Menù Notizie

Milan, Pioli: "Non parliamo di me, se ne parla troppo. Forse pecchiamo di presunzione"

Live TMW
di Antonello Gioia
Fonte: dall'inviato a Milanello, Antonello Gioia
Foto
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo la deludente eliminazione dall'Europa League, il Milan deve cercare di non far vincere all'Inter la seconda stella proprio nel derby in casa dei rossoneri. Stefano Pioli, allenatore del Milan, presenta il match in conferenza stampa a partire dalle 14:00.

Segui in diretta tutte le dichiarazioni di Pioli in conferenza con il live testuale su TMW.

14:00 | Comincia ora la conferenza stampa di Stefano Pioli.

Domani si deve rappresentare l'orgoglio del popolo rossonero?
"Possiamo usare tutti i termini che crediamo: orgoglio, responsabilità, appartenenza. Per la classifica, per l'eliminazione di giovedì, per lo Scudetto dell'Inter è una occasione per il riscatto, per l'orgoglio".

Come sono stati questi giorni post Roma?
"Di lavoro, perché ormai è passata e l'eliminazione c'è stata. Felici non lo siamo stati, abbiamo provato a concentrarci su ciò che c'è da fare domani".

Che derby può essere?
"Una vittoria nel derby sarebbe importantissimo per tutto ciò che abbiamo detto prima. Non parliamo di me, se ne sta parlando troppo e da troppo tempo: credo che questo non abbia fatto bene a nessuno, ma non a me".

Troppe critiche?
"Il mio Milan può ancora dare tanto. Non mi interessano le critiche. Voi giornalisti e i tifosi possono criticare e giudicare, c'è chi l'ha fatto con più rispetto o con meno rispetto".

Cosa pensa della presa di posizione della Curva?
"La cosa più importante è che domani ci saranno 70mila tifosi che spingeranno il Milan, il resto interessa poco. Non interessa di Pioli, ma ciò che farà il Milan domani. Servirà il miglior Milan possibile. C'è chi pensa che non abbiamo mai cambiato niente dei derby, ma domani dobbiamo far di tutto perché non lo vincano domani".

Cosa succede ai big?
"Difficile: se la squadra attraversa un momento difficile da lungo tempo vuol dire che la condizione e la qualità può stentare ad arrivare, ma non era il nostro caso. Non siamo riusciti a giocare al nostro livello, come qualità e energia. Anche se sono state due partite più equilibrate di quel che si pensa; noi abbiamo tirato di più. Il loro primo gol a Roma è evidente in quel che siamo mancati. Il passato è storia, anche se non è positivo non essere passati. Domani serve livello alto, di più Dopo la Roma ho detto che li avevo visti bene i giocatori? Eh, ora non lo dico più... (ride, ndr)".

Hai rimpianti?
"Non rispondo, nel senso che non do nessun voto, nessun bilancio, lo faccio alla fine".

Albertini dice che sarebbe inaccettabile perdere il derby...
"I giocatori sanno tutto, sanno l'importanza, poi bisogna metterlo sul campo".

Come si prepara una partita così?
"La formazione la scoprite tra poco tanto... Come si fa a non preparare bene una partita così importante dal punto di vista mentale? Per le scelte tattiche credo che potrei far tutto: cambiare tutto, confermare tutto, sono aperto a tutto"..

C'è una lezione che ti porti via?
"A fine anno farò le mie valutazioni, sicuramente mi porterò via qualcosa".

Ti aspetti un cambiamento nelle critiche?
"La squadra non deve giocare per me, ma per il club e per i tifosi. Mi aspetto una prestazione da squadra vera. Domani ciò che conta è il risultato, non Pioli".

Cosa può dare ancora al Milan?
"Tutto, come ho fatto dal primo giorno. MI sento ancora di dare tanto a questa squadra".

Si può dimostrare di non essere così inferiori all'Inter?
"Lo può dimostrare nella partita di domani, magari non andando sotto nei primi minuti e capendo di poter essere all'altezza dei nostri avversari. All'andata eravamo arrivati con altissime aspettative, scontrandoci poi con difficoltà che non siamo riusciti ad arginare".

La sfida con la Roma ha ricordato i due derby di Champions?
"Ci ho pensato. Forse quando arriviamo così troppo convinti poi non sappiamo reagire alle difficoltà. Forse è stato un peccato di presunzione pensare che la Roma non potesse metterci in difficoltà. È un errore che abbiamo pagato a caro prezzo”.

Bisogna lottare domani?
"Sì, giusto, che sia un sano nervosismo in termini di cattiveria agonistico".

Sarebbe sorpreso da una grande partita?
"Non sarei sorpreso, ho molta fiducia nei miei giocatori. Poi sarà una partita in cui soffrire tanto, ma credo nei miei giocatori e credo che possiamo vincere".

Pellegatti dice di non essere piolista, ma di essere semplicemente milanista..."
"Non in tanti lo sono stati quest'anno, milanisti intendo...".

Come farà il suo eventuale successore a far meglio di lei?
"Non mettiamo il carro davanti ai buoi per certi giudizi e certi commenti, non sono di mia pertinenza in questo momento. Poi alla fine tireremo le somme, poi vi dirò ciò che penso della stagione, perché e per come certe cose sono successe, sia positive che negative. Se sarete d'accordo bene, altrimenti me ne farò una ragione".

Termina qui la conferenza di Pioli.

Altre notizie
Lunedì 22 Luglio 2024
06:15 Serie A La Serie A 2024/25 ha preso forma: il calendario completo dalla 1ª alla 38ª giornata 06:05 Serie B Oggi giocherebbero così: le formazioni tipo delle venti squadre della Serie B 06:00 Serie A Oggi giocherebbero così: le formazioni tipo delle venti squadre della Serie A 05:30 Altre Notizie Oggi in TV, in campo Inter e Roma: dove vedere le rispettive amichevoli 05:00 Nato Oggi... Marc Cucurella, deludente con il Chelsea e devastante con la Spagna. Ora la resa dei conti
01:29 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 21 luglio 00:56 I fatti del giorno La Juventus lavora duramente all'Adidas HQ. Giuntoli segue le sedute col mercato sullo sfondo 00:53 I fatti del giorno Il rinnovo di Lautaro e quello di Dumfries, poi il mercato. Inter, parla il presidente Marotta 00:49 I fatti del giorno Bologna, ecco il sostituto di Zirkzee. E il club lavora anche al dopo Calafiori 00:45 I fatti del giorno Como scatenato sul mercato: c'è la pazza idea Arthur dalla Juventus 00:41 I fatti del giorno Pavlovic, Fofana, Fullkrug... Dopo Morata, il mercato in entrata del Milan resta caldo 00:38 I fatti del giorno Le amichevoli della domenica: la Lazio fa 1-1 con la Triestina (Romagnolo ko), Hellas forza 7 00:34 I fatti del giorno Vittorie per Frosinone e Carrarese in amichevole, iniziano i ritiri per Reggina e Catanzaro 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - Como-Varane, ci siamo. O'Riley, rilancio Atalanta. Milan, intrigo Pavlovic 00:27 Calcio estero Liverpool ko col Preston, Slot tranquillizza: "Sono solo due settimane di lavoro" 00:23 Serie A Inter, Taremi: "A Milito ed Eto'o ruberei il piede destro. A me stesso? L'intelligenza" 00:19 Serie C Pescara, si cerca un terzino sinistro: occhi puntati su Mulazzi della Juventus NG 00:15 Serie A Botafogo su Vagiannidis del Panathinaikos: l'Inter potrebbe incassare 2,5 milioni di euro 00:11 Calcio estero City, Ruben Dias: "Tutti si stanno preparando per batterci. Benfica? Spero che vada bene" 00:08 Serie A Napoli, si intensificano i contatti con il Cagliari per Gaetano: presto un incontro tra i club 00:04 Serie C Bucciantini: "Ci sono ancora poche squadre B, è un'occasione per ora non sfruttata" 00:01 Serie A Roma a bocca asciutta, Mourinho ride: En-Nesyri ha detto sì al Fenerbache, i dettagli 00:00 Editoriale Chiesa-Juve: rischio scontro. Dybala e Soulé coppia da zona Champions. L’Atalanta può essere il Leicester della Serie A. Camarda e l’esempio di Yamal 00:00 Accadde Oggi... 22 luglio 2017, Lodi torna a Catania e scrive ai tifosi: "Qui per il cuore e non per i soldi" 00:00 A tu per tu …con Oscar Damiani
Domenica 21 Luglio 2024
23:59 Serie A Bonucci: "Buongiorno con Conte sarà uno dei più forti al mondo. Morata al Milan farà bene" 23:56 Serie A Italia U19, Corradi: "Avrei preferito non perdere, ma rifugiarsi in errori arbitrali è riduttivo" 23:53 Serie A Il Milan studia l'offerta al Salisburgo per Pavlovic: le cifre e i dettagli della proposta 23:49 Serie C Marigosu saluta il Trapani: "Grazie per avemi accolto e avermi fatto sentire a casa" 23:45 Serie A Osimhen 100 milioni? Da Pogba a Lukaku, la top-5 degli affari più costosi di sempre