottenham, Reguilon: "Qui per Mourinho, ansioso di crescere come giocatore" 23:27 Serie C LIVE TMW - Serie C, le ufficialità di oggi: A Pistoia il figlio di Renzi. Juve Stabia, preso Rizzo 23:27 Serie A Hellas Verona, Paro: "Punto importantissimo. Mercato? La società sa cosa serve" 23:23 Serie A Torino, Giampaolo: "La Fiorentina più squadra di noi. Sirigu portiere importante" 23:22 Serie A Hellas Verona, Dimarco: "Mai visto un tiro che prende traversa e palo interno. Ci riproverò" 23:20 Serie A Roma, Cristante: "Io difensore? Se c'è bisogno mi adatto ma magari tra qualche anno" 23:20 Serie A Pardo sul mercato della Roma: "Dzeko attaccante per il presente, Milik per il futuro" 23:20 Serie A LIVE TMW - Roma-Milik e Juve-Dzeko, il via libera può slittare. Dzeko in panchina 90' 23:19 Serie A Roma, Fonseca: "Buona partita, non c'era bisogno di mettere in campo Dzeko stasera" 23:17 Calcio estero Arsenal-West Ham 2-1, le pagelle: Nketiah deus ex machina, Antonio ultimo a mollare 23:15 Serie A Lazio, Patric: "Col Benevento test utile per la condizione. Bello tornare all'Olimpico" 23:12 Serie A Fiorentina, Iachini: "Contenti del ritorno di Biraghi, ora facciamo integrare i nuovi" 23:08 Calcio estero Huesca, due giocatori positivi al COVID-19: domani la sfida contro il Cadiz 23:06 Calcio estero Liga, primo ko stagionale per il Valencia: il Celta Vigo vince 2-1 e vola in vetta